Domotica: oggetti di marchi diversi comunicheranno tra loro con Matter

Creato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 14.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

Oggetti domotica di marchi diversi comunicano insieme

Pubblicato da Federica Scaramuzzi il 15 novembre 2022  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.


L’utilizzo di dispositivi connessi ad internet e ottimizzati per il risparmio energetico va sempre per la maggiore. Basti pensare a prodotti come Amazon Alexa, Google Home, dispositivi Samsung e Apple: sono entrati a far parte della nostra quotidianità e ci permettono di controllare a distanza e in maniera “smart” i nostri consumi energetici.

Possiamo impostare un orario di spegnimento e di accensione grazie ad un semplice click sul nostro smartphone, riducendo notevolmente lo spreco energetico.

Con l’incremento della domanda di produzione di questi dispositivi si affianca anche la produzione di accessori indispensabili per la trasformazione completa in casa intelligente: ne sono un esempio i sensori di rilevamento, lampadine, serrature, meccanismi di sicurezza, interruttori e prese di corrente. Tutti sono interconnessi grazie alla tecnologia IoT (internet of things).

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Iscriviti ora al nostro canale Telegram per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Tanti marchi che non comunicano tra loro

L’ipersegmentazione di questo mercato ha prodotto un’inevitabile incompatibilità tra i differenti oggetti demotici presenti in casa. Per fare un esempio, non sogneremmo mai di chiedere ad Google Home si accendere una lampadina connessa con un interruttore configurato dal sistema Amazon Alexa.

Eppure tutto questo, presto, potrebbe diventare realtà. Il risparmio energetico potrebbe “parlare la stessa lingua” grazie a Matter, un sistema che intende semplificare l’interoperabilità di dispositivi di marchi differenti.

Tra le aziende che hanno presentato prodotti compatibili con il sistema Matter ci sono big come Philips, Nanoleaf, e Amazon.

Le news aggiornate del mercato energia: