Rateizzazione bolletta: Eni Plenitude estende possibilità

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

rateizzazione bollette eni e arerà

Pubblicato da Federica Scaramuzzi il 27 gennaio 2023  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

Secondo Aslak Berge, esperto di commercio, economia e lingua, il caro bollette potrebbe terminare nella primavera del 2023: tuttavia, ad oggi, bisogna fornire tutti gli strumenti possibili per far fronte a rincari davvero molto onerosi. Ricorrere alla rateizzazione di bollette molto alte può essere uno strumento utilissimo per alleviare il peso del caro energia. 

In alcune situazioni è possibile chiedere la rateizzazione della bolletta a seconda della situazione finanziaria del cliente e della sua storia di pagamento. In alcuni casi, potrebbe essere richiesto un deposito cauzionale o una garanzia.

Eni Plenitude ha da poco annunciato che estenderà questa possibilità a un bacino di utenti più ampio. Scopriamo i dettagli dell'iniziativa e come funziona il meccanismo di rateizzazione nel mercato libero e in quello tutelato. 

Rateizzazione estesa per la bolletta di Eni Plenitude

Per sapere generalmente se è possibile dividere la bolletta Plenitude in rate, è necessario verificarlo nella sezione dedicata alle comunicazioni al cliente della bolletta. Se è presente la dicitura "fattura rateizzabile", significa che hai il diritto di richiedere l'avvio della rateizzazione. 

È notizia di qualche ora fa quella che vede Eni Plenitude alla griglia di partenza per la rateizzazione delle fatture “emesse nel corso del primo semestre 2023, con rate variabili in funzione dell'importo e senza interessi e spese”. Lo rende noto con un comunicato, spiegando di aver previsto questa possibilità “per i propri clienti, famiglie, condomini e piccole imprese”. Si inizia il prossimo 1 febbraio

Sarà quindi possibile rateizzare senza interessi le fatture del periodo gennaio-giugno 2023. La dilazione agevolata per le fatture del periodo gennaio-giugno 2023 sarà strutturata in modo flessibile, con rate variabili a seconda dell'importo della bolletta: 

  • per importi fino a 500 euro, la rateizzazione sarà di 10 mesi con una prima rata pari al 50% dell'importo;
  • per importi tra 500 e 1000 euro, la rateizzazione sarà sempre di 10 mesi, ma con una prima rata pari al 30% dell'importo; 
  • per importi superiori a 1000 euro, la rateizzazione sarà fino a 18 mesi con rate costanti.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Seguici su Google News per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Come si rateizza una bolletta troppo alta?

Sia i clienti privati del Servizio di Maggior Tutela sia quelli del mercato libero possono chiedere di pagare a rate le bollette in condizioni sostanzialmente uguali. Ecco le condizioni necessarie: 

  • quando la bolletta contiene un ricalcolo per consumi effettivi che è superiore al doppio dell'importo più alto fatturato nelle bollette su consumi stimati che l'hanno preceduta; 
  • se l'importo della fattura non è inferiore a 50€
  • quando in bolletta sono stati fatturati consumi precedentemente non registrati a causa di un malfunzionamento, non imputabile al cliente, del gruppo di misura o del contatore o una reiterazione nella mancata fatturazione dei consumi causata dal fornitore stesso;
  • quando il fornitore non ha rispettato la periodicità prevista per l'emissione delle bollette;
  • se l'utenza è dotata di contatore accessibile e la bolletta contiene un ricalcolo per consumi effettivi a causa di una o più mancate letture.

Inoltre, i clienti titolari di bonus gas che sono costituiti in mora per il mancato pagamento di una o più bollette possono chiedere la rateizzazione.

Rateizzazione delle bollette per le imprese 

Il decreto Aiuti Quater, inviato al Quirinale, proroga al 31 dicembre 2023 le garanzie Sace per il rincaro dell'energia e per gli effetti della guerra in Ucraina. Le imprese potranno richiedere prestiti di durata sei anni con garanzia tra il 70% e il 90% a seconda del fatturato, a condizione che il finanziamento non superi il 15% del fatturato o il 50% dei costi per l'energia dei 12 mesi precedenti. Il decreto include anche la possibilità di rateizzare le bollette per un periodo tra 12 e 36 mesi con fideiussione assicurativa, contro-garantita dalla Sace fino al 90%. Chi richiede questo beneficio si assume l'impegno a garantire i livelli occupazionali attraverso accordi sindacali e a non trasferire le produzioni fuori dall'UE. Non è possibile distribuire i dividendi.

Offerte e News su Eni

Le news aggiornate del mercato energia: