Per info su attivazione luce e gas

010.848.01.61 Richiamata gratuita

Tu sei qui

Costo Voltura Luce e Gas: qual è e come si fa?

Info attivazioni e volture

010.848.01.61

attivare luce gas

Quando stai traslocando in un nuovo appartemento ed i contatori sono già attivi a nome del precedente inquilino, l'operazione da richiedere è la voltura luce e la voltura gas. Attraverso tale procedura, le utenze verranno intestate a tuo nome così com'è giusto che sia. Il costo voltura cambia a seconda del fornitore (Enel, Eni, Iren, Acea, ecc). In questa pagina trovi i costi per cambiare intestatario del contratto, i documenti e le modalità d'invio della voltura.

costo voltura luce gas

Cambia nome al contratto e risparmia

Il costo della voltura per luce e gas si aggira intorno alle 40 € ed il prezzo varia a seconda che la tua utenza sia attiva nel mercato libero o nel mercato tutelato. In più la voltura luce e gas per decesso può essere in alcuni casi gratuita se chiesta da un erede domiciliato presso l'indirizzo dell'utenza.


Che cos'è la voltura per luce e gas?

Avviando la pratica di voltura, il fornitore modifica il nome dell'intestatario del contratto dell'utenza dell'energia elettrica e del gas metano. Per dirlo in parole piovere, si richiede al fornitore un aggiornamento del nominativo a cui vengono inviate le bollette. 

Quando può essere inoltrata la voltura? La voltura si richiede quando c'è un contratto in essere ed il contatore è attivo: ossia in casa c'è la corrente elettrica e/o l'erogazione del gas.

Per capire se c'è l'elettricità in casa è sufficiente azionare l'interruttore del contatore della luce e vedere se rimane su. In caso contrario, se il contatore scatta, significa che è stato cessato e dovrai fare un subentro. Se invece è stato sospeso per morosità e sei estraneo al debito imputabile al precedente inquilino, le modalità per procedere alla voltura sono differenti.

Invio pratica Voltura: chi contattare??

Per inoltrare la voltura luce e gas devi contattare il fornitore con cui è attivo il contratto. Per conscere il fornitore ti occorrerà una bolletta del precedente inquilino, dove potrai reperire anche i dati della fornitura necessari per l'invio della voltura.

E' importante comprendere, che con la voltura procedi esclusivamente al cambio del nome dell'intestatario mantenendo le stesse condizioni contrattuali dell'inquilino precedente. Ciò significa che accetti di default il prezzo luce ed il prezzo gas scelto dall'intestatario precedente. Motivo per cui, una volta effettuata la voltura, ti consigliamo di confrontare le offerte luce e gas, per scegliere il prezzo più adatto rispetto alle tue esigenze di consumo. Per conoscere le offerte convenienti chiamaci allo 010 848 01 61 (costo chiamata nazionale),   o fatti richiamare gratuitamente.

Per tutte le informazioni utili su come fare la voltura, visita gli articoli dedicati:

Il costo voltura luce e gas varia a seconda della zona?Il costo della voltura dipende dal fornitore con cui sono attivi i contatori. Se ad esempio devi inoltrare una voltura a Milano con Enel Energia, il costo sarà lo stesso di una voltura a Roma con lo stesso fornitore.

 

La voltura evita l'interruzione della fornitura. Se invece il precedente inquilino invia la disdetta del contratto le utenze vengono chiuse: il contatore della luce viene disattivato a distanza mentre su quello del gas viene apposto un sigillo che ne impedisce l'erogazione. Il nuovo affittuario in questo caso dovrà richiedere un subentro per poter riattivare le forniture a suo nome.

Quanto costa la voltura nel mercato libero?

Enel Energia, Iren Servizi Luce e Gas, Acea Energia, Eni Gas e Luce, sono solo alcuni dei fornitori di energia elettrica e gas che operano nel mercato libero. Il prezzo della voltura varia da mercato libero a tutelato. 

  • I costi della voltura nel mercato libero sono:
  •  + IVA, il contributo amministrativo destinato al distributore locale
  • l'eventuale costo per la prestazione commerciale (+ IVA), come indicato nel contratto
  • Il fornitore avrebbe il diritto di richiedere il pagamento dell'imposta di bollo prevista dalla legge, pari a 16 €, anche se nella maggior parte dei casi questa non viene addebitata.

Il costo della voltura dei principali fornitori di luce e gas nel mercato libero

Quanto costa la voltura nel mercato tutelato?

Se sei un cliente del mercato tutelato e devi ad esempio inoltrare la richiesta di voltura a Servizio Elettrico Nazionale, i costi del cambio nome sono stabiliti dall'Autorità per l'energia ed il gas.

  • I costi della voltura nel mercato tutelato sono:
  • un contributo fisso di   € + IVA
    per oneri amministrativi che vengono destinati al distributore locale
  • un contributo fisso di 23 € + IVA
  • l'imposta di bollo, pari a 16,00 €
    sul nuovo contratto come previsto dalla normativa fiscale

Solamente ai primi due contributi verrà anche applicata l'IVA al 22%, per un importo totale di circa 11 €.

Il costo totale della voltura nel mercato tutelato è quindi pari a circa 77 €.

In aggiunta a queste spese, se il cliente sceglie il pagamento della bolletta con il classico bollettino postale, il fornitore richiede anche il deposito cauzionale.
L'importo massimo del deposito cauzionale per un cliente domestico è pari a:

  • 11,5 € al chilowatt per l'energia elettrica
    con 3 kW di un'utenza domestica standard il deposito massimo è di 34,5 €
  • in base ai consumi per il gas metano:
    • 30 € per consumi fino a 500 standard metri cubi/anno
    • 90 € per consumi da 500 a 1.500 standard metri cubi/anno
    • 150 € per consumi da 1.500 fino a 2.500 standard metri cubi/anno
    • 300 € per consumi da 2.500 fino a 5.000 standard metri cubi/anno

Per gli utenti che godono del bonus sociale l'importo del deposito è ridotto:

  • 5,2 € al chilowatt di potenza elettrica
  • 25 € per consumi fino a 500 standard metri cubi/anno
  • 77 € per consumi da 500 fino a 5.000 standard metri cubi/anno
Aggiornato il