Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Come Allacciare Luce e Gas in una Casa Nuova o in Costruzione

trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo  .

trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato o visita il nostro comparatore.

La gestione delle utenze energetiche può rivelarsi complicata, soprattutto durante un trasloco in una casa appena costruita. Se ciò di cui hai bisogno è l’allacciamento dell'energia elettrica e del metano, ti forniamo qui delle guide esplicative con tutte le informazioni necessarie sulle tempistiche, i costi e i documenti richiesti.

Allacciamento di luce o gas?

L'allacciamento è l'operazione attraverso la quale si collegano, tramite conduttori aerei o cavi interrati, gli impianti di luce e gas domestici alla rete locale di distribuzione.

Sia per l’energia elettrica che per il gas, l’allacciamento può essere permanente o temporaneo. Con allacciamento temporaneo, si intende un allacciamento richiesto per una durata inferiore a un anno e può essere eventualmente rinnovato per un anno ulteriore. Per l'energia elettrica, gli allacciamenti per potenze disponibili fino a 100 kW sono effettuati in bassa tensione, salvo richiesta motivata del cliente. 

Se vuoi allacciare la tua nuova abitazione alla rete dell'energia elettrica o del gas puoi rivolgerti ad un fornitore di energia oppure direttamente al distributore.

Cosa fare con le vecchie utenze?

Annulla il contratto di luce e gas nella casa vecchia

Prima di lasciare la vecchia casa, ricordati di disdire i contratti di fornitura per le utenze di luce e gas. A livello di tempistiche, ti consigliamo anche in questo caso di inviare la richiesta 15 giorni prima di abbandonare l’appartamento. Richiedere la disdetta del contratto è semplice e si può fare anche telefonicamente, chiamando il proprio fornitore, oppure via fax o email.

Per l’energia elettrica, per i clienti attivi nel mercato libero, il costo da pagare per la disdetta varia in base alle condizioni stabilite dal contratto, mentre nel Servizio Tutelato la rescissione implica un costo di 23€. Per il gas invece la disattivazione del contatore si pagherà in base al prezzario stabilito dal distributore locale. Il fornitore ti invierà la bolletta di chiusura, cioè la fattura finale prima della cessazione del contratto di fornitura, ragion per cui è fondamentale comunicare al proprio gestore la lettura del contatore. Solitamente la lettura viene richiesta dal fornitore per chiudere il contratto.

Due settimane prima di entrare nella nuova casa, fai richiesta per la fornitura di energia elettrica e gas

Errori da evitare prima di entrare in una nuova casa

Dimenticarsi di sottoscrivere un nuovo contratto

È possibile che appena entrati in una nuova casa i contatori di luce e gas siano attivi, senza che tu abbia fatto richiesta di fornitura. Probabilmente non è ancora stata presa in carico la richiesta di disattivazione delle utenze da parte del precedente inquilino, oppure quest’ultimo non ha proprio fatto disdetta.

Prima di entrare in casa, quindi, informati bene sulla situazione dei contatori di luce e gas e non dimenticarti di fare richiesta di un nuovo contratto: se l’inquilino precedente ha dato regolare disdetta, dovrai effettuare un subentro; se i contatori sono ancora attivi ma i contratto di fornitura è intestato all’ex inquilino, dovrai fare una voltura. In questo caso, dovrai farti lasciare l'ultima bolletta del precedente inquilino, in modo da avere tutti i dati necessari per poter fare il cambio di nominativo sulla fattura.

Confondere il proprio contatore

Fai attenzione a non riattivare il contatore del tuo vicino! Sembra una barzelletta, eppure è un errore molto comune specialmente nei condomini con molti appartamenti. Quindi prima di fare richiesta di subentro, assicurati che il contatore che vuoi attivare sia effettivamente il tuo e non quello del vicino.

Se si possiede una bolletta del vecchio inquilino il problema non si pone, ma se non si ha la possibilità di recuperare una fattura bisognerà fare molta attenzione al numero cliente del contatore della luce e al numero di matricola del contatore del gas e non comunicare i dati sbagliati. In che rischi si incorre? Rischieresti di pagare i consumi del tuo vicino ed intestare a tuo nome un contatore non tuo!

