Alluvione Emilia Romagna: prorogata la Sospensione Bollette a Ottobre

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Bolletta Troppo Alta?

Chiama un operatore e scopri come risparmiare. Confrontiamo le tariffe e ti presentiamo le migliori offerte. Servizio gratuito.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta le tariffe e risparmia su Luce e Gas!

Confronta ora le migliori offerte del mercato o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico. Servizio Gratuito e senza impegno.

Proroga Sospensione Bollette Alluvione.
Arriva la proroga per la sospensione delle bollette nei comuni colpiti dall'alluvione a maggio 2023.

Pubblicato da Francesco Ursino e revisionato da Marina Lanzone il 10 agosto 2023  ||  ⏳ tempo di lettura 3 min.

In un comunicato ufficiale, ARERA ha stabilito la proroga della sospensione dei pagamenti delle bollette per diversi comuni del nord e centro Italia colpiti dall'alluvione del maggio scorso. Approfondiamo tutti i dettagli di questa iniziativa.

L’inizio di maggio 2023 è stato funestato da giorni di intensa pioggia, riversatasi soprattutto sull’area dell’Emilia Romagna. Una vera e propria alluvione, che ha portato con sé distruzione e intere zone urbane da ricostruire. Nei primi momenti d’emergenza, il Governo guidato da Giorgia Meloni stabilì lo stop ai pagamenti delle bollette di luce, gas, acqua e rifiuti, per un periodo che andava dal 1 maggio 2023 al 31 agosto 2023.

Adesso ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, con un nuovo comunicato ha chiarito che la sospensione andrà avanti fino al 31 ottobre 2023. Facciamo un rapido riepilogo e poi vediamo di spiegare meglio tutti i dettagli.

Proroga sospensione bollette alluvione Emilia Romagna
Cosa è successo Il provvedimento La proroga
L'alluvione dello scorso maggio ha messo in difficoltà diversi comuni in Emilia Romagna e centro Italia. Per aiutare le popolazioni colpite dall'alluvione, il Governo ha stabilito la sospensione delle bollette fino ad agosto 2023. Il termine della sospensione delle bollette ora è stato prorogato a ottobre 2023. Per beneficiare della proroga andrà fatta specifica richiesta.

Anche in estate, quindi, i provvedimenti legati alla gestione delle bollette continuano a susseguirsi. Per continuare a rimanere aggiornato sugli ultimi avvenimenti legati al settore energetico, puoi iscriverti al nostro canale Telegram.

Quali sono i comuni interessati dalla proroga?

Nel comunicato diffuso da ARERA viene specificato che la proroga della sospensione del pagamento delle bollette è stata decisa con la delibera 390/2023/R/com. Il provvedimento fa seguito al cosiddetto “Decreto Alluvione”, ovvero il decreto-legge 61/23. Quest’ultima fonte identifica le aree interessate dall’iniziativa, che risultano quindi essere le province di:

  • Reggio-Emilia;
  • Modena;
  • Bologna;
  • Ferrara;
  • Ravenna;
  • Forlì-Cesena;
  • Rimini.

A queste si aggiungono altri comuni della provincia di Pesaro e Urbino come:

  • Fano;
  • Gabicce Mare;
  • Monte Grimano Terme;
  • Montelabbate;
  • Pesaro;
  • Sassocorvaro Auditore;
  • Urbino.

Infine, vengono interessati anche alcuni comuni della Città metropolitana di Firenze:

  • Firenzuola;
  • Marradi;
  • Palazzuolo sul Senio;
  • Londa.

I soggetti "titolari di utenze e forniture" nelle zone elencate, pertanto, potranno beneficiare della proroga, che però non sarà automatica.

Come beneficiare della sospensione delle bollette?

L’ulteriore sospensione dei pagamenti delle bollette non avverrà in automatico. ARERA spiega nel dettaglio come si dovrà agire:

"Per poter beneficiare dell'ulteriore sospensione, rispetto a quella generalizzata già in atto, i clienti e gli utenti interessati dovranno inviare - entro il 31 agosto o comunque entro la data di conclusione del periodo di sospensione - ai venditori di energia elettrica e gas e ai gestori del Servizio Idrico Integrato o del settore rifiuti, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante che l'utenza o la fornitura sia collocata in una abitazione e/o sede che risulta compromessa nella sua integrità funzionale in conseguenza degli eventi alluvionali."

ARERA.it, comunicato “Alluvione: prorogata al 31 ottobre la sospensione dei pagamenti delle bollette per gli edifici compromessi”

Pertanto, ci si dovrà attivare in prima persona, altrimenti al termine di agosto si ricomincerà a ricevere le bollette normalmente. La dichiarazione dovrà essere inviata tramite i vari canali dei fornitori. Di seguito elenchiamo i riferimenti del servizio clienti di alcuni dei maggiori operatori luce e gas:

Gestione della morosità e rateizzazione

Il nuovo periodo di sospensione delle bollette per l’alluvione in Emilia Romagna coinvolge anche le azioni sulla morosità. Difatti, il nuovo termine sospende tutti i procedimenti riguardanti utenti morosi, anche nel caso in cui la morosità sia avvenuta prima degli eventi alluvionali. Quando terminerà il periodo di sospensione, infine, il pagamento potrà avvenire in due differenti modi:

  • sarà possibile corrispondere gli importi dovuti seguendo i normali termini di scadenza delle fatture sospese;
  • si potrà beneficiare di una rateizzazione su un periodo minimo di 12 mesi. Tutti gli operatori luce, gas, acqua e rifiuti saranno infatti tenuti a offrire ai clienti un piano di rateizzazione spalmato su un periodo minimo di un anno, senza applicare interessi o effettuare discriminazioni tra utenti.

Le bollette sospese, pertanto, potranno essere pagate a condizioni agevolate.

Fonti da consultare sulla rateizzazione bollette per l’alluvione in Emilia Romagna

DECRETO-LEGGE 1 giugno 2023, n. 61

Testo del DECRETO-LEGGE 1 giugno 2023, n. 61, intitolato "Interventi urgenti per fronteggiare l'emergenza provocata dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023."

Delibera ARERA 390/2023/R/com

Testo della delibera ARERA 390/2023/R/com, intitolata "Proroga della sospensione dei termini di pagamento a favore delle popolazioni maggiormente colpite dagli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal 1 maggio 2023".

Ti potrebbe interessare anche