Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Allacciare la Luce e il Gas in una Seconda Casa

trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo  .

trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato o visita il nostro comparatore.

Tutto sull'allacciamento della corrente e del gas e l'attivazione del contatore nella seconda casa.

Si tratta di una seconda casa dove non vai da anni ed è venuto il momento di sfruttarla per le tue vacanze oppure per andarci definitivamente a vivere. Allora ti occorrerà installare il contatore laddove non è presente. Qui trovi tutte le informazioni relative ai costi, alle tempistice ed ai contatti. 

  • L'essenziale
  • Se il contatore non c'è richiedi l'installazione/allacciamento
  • Se il contatore c'è ma è chiuso richiedi l'attivazione
  • Se il contatore c'è ed attivo richiedi la voltura
  • Per richieste di allacciamento, voltura o riattivazione contatore chiama lo 010 848 01 61 (costo di una chiamata nazionale) o utilizza il servizio di richiamata gratuita.
allaccio seconda casa

Allacciare la luce in una seconda casa

La procedura per allacciare la luce in una seconda casa

Per allacciare il contatore nella seconda casa hai due possibilità: contattare il distributore locale, che si occuperà di installare il contatore oppure rivolgerti al fornitore, che farà da intermediario tra te ed il distributore. In questo caso, il contatore verrà installato e nel contempo attivato. Se sei interessato ad attivare la luce il prima possibile ti consigliamo la seconda soluzione, ovvero contattare una società di vendita e sottoscrivere un contratto di fornitura. Di seguito ne sintetizziamo i passaggi:

  • Invia la richiesta al fornitore. Puoi inviare la richiesta contattando lo  010 848 01 61    o utilizzando il servizio di richiamata gratuita.
    Entro 2 giorni la richiesta sarà trasmessa al distributore
  • Eventuale sopralluogo tecnico da parte del distributore
    Per stabilire dove installare il contatore e le indicazioni tecniche
  • Ricevi il preventivo con la spesa dei lavori
    Hai 3 mesi di tempo per pagare il preventivo dopo di che sarà necessario inoltrare nuovamente la richiesta
  • Installazione e attivazione del contatore della luce

Cosa serve per allacciare la luce in una seconda casa?

Posso intestarmi il contratto della luce nella seconda casa oltre a quello dell'immobile dove risiedo? La risposta è si, una stessa persona può avere più utenze della luce e del gas intestate a proprio nome, ma solo una ad uso residenziale. Nella seconda casa o comunque in quella dove l'intestatario della bolletta non ha la residenza anagrafica, l'utenza sarà domestica non residente.

  • I documenti e le informazioni necessarie per allacciare la luce in una seconda casa:
  • I dati anagrafici dell'intestatario del contratto (nome, cognome e codice fiscale)
  • L'indirizzo della casa
  • Il numero di concessione edilizia
  • L'uso della fornitura (domestico residente, non residente, altri usi..)
  • La potenza impegnata, 3 kW utenza domestica standard
  • Il codice IBAN se scegli un'offerta con domiciliazione bancaria
  • Un'indirizzo email per la fatturazione elettronica

I costi e le tempistiche per l’allaccio della luce in una seconda casa

Le modalità di richiesta per l'allaccio della corrente nella seconda casa sono uguali a quelle per la casa di residenza. Il costo per un allaccio permanente è suddiviso in 3 quote:

  • Quota distanza
    • Fino a 200 metri o, indipendentemente dalla distanza in caso di casa di residenza: 184,48 €
    • Quota aggiuntiva da 200 a 700 metri: per ogni 100 m o frazione superiore a 50 m 92,47 €
    • Quota aggiuntiva da 700 a 1.200 metri: per ogni 100 m o frazione superiore a 50 m 184,48 €
    • Quota aggiuntiva oltre 1.200 metri: per ogni 100 m o frazione superiore a 50 m 368,96 €
  • Quota potenza
    69,36 €/kW
    di potenza disponibile
  • Quota fissa
    costi amministrativi sostenuti dal distributore di 27,03 € e costo di gestione pratica del fornitore (circa 20-30 euro)

Quando il cliente invia la domanda al fornitore, questa viene trasmessa entro 2 giorni al distributore che deve inviare il preventivo al cliente entro massimo 20 giorni lavorativi dalla ricezione.
Una volta che il preventivo è stato pagato il distributore realizza l’allacciamento con le seguenti tempistiche:

