Meno 42,5% di import Gas russo. Incremento del gas estratto in Italia

aggiornato il
min di lettura
google news

Non restare indietro! 

Bolletta alta, migliori offerte a prezzo fisso e bonus bollette: segui Luce-gas.it su Telegram!

snam rapporto gas russia

Pubblicato da Federica Scaramuzzi il 11 novembre 2022  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

I flussi di gas russi verso l'Italia sono diminuiti, ma di quanto? A rispondere a questa domanda ci ha pensato Snam, evidenziando un crollo notevole. Si registrano ben 42,5 punti percentuali di perdita: nello specifico parliamo di 12,45 miliardi di metri cubi i flussi di gas provenienti dalla Russia. Questo dato, in particolare, proviene dal valico di Tarvisio (Udine).

Il periodo di riferimento, di tale perdita, va da gennaio 2022 al 30 settembre 2022.

Chi è Snam? 

Si tratta di uno dei principali operatori europei nel trasporto e nello stoccaggio di gas naturale. Il loro rapporto ci riporta una panoramica chiara e precisa, secondo le loro rilevazioni. 

Si continua a scendere anche nell'import di gas dalla Libia attraverso Gela (Caltanissetta) con un -27,8% e 1,77 miliardi di metri cubi. 

Da dove stiamo importando gas?

Questa potrebbe essere la domanda che può sorgerti spontanea. Nel rapporto dati di Snam possiamo notare una crescita interessante nell'import dall'Azerbaijan attraverso il Tap a Melendugno (Lecce) (+75,8% a 7,7 miliardi di metri cubi). In crescita anche l'afflusso di 17,33 miliardi di metri cubi (con una crescita di 13,3 punti percentuali) provenienti dall'Algeria attraverso il terminale di Mazara del Vallo (Trapani).

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Iscriviti ora al nostro canale Telegram per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Il dato di importazione più in crescita lo detiene il Passo Gries (Verbania) dal dal Nord Europa tramite, che registrano un'impennata del 382,4% a 6,32 miliardi di metri cubi. 

Una panoramica generale del gas estratto in Italia

Da gennaio 2022 a settembre dello stesso anno il Gnl arrivato in Italia è cresciuto del 27,1% a 10,13 miliardi di metri cubi. L'Italia ha incrementato la produzione di gas? La risposta è positiva e ce la forniscono siti come Adriatic Lng di Porto Viro (Rovigo) con un +6% nella produzione del 6% (5,83 miliardi di metri cubi). Impennata dell'Olt di Livorno con un +107,8% e 2,93 miliardi di metri cubi. Panigaglia (La Spezia) con +29,2% e 1,37 miliardi di metri cubi. 
 In controtendenza l'apporto dei rigassificatori, che trattano il gas naturale liquefatto (Gnl) per immetterlo in rete o nei depositi.

confronto luce e gas)confronto luce gas

Vuoi risparmiare sulle bollette tutto l'anno?

Scegli la migliore offerta per luce e gas che ti garantisca una convenienza tutto l'anno! Scopri le migliori offerte di Marzo 2024

Ti potrebbe interessare anche