Richiedere l’attivazione troppo tardi

contratto energia elettrica

Ricordati di fare richiesta di subentro di luce e gas almeno 15 giorni prima di entrare nella nuova casa, onde evitare di rimanere al freddo e al buio per svariati giorni.

Quando ci si trasferisce in una nuova abitazione è infatti importante svolgere tutte le pratiche per attivare l’energia elettrica e il gas metano entro i tempi consigliati, per evitare spiacevoli inconvenienti.

Allacciamento temporaneo di energia elettrica e gas metano

Se state costruendo una nuova casa, sicuramente avrete la necessità di poter usufruire di luce e gas all'interno del cantiere. In questo caso, il tipo di allacciamento di cui avrete bisogno è un allacciamento temporaneo, cioè richiesto per una durata inferiore a tre anni, entro la quale verrà rimosso. Con contratto ad uso cantiere si intende la richiesta di erogazione finalizzata alla costruzione di un immobile nel quale non sia presente fornitura di energia elettrica o di gas metano. La durata di questi allacciamenti può essere prorogata fino ad un massimo complessivo di sei anni se il cliente ne fa richiesta motivata (ad esempio se la costruzione della nuova abitanzione non viene conclusa entro i termini prestabiliti). Il contratto  cesserà automaticamente allo spirare del termine, salvo richiesta di proroga da inoltrarsi entro 30 giorni dalla data di scadenza.

Per l’allacciamento di tipo temporaneo, il costo cambierà a seconda dei casi:

  • Nel caso di un allacciamento eseguito per un uso prolungato nel tempo, si applica il contributo forfetario previsto per un allacciamento permanente standard per la prima realizzazione dell'impianto.
  • Se non si realizza una cabina di trasformazione MT/BT, e se la distanza non è superiore a 20 metri dall'impianto esistente, si applica un contributo a forfait.
  • In tutti gli altri casi, il contributo sarà stabilito sulla base della spesa relativa.

FAI ATTENZIONE! Per le richieste di connessione successive alla realizzazione dell'impianto per un allacciamento eseguito per uso prolungato, si applica il contributo in quota fissa di 26,83 € e un corrispettivo in quota fissa di 27,03 €.

Una volta inoltrata al distributore l'accettazione del preventivo proposto, il tempo per l'attivazione è di 5 giorni lavorativi per connessioni temporanee con potenza disponibile entro i 40 kW e una distanza massima di 20 metri dagli impianti di rete permanenti esistenti.  Mentre per allacciamenti temporanei con potenza superiore ai 40 kW e una distanza massima superiore ai 20 metri dagli impianti di rete permanenti esistenti, il tempo massimo è di 10 giorni lavorativi. Se sei interessato ad un allacciamento, puoi contattare il numero 010.848.01.61 e un operatore ti aiuterà ad inoltrare la pratica direttamente al telefono.

Con quale fornitore allacciare l'energia elettrica o il metano, o ancora meglio tutte e due insieme?

Con l'apertura del mercato, ogni cliente può scegliere liberamente a quale fornitore rivolgersi per richiedere l'allacciamento dell'energa elettrica o del metano. Qui ti proponiamo una tabella con i maggiori fornitori in Italia e con il contatto per poterti rivolgere direttamente a loro.

Sorgenia

contatore sorgenia

Se sei interessato ad allacciare luce e gas nella tua nuova casa, Sorgenia è il fornitore che fa al caso tuo: puoi infatti contattare il numero  041 852 1269 oppure farti richiamare gratuitamente e verrai guidato nella procedura di allacciamento e di successiva attivazione dei contatori di luce e gas. Con Sorgenia puoi allacciare gli impianti solo se sei un cliente domestico.

Green Network

Green Network é in grado di consigliare le migliori condizioni economiche ai propri clienti. Con Green Network, infatti, puoi richiedere un allacciamento sia per un'abitazione che per la tua attività commerciale e nel breve tempo possibile ti verrà presentato un preventivo gratuito da parte del tecnico del distributore di zona. Per richiedere un preventivo per l'allaccio con Green Network, chiama il numero 010 848 01 61 oppure fatti richiamare gratuitamente.

Consortium

consortium ovenergy

Se hai un'azienda oppure un negozio e devi allacciare luce e gas, rivolgiti a Consortium, in quanto gestore esperto nella fornitura per clienti con partita IVA. Per richiedere un preventivo gratuito per la tua impresa, contatta lo 010 848 01 61 oppure fatti richiamare gratuitamente. Ricorda che Consortium richiede il pagamento tramite RID bancario e la ricezione delle bollette tramite email.

Come richiedere un allacciamento di energia elettrica e gas metano

Se non vuoi sottoscrivere un contratto di fornitura di energia, ma sei intenzionato solo a richiedere un allacciamento, allora puoi rivolgerti direttamente al distributore. Normalmente non si contatta direttamente il distributore per il semplice fatto che di norma a un allacciamento segue un'attivazione di fornitura di energia elettrica o gas metano. 

Se decidi  invece di contattare il fornitore di energia elettrica o gas metano, devi tener presente che dovrai sottoscrivere anche un contratto di fornitura. Nel momento in cui si decide di rivolgersi ad un fornitore, sarà lui ad occuparsi, dopo aver sottoscritto il contratto di fornitura di energia, di contattare la società distributrice e quindi presentare la domanda di allacciamento di luce e gas.

Per richiedere l’allacciamento di energia elettrica o gas metano, puoi recarti di persona a uno degli sportelli della società di vendita oppure contattarla direttamente attraverso il servizio clienti o compilando la modulistica via internet.

  • Preventivo per l' allacciamento : cosa deve contenere?
  • La data di ricevimento da parte del distributore della richiesta di preventivo del cliente
  • La data di messa a disposizione del preventivo al cliente
  • Il costo dell'allacciamento, in base alle normative vigenti, per l'esecuzione del lavoro richiesto
  • Gli elementi necessari per l'esecuzione del lavoro richiesto (ad esempio i lavori che eventualmente devono essere realizzati dal cliente o le concessioni e autorizzazioni che il cliente deve richiedere prima dell'inizio dei lavori)
  • Le informazioni relative su come presentare l'accettazione del preventivo da parte del cliente
  • La documentazione che dovrà essere presentata in caso d'accettazione del preventivo

Il preventivo non può valere meno di 3 mesi e dopo la scadenza, per ottenere l'allacciamento si deve ripresentare la richiesta e ricevere un nuovo preventivo. Una volta visionato il preventivo, si può liberamente decidere di accettarlo o rifiutarlo. Se si decide di accettare il preventivo richiesto, si può contattare telefonicamente il fornitore, confermando la presa visione del preventivo e l'accettazione del contratto. È anche possibile accettare il preventivo contattando il fornitore via email o pagando direttamente. Se si decidesse di rifiutare il preventivo, non si incorrerebbe in nessun costo.

FAI ATTENZIONE!Non farti ingannare dal distributore, che non potrà richiedere al cliente alcun costo aggiuntivo per l'esecuzione dei lavori che non siano stati indicati nel preventivo.

Tempistiche e costi di un allacciamento di luce e gas

Sono differenti le tempistiche per la realizzazione di un allacciamento di energia elettrica o di gas metano

Un allacciamento può richiedere lavori complessi che sono generalmente eseguiti dal distributore locale di energia elettrica o gas. Generalmente richiede tempi che variano dai 15 ai 60 giorni. Infatti, se presenti la richiesta al fornitore, quest'ultimo la trasmette al distributore entro 2 giorni lavorativi. Il distributore a sua volta entro 20 giorni lavorativi dalla richiesta deve inviare al cliente il preventivo, che deve avere una validità di almeno 3 mesi.

RICORDA CHE... Se lasci scadere il preventivo del distributore, dovrai richiedere nuovamente l’allacciamento con tutte le procedure e la documentazione necessaria!

Una volta che hai accettato il preventivo, il distributore realizzerà l'allacciamento della luce entro:

  • 15 giorni lavorativi dalla data di ricevimento dell'accettazione se si tratta di lavori semplici (come ad esempio l'installazione del contatore)
  • 60 giorni lavorativi in caso di lavori complessi (interventi di tipo strutturale come ad esempio il passaggio di cavi/tubi sotto terra o dentro i muri)

Per l’allacciamento del gas, invece, una volta accettato il preventivo, il distributore realizzerà i lavori entro:

  • 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento dell'accettazione se si tratta di lavori semplici (con contatore fino alla classe G25)
  • 60 giorni lavorativi in caso di lavori complessi

Il costo varia a seconda del tipo di allacciamento richiesto

Il costo dell’allacciamento di energia elettrica e di gas dipende dalla durata del contratto. Se per l’energia elettrica hai stipulato un contratto di tipo permanente, il prezzo dell'operazione di allacciamento verrà calcolato in base alla tipologia di fornitura dalla società di distribuzione sommando i contributi di:

  • Quota distanza: calcolata in linea retta tra la fornitura da allacciare e la più vicina cabina di trasformazione in servizio da almeno 5 anni 
  • Quota potenza: calcolata in base alla potenza disponibile indicata dal cliente nella richiesta d'allacciamento
  • Quota fissa: versato sempre dal cliente per coprire i costi amministrativi sostenuti dal distributore per realizzare l'allacciamento

Per maggiori informazioni riguardo i costi, ti consigliamo di consultare la nostra pagina dedicata all’allacciamento di luce e gas.

Per il gas metano, invece, il costo di allacciamento viene calcolato secondo un prezzario approvato dall'ente locale e reso pubblico dal distributore, tenendo comunque presente la tipologia di fornitura dalla società di distribuzione e i contributi di:

  • Quota distanza: calcolata in linea retta tra la fornitura da allacciare e la più vicina cabina di trasformazione in servizio da almeno 5 anni 
  • Quota potenza: calcolata in base alla potenza disponibile indicata dal cliente nella richiesta d'allacciamento
  • Quota fissa: versato sempre dal cliente per coprire i costi amministrativi sostenuti dal distributore per realizzare l'allacciamento
  • Documentazione necessaria per un allacciamento
  • Dati personali del cliente
  • Dati del nuovo immobile
  • Indirizzo della fornitura
  • Documenti catastali sulla concessione edilizia
  • Per l'allacciamento della luce, la potenza disponibile richiesta (quanti chilowatt)
  • Per l'allacciamento del gas, l'uso per cui viene richiesto (per cottura cibi, produzione acqua calda, soltanto riscaldamento oppure riscaldamento, cottura e acqua calda)

Installazione del contatore

L'allacciamento della luce o del gas si considerano completati con l'installazione del contatore, sempre di responsabilità del distributore: in merito a ciò contatta lo 010.848.01.61 oppure fatti richiamare gratuitamente

In generale i contatori vanno installati secondo le modalità previste dal distributore, salvo eventuali deroghe concordate con il cliente. Prima di tutto va accertato che la predisposizione per l’allaccio sia già stata ultimata. In caso contrario è necessario chiamare il distributore per richiedere un sopralluogo per allacciamento alla rete per la predisposizione delle tubazioni con eventuali lavori da eseguire. Una volta completate le opere necessarie, il distributore si incaricherà dell’installazione del contatore, che verrà installato nelle immediate vicinanze dell' unità immobiliari, in posizione accessibile per il gestore della rete anche in assenza del cliente. Nel caso di condomini o di ville plurifamiliari, i contatori sono collocati tutti in un unico vano.

Per maggiori informazioni riguardo alla collocazione dei contatori, visita la nostra pagina dedicata all'installazione del contatore di luce e gas.

TIENI PRESENTE CHE... Le opere murarie e gli interventi necessari per l’installazione del contatore saranno a carico del cliente, che dovrà provvedere alle spese.