  1. 15 giorni lavorativi per lavori semplici
    interventi facili ad esempio l'installazione del contatore o il prolungamento di un cavo/tubo
  2. 60 giorni lavorativi per lavori complessi
    con interventi di tipo strutturale come ad esempio il passaggio di cavi/tubi sotto terra o dentro i muri

Allacciare il gas in una seconda casa

Pensavi di arrivare nella tua nuova casa di vacanza e che i contatori fossero presenti? Se hai avuto una brutta sorpresa e il contatore del gas non c’è, non temere perché in questo articolo ti spieghiamo passo a passo come poter inoltrare la richiesta di allaccio e quali sono i costi e le tempistiche a cui dovrai andare incontro.

Prima di tutto verifica che il contatore effettivamente ci sia oppure no: potrebbe capitare anche il caso in cui ci sia già l’allacciamento ma il contatore sia stato rimosso. Se ti trovi in una situazione di questo tipo e hai il codice PDR relativo a quell’impianto, puoi chiamare il numero 010.848.01.61 e un operatore ti aiuterà nella scelta dell’offerta più vantaggiosa per il subentro di gas, con contatore rimosso.

Se né il contatore né l’impianto sono presenti, dovrai procedere all’allacciamento, cioè all'installazione di un nuovo contatore del gas. Il primo passo è contattare la società di vendita di tua scelta e richiedere l’uscita del tecnico per il sopralluogo e il successivo preventivo. Una volta che il tecnico del distributore ha effettuato i dovuti controlli e capito l’entità dei lavori da svolgere, presenterà al cliente un preventivo gratuito.

Se l’utente decide di accettare, dovrà pagare l’intero importo del preventivo prima dell’inizio dei lavori di allacciamento: a questo punto il tecnico procederà all'allaccio alla linea del gas, al posizionamento del contatore e alla successiva attivazione.

Allacciamento senza attivazioneSe vuoi richiedere solo l’allacciamento ma non l’attivazione del contatore, puoi metterti in contatto con il distributore locale che si incarica di gestire gli impianti della zona in cui hai la seconda casa.

Posso essere l'intestatario di due contatori del gas?

Ti stai chiedendo se puoi intestare a tuo nome il nuovo contatore del gas per la seconda casa, visto che sei già intestatario del contratto della casa in cui sei residente? La risposta è sì. Per la seconda casa puoi inoltrare la richiesta a tuo nome sia per avere un preventivo che per la successiva attivazione del contatore. Infatti, per quanto riguarda l'allacciamento di gas, non cambia nulla tra una prima casa e una casa vacanze: i costi, le tempistiche e le procedure sono le stesse.

Tempistiche per l’allaccio del gas

Per richiedere l’allaccio per una seconda casa, dovrai contattare il numero 010.848.01.61 e avere a portata di mano la seguente documentazione:

  • Dati personali
  • Indirizzo di fornitura
  • Numero di concessione edilizia
  • Indirizzo email e contatto telefonico
  • Codice IBAN se si sceglie la domiciliazione delle fatture

Una volta presa in carico la richiesta da parte del fornitore, entro 2 giorni lavorativi deve essere inviata la documentazione al distributore locale: in massimo 15 giorni lavorativi dovrà essere presentato al cliente il preventivo per lavori semplici ed entro 30 giorni lavorativi per lavori complessi. Se il cliente accetta il preventivo, il distributore effettuerà l’allacciamento entro :

  1. 10 giorni lavorativi per lavori semplici, con contatore di classe fino a G25
  2. 60 giorni lavorativi per lavori complessi

Appartamento frazionato: cosa fare per il contatore del gas? Se hai da poco ristrutturato un appartamento e questo è stato diviso in due unità abitative, allora dovrai provvedere alla posa di un nuovo contatore del gas. Per maggiori informazioni visita il nostro articolo relativo all'appartamento frazionato e cosa fare per il contatore del gas.

Costi dell’allacciamento gas per seconda casa

Allaccio del gas per una seconda casa

A differenza di quello della luce, per l’allacciamento del gas i costi possono variare molto in base alla zona, alla tipologia di lavori che devono essere svolti e dal distributore: questi infatti non sono regolati dall’Autorità.

In linea generale, per l’allacciamento del gas i costi possono variare da 200€ a 1500€ e vengono presentati direttamente nel preventivo effettuato dal tecnico del distributore locale.

Per attivare un'offerta con uno sconto sulla quota fissa per le seconde case, contattaci al numero 041.852.1269 oppure fatti richiamare gratuitamente.

Hai mai pensato al GPL? 

Molto spesso le case di mare o di montagna si trovano in paesi isolati, non raggiunti dalla rete del gas metano. Puoi sopperire a questa mancanza, richiedendo un preventivo per la posa di un serbatoio di GPL al numero 011.196.201.84 oppure fatti richiamare gratuitamente da un nostro operatore.

Così come il gas metano, anche il GPL viene utilizzato per riscaldamento, cucina e acqua calda: questo combustibile ha un alto potere calorifico, un basso impatto ambientale e può essere reperito molto facilmente, grazie ad una vasta rete diffusa su tutto il territorio italiano.

Come attivare il contatore nella casa senza residenza?

Info attivazione
seconda casa

010 848 01 61

Se il contatore è presente, ma in casa non c'è corrente, bisognerà attivarlo. Per mettere in funzione il contatore della luce sei libero di contattare qualsiasi fornitore. Ecco perché ti consigliamo di contattarci al numero 010.848.01.61    o farti richiamare gratuitamente per parlare con un nostro esperto che ti aiuterà a fare un confronto tra le offerte più convenienti del mercato. In questo modo avrai la sicurezza di attivare il contatore al miglior prezzo di mercato.  

  • Quali documenti occorrono per l'attivazione?
  • Dati dell'intestatario del contratto
  • Indirizzi: residenza, fornitura e recapito delle fatture
  • I dati catastali dell'immobile
  • Uso della fornitura (domestico residente,non residente, altri usi..)
  • Il codice POD
  • La potenza impegnata in kW, 3 kW per un'utenza domestica standard
  • Se preferisci pagare con addebito diretto su conto corrente, il codice IBAN

Come richiedere una voltura in seconda casa?

Quando il contatore è presente ed è attivo, cioè in altre parole in casa c'è la luce o il gas, devi inviare la richiesta di voltura. Ovvero richiedere al fornitore di cambiare il nome sul contratto: dal vecchio inquilino al tuo. Contattando il fornitore con cui sono attive le utenze, provvedi a cambiare il nome mantenendo le stesse condizioni contrattuali. In questo modo c'è il rischio di sottoscrivere un'offerta ad un prezzo poco conveniente e non sfruttare le le nuove promozioni presenti sul mercato. In alternativa puoi conttatarci al numero 010.848.01.61    o farti richiamare gratuitamente per parlare con un nostro operatore e passare ad un'offerta più economica congiuntamente alla voltura. 

  • Quali documenti occorrono per fare la voltura?
  • Dati del nuovo intestatario: codice fiscale, carta d'identità (anche una fotocopia), recapito telefonico, indirizzo email (consigliato)
  • Dati del precedente intestatario: nome, cognome e codice fiscale
  • Indirizzi nuovo intestatario: residenza, fornitura e recapito delle fatture
  • Il codice POD che trovi sulla bolletta del precedente inquilino 
  • La lettura del contatore 
  • La potenza impegnata in kW (indicata sulla bolletta del precedente intestatario)
  • Se preferisci un'offerta web per pagare con domiciliazione bancaria, anche il codice IBAN

Quali sono i costi della voltura per la seconda casa?

Servizio di Maggior Tutela
I costi di voltura in regime di maggior tutela sono fissati dall’Autorità, e sono pari a:

  • 27,03 € per oneri amministrativi
  • 23 € contributo fisso
  • 16 € imposta di bollo
  • Deposito cauzionale
  • IVA (al 22 %)

Mercato Libero
Nel mercato libero, il costo della voltura dell'energia elettrica comprende:

  • un eventuale contributo fisso di 27,03 € per oneri amministrativi
  • nella maggior parte dei casi, una quota di servizio determinata dal fornitore e che può variare considerevolmente (tra 20 € e 60 €)
  • un eventuale deposito cauzionale
  • IVA (al 22%)