I Prezzi del Gas si abbassano: la Crisi Energetica sta finendo?

Creato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 14.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

prezzo gas scende

Pubblicato da Francesca Pasculli il 25/10/2022

Negli ultimi giorni l'indice del TTF gas, al momento il mercato all'ingrosso più rilevante in Europa, ha registrato dei cali di prezzo incredibili, creando speranza a riguardo della pesante crisi energetica che da gennaio 2022 colpisce gran parte dell'Europa. La domanda sorge spontanea: la crisi sta finendo? La risposta è, ahimè, no!

Il calo dei prezzi del gas registrato in questi giorni è il sintomo di un'offerta a breve termine eccessiva, poiché gli stoccaggi sono quasi del tutto pieni, specie in paesi come la Spagna e la Francia, in cui i prezzi sono andati addirittura in negativo. Ma la situazione, se vista con uno sguardo ben più ampio, non è ancora delle migliori, specie se paragonata a quella del 2021, durante il periodo precedente alla crisi.

andamento ttf gas
Nel grafico puoi vedere l'andamento del prezzo del gas negli ultimi tre mesi.

Attualmente infatti, siamo manchevoli del 25% del normale flusso di gas, nonostante quest'anno sia aumentata l'importazione proveniente dalla Norvegia e del GNL americano ed arabo. La risposta a questa problematica si potrebbe ritrovare nell'acquisto di altro GNL, fino a colmare la mancanza, ma purtroppo la soluzione non è così semplice.

I maggiori esportatori di GNL sono l'Australia che rifornisce l'Asia Orientale e il Qatar, che attualmente rifornisce di gas India, Giappone e Cina, i suoi tre maggiori clienti. L'America rimane l'unico esportatore che potrebbe aumentare i flussi verso il mercato spot, così come ha promesso. Ma riusciranno a colmare questo grande gap del 25%?

Alcuni esperti dell'energia affermano che è improbabile che gli Stati Uniti riescano a sopperire a tale differenza da qui ai prossimi 3-4 anni e che inoltre sono previste delle carenze di materia prima nella parte nord orientale degli Stati Uniti.

La domanda ora diventa: L'Europa riuscirà ad attrarre il 25% di gas giornaliero in più? La risposta, probabilmente è no, a meno che non stringa rapporti di collaborazione a lungo termine con il Qatar.

Fonte: Andreas Steno Larsen su Twitter.

Cosa succede ai clienti con offerte variabili?

Per i clienti con offerte variabili il dato che si sta registrando al momento è molto positivo, in quanto al calare del prezzo del mercato, diminuisce anche il costo della loro fornitura. Per cui a chi ha scelto un'offerta di questo tipo, le bollette del mese di ottobre dovrebbero raggiungere prezzi più ragionevoli, rispetto agli ultimi mesi. Ma gli esperti non proiettano nulla di molto positivo per questo mercato, per cui, chi ha scelto un'offerta fissa, non dovrà preoccuparsi delle variazioni di prezzo.

Per farti un idea delle tariffe più convenienti in questo momento, guarda le offerte luce e gas!

Le news aggiornate del mercato energia: