Tu sei qui

Qual è la migliore offerta luce e gas per residenti e non?

Offerte luce e gas

010.848.01.61

Ti sei appena trasferito in una nuova casa e non sai cosa fare con la residenza?
Scopri cosa cambia nelle offerte di luce e gas per gli utenti che hanno la residenza anagrafica o no nell'abitazione.

offerte luce residenza

Conviene spostare la residenza nella nuova casa?

Per attivare una nuova utenza di luce non è necessario avere la residenza anagrafica in quella casa. Tuttavia in occasione di un trasferimento molti utenti si pongono questa domanda: mi conviene spostare la residenza nella nuova casa o no?

In questo articolo analizziamo la tariffa delle offerte di luce per capire la differenza tra un utente intestatario che ha la residenza e un altro che non ce l'ha.


Quale offerta luce viene applicata ai residenti, D2 o D3?

La D2 e la D3 sono due tipologie di tariffe obbligatorie previste dall'Autorità, attraverso le quali vengono distinte le forniture domestiche. Non importa quale fornitore abbiate o se avete un contratto nel mercato tutelato o nel mercato libero: tutte le utenze domestiche rientrano nell'una o nell'altra categoria di tariffa.
Innanzitutto è necessario specificare che queste tariffe si riferiscono solamente all'utenza di energia elettrica. Per la fornitura di gas infatti è completamente indifferente avere o no la residenza nell'abitazione: il prezzo del gas cambia in base alle zone tariffarie. 
L'applicazione della tariffa D2 o D3 dipende da due caratteristiche:

  1. dalla residenza anagrafica dell'intestatario
  2. dalla potenza impegnata dell'utenza
    per i domestici può essere pari a 1,5 kW, 3 kW, 4,5 oppure 6 kW

La tariffa D2 prevede degli oneri con un costo inferiore rispetto alla D3. Il motivo di questa differenza risiede nella volontà di concedere un'agevolazione alle cosiddette "prime case", dove il consumatore ha la residenza anagrafica.

Hai diritto alla tariffa D2 se.. ..hai la residenza anagrafica e la potenza non superiore a 3 kW, altrimenti viene applicata la D3!

Nel caso in cui tu abbia un'utenza con la potenza superiore a 3 kW, è indifferente spostare la residenza nella casa poiché ti verrà applicata comunque la tariffa D3. 

Ricordiamo che l'intestatario del contratto di energia elettrica non deve per forza corrispondere al proprietario o alla persona che stipula il contratto di affitto. Quindi ad esempio, se tra due coniugi solo uno dei due ha la residenza, conviene intestare a lui l'utenza della luce anche se non risulta il proprietario.
Vediamo in particolare cosa cambia con la tariffa D2 rispetto alla D3.

Assicurati di non pagare troppo in bolletta: falle fare un check-up!

...

Cosa cambia nell'offerta luce per i residenti e non?

In base a queste due tariffe cambiano gli oneri stabiliti dall'Autorità per l'energia ed il gas. In particolare il costo per la D3 è maggiore per:

  • la spesa per il trasporto e la gestione del contatore
  • gli oneri di sistema
  • l'imposta indiretta sul consumo, l'accisa

Il prezzo della materia prima energia delle offerte del mercato libero non cambia in base alla residenza dell'intestatario.

Nella tabella qui sotto puoi vedere quant'è l'aumento delle componenti della bolletta passando alla tariffa D3 rispetto alla D2. La bolletta si riferisce ad un cliente tipo con la tariffa bioraria del mercato tutelato.

In realtà l'IVA è uguale con le due tariffe ed è pari al 10% per i domestici. Il punto è che l'imposta sul valore aggiunto viene applicata al totale della bolletta che, come abbiamo visto, risulta più elevato in caso della D3 a parità di consumi. Quindi l'importo che dovremmo pagare per l'IVA aumenta di ugual misura del totale della spesa, ossia del 32%.

Come cambia la bolletta della luce tra tariffa D2 e D3
Componente Tariffa D2 Tariffa D3 Aumento
Spesa per la materia energia 220 220 -
Spesa per il trasporto e la gestione del contatore e oneri di sistema 213 393 +45%
Imposta indiretta sul consumo 22 61 +64%
Totale bolletta annuale (IVA inclusa) 503 744 +32%

Fonte: Autorità per l'energia e il gas, III trimestre 2016

In conclusione si può affermare che un cliente che ha la residenza, a parità di consumi, spende di meno in bolletta rispetto a un altro che non ce l'ha. Questo poiché, anche se il prezzo della spesa energia è lo stesso, le altre spese, superiori per chi non è residente ed è in tariffa D3, sono rilevanti ai fini della bolletta annuale.

Entrambe le tariffe hanno il prezzo degli oneri che cambia in base al consumo effettuato.

Questo significa che il costo che viene applicato al kWh è diverso e dipende dagli scaglioni di consumo.

Come faccio a sapere quale tariffa mi è stata applicata? Puoi controllare la tariffa applicata nella bolletta della luce, tra i dati della fornitura nella tipologia di contratto/cliente c'è l'indicazione di utenza domestica residente o utenza domestica non residente, a volte con scritto accanto D2 o D3.

utenza luce residente

Controlla sulla bolletta se ti hanno applicato la tariffa giusta da residente

La migliore offerta luce per i residenti e non

Ecco alcuni esempi di offerte per l'energia elettrica con il prezzo a tariffa monoraria o bioraria, il valore indicato si riferisce al prezzo della materia energia.

Offerta Descrizione  Prezzo €/kWh Attiva l'offerta

offerta link eni

Energia Prezzo Fisso

  • Prezzo biorario bloccato per 12 mesi
  • Offerta esclusivamente on-line
  • Cariche mensili
  • Sconto sul prezzo se si comunica solo via email o app
  • Bolletta online
  • F12: 0,049
  • F3: 0,024

010.848.01.98
o fatti richiamare gratuitamente

Attiva direttamente online

010.848.01.98
o fatti richiamare gratuitamente

offerta link eni

Link

  • Prezzo biorario bloccato per 12 mesi
  • Bolletta online
  • Offerta digitale esclusiva web
  • Modalità di pagamento con addebito bancario
  • F1: 0,054
  • F23: 0,042

011.1962.1333
fatti richiamare gratuitamente

Attiva direttamente online

011.1962.1333
fatti richiamare gratuitamente

Tutela Home

  • Offerta monoraria
  • Tariffa del servizio di maggior tutela
  • Fatturazione via email e/o cartacea
  • Pagamento con addebito bancario o bollettino
  • F0:  

010.848.01.61
o fatti richiamare gratuitamente

Prendi un appuntamento

010.848.01.61
o fatti richiamare gratuitamente

Dati aggiornati a dicembre 2016

Come cambiano le tasse sull'offerta luce per i non residenti?

Si, le imposte sull'energia elettrica sono diverse se hai la tariffa D2 oppure la D3, vediamo come. Quella che cambia è solo l'accisa sull'energia elettrica che viene applicata alla quantità di energia consumata e quindi ai kWh. Per i clienti con la residenza e la tariffa D2 l'accisa non viene applicata per i primi 150 kWh al mese, che corrispondono a 1800 kWh all'anno.

L'accisa sull'energia elettrica per i residenti e non
Utenze domestiche Accisa
€/kWh
Abitazione di residenza "prima casa" Consumi fino a 150 kWh/mese * -
Consumi oltre 150 kWh/mese * 0,0227
Abitazione di residenza "prima casa" con potenza oltre 3 kW o
Abitazione non di residenza "seconda casa"
0,0227

Fonte: dati Autorità per l'energia e il gas

...