Record energia 2022: più rinnovabili o fossili?

aggiornato il
min di lettura
google news

Non restare indietro! 

Bolletta alta, migliori offerte a prezzo fisso e bonus bollette: segui Luce-gas.it su Telegram!

record energia 2022

Pubblicato da Carmela Maggio il 19/01/2023  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

L'energia rinnovabile o quella prodotta da fonti fossili, entrambe, nel 2022 hanno subito una forte crescita in tutta Italia, in Europa e negli altri continenti. Infatti, i dati analizzati mostrano un record per il 2022 importante: la domanda di energia elettrica del 2022 è decisamente aumentata rispetto all'anno precedente (precisamente del 3%). Il contributo è stato dato da tutte le fonti energetiche, a partire da quelle sostenibili, finendo a quelle inquinanti. Queste ultime, le fonti fossili, sono cresciute del 82% in Italia per via della paura dovuta alla guerra, mentre, le fonti rinnovabili sono aumentate a dismisura (168% di nuova potenza installata nelle strutture italiane).

Andiamo a vedere più nel dettaglio cosa è successo nel nostro Paese e nel resto del pianeta.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Seguici su Google News per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Il caso italiano: fonti rinnovabili e fossili a confronto

In Italia, confrontando i dati di utilizzo dell'energia rinnovabile (eolico, solare, idroelettrico) con quelli collegati alle fonti fossili (tra cui il carbone), viene fuori un loro incremento nel 2022. 

L’associazione Elettricità Futura ha dichiarato che in Italia, il 60% dell’elettricità è prodotta da carbone e da fonti fossili come il gas naturale. Secondo i dati di Nomisma Energia, inoltre, da gennaio a settembre 2022, l’energia proveniente da fonti fossili è cresciuta dell’82%. Invece, l’ultimo report di Terna (società italiana che si occupa della trasmissione dell'energia elettrica ad alta tensione) dimostra che c’è stato un balzo del 56,6% nel mese di ottobre del 2022.

Nonostante questo l’energia sostenibile ha fatto passi da gigante proprio in questo anno. In particolare, secondo il report di dati dell’Osservatorio di Fonti di Energia Rinnovabili (Fer) analizzato dalla Federazione ANIE, sulla base dei dati di Terna, in Italia, nei primi sei mesi del 2022 sono stati installati nuovi sistemi che producono energia rinnovabile, pari al 168% di potenza in più rispetto all’anno precedente (2021). Esattamente, i dati si dividono in:

  • +193% di potenza per il fotovoltaico;
  • +66% di potenza per idroelettrico. 

Energia rinnovabile Vs carbone: cosa è successo nel mondo 

Il 2022 è stato l'anno delle rinnovabili nel mondo intero poiché tutte le nazioni hanno incrementando la produzione di energia pulita. Esattamente l’energia eolica (pale eoliche) e quella solare (fotovoltaico) forniscono il 77% dell'energia rinnovabile globale; l’energia idroelettrica il resto.

A livello internazionale, la Cina è al primo posto per la produzione di energia elettrica da fonti sostenibili. Nei primi dieci mesi del 2022, nel Paese orientale, l’energia eolica è aumentata del 25%.

In Europa il consumo di carbone nel 2022 è cresciuto del 6%. Allo stesso tempo, l’Unione europea, tra maggio e agosto del 2022, ha generato il 12% di energia elettrica da fonti solari (+9% rispetto al 2021). Questo ha permesso di risparmiare 29 miliardi di euro di importazioni di gas. Di seguito ecco i dati inerenti alle altre forme di energia pulita: 

  • 12% energia totale è derivato dall'eolico;
  • 11% dall'idroelettrico. 

In Germania, l’anno scorso, l’energia rinnovabile ha supportato il consumo di energia per il 46%, rispetto al 41% del 2021. Nel Regno Unito, solo nell’ultima settimana del 2022, l’energia eolica ha contribuito all’approvvigionamento per il 61,4%.

Il prezzo delle bollette cala anche grazie alle fonti rinnovabili

Principalmente, il tetto al prezzo del gas è il primo motivo per il quale il costo delle bollette sta calando a gennaio 2023. Tra gli altri motivi abbiamo gli aumenti di stoccaggio e le temperature miti.

Ma anche le fonti rinnovabili stanno portando il loro contributo. Gli impianti idroelettrici, eolici e solari hanno consentito di generare maggiore energia elettrica, coprendo i consumi. Per esempio, i parchi eolici tedeschi hanno registrato un dato mai visto prima, ossia 50.232 megawatt solo il 4 gennaio 2023.

Ti potrebbe interessare anche