Putin dice stop all'esportazione di gas nei Paesi con il price cap

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

Putin dice no all'esportazione di gas ai Paesi con il price cap

Pubblicato da Carmela Maggio il 28/12/2022  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

Mosca dice stop all'esportazione di gas nei Paesi con il price cap. Per cui, Putin ha firmato il decreto sul petrolio russo. Da febbraio 2023 fino a luglio saranno fermate tutte le esportazioni agli Stati che adottano il price cap sul gas. Dunque, questa misura è la risposta al tetto massimo al prezzo del gas. Detto, fatto, d'altronde. Si perché il Presidente russo lo aveva già accennato. Infatti, a dare la notizia è proprio il Presidente della Russia. Ma non è solo una novità poiché Putin ha scritto nero su bianco la legge, firmando un decreto. E' sicuro: Mosca bloccherà le esportazioni di petrolio in tutti i Paesi europei che hanno deciso di introdurre il price cap sul gas

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Seguici su Google News per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Nel documento pubblicato dalla Gazzetta ufficiale russa si legge che: "La fornitura di petrolio a persone giuridiche e persone fisiche straniere è vietata se i contratti per tali forniture direttamente o indirettamente utilizzano un prezzo massimo". Secondo la Russia, la misura siglata a dicembre è stata adottata in connessione con azioni contraddittorie.

Così si approda dal documento diffuso: "La misura è in connessione con azioni ostili e contraddittorie del diritto internazionale degli Stati Uniti e di stati stranieri e organizzazioni internazionali che si uniscono a loro, e allo scopo di salvaguardare gli interessi nazionali russi". A monitorare nel tempo che la legge venga attuata sarà il ministero degli Esteri russo.

Infine, le importazioni di petrolio russo nel Regno Unito non sono più crescenti come una volta, tanto che ad agosto si è passati da 1,7 barili da 2.6 milioni in media. Gli Stati Uniti potrebbero prendere il posto della Russia e diventare così il principale fornitore di gas?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Vuoi risparmiare sulle bollette tutto l'anno?

Scegli la migliore offerta per luce e gas che ti garantisca una convenienza tutto l'anno! Scopri le migliori offerte di Giugno 2024

Le news aggiornate del mercato energia: