Iberdrola: da Bei 150 milioni per nuovi impianti rinnovabili

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

iberdrola investimento green

Pubblicato da Federica Scaramuzzi e revisionato da Marina Lanzone il 16 febbraio 2023  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

La Banca europea per gli investimenti (BEI) e Iberdrola hanno siglato un nuovo accordo per promuovere la transizione energetica in Italia attraverso la realizzazione di nuovi impianti per la produzione di energia rinnovabile. Nello specifico la BEI ha concesso un prestito "verde" di 150 milioni di euro per finanziare una serie di progetti nel settore eolico e fotovoltaico, con una capacità complessiva di circa 400 megawatt (MW).

Ti interessano le rinnovabili? Vuoi rimanere sempre aggiornato?Iscriviti alla nostra Newsletter per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Cosa viene finanziato? 

Il finanziamento comprende non solo l’installazione di nuovi impianti ma anche la realizzazione delle relative infrastrutture di connessione (come strade di accesso, sottostazioni e interconnessioni): tali strutture sono necessarie per supportare l'espansione delle fonti di energia rinnovabile. 

Questo investimento che impatto avrà sulla comunità?

Questi nuovi impianti di energia eolica e fotovoltaica produrranno una quantità di energia equivalente al consumo medio di circa 260.000 famiglie, contribuendo significativamente alla sicurezza dell'approvvigionamento energetico. 

I progetti saranno ubicati principalmente nell'Italia meridionale, e avranno l'obiettivo di migliorare la sicurezza dell'approvvigionamento energetico in queste zone. Durante la fase di costruzione delle nuove infrastrutture, si prevede la creazione di posti di lavoro temporanei per circa 600 persone all'anno. Sono state scelte proprio queste regioni per un preciso motivo: sono "regioni di coesione" dell'Unione europea.

"Per la Banca europea per gli investimenti, la banca dell'UE per il clima, è una priorità garantire finanziamenti che assicurino un approvvigionamento energetico rinnovabile e sostenibile. Siamo lieti di collaborare con Iberdrola allo sviluppo dei suoi primi impianti rinnovabili in Italia, confermando il nostro impegno per il raggiungimento degli obiettivi climatici".

Gelsomina Vigliotti, vicepresidente della BEI.

Cos’è la politica di coesione?

La politica di coesione dell'Unione Europea mira a ridurre il più possibile le differenze e le disparità di sviluppo all’interno degli Stati membri (andando nello specifico fino alle regioni): tale politica mira a rafforzare una coesione maggiore, appunto, sotto molti aspetti come quello sociale, economico e territoriale. 

È la prima iniziativa “verde” di Iberdrola? 

Il gruppo Iberdrola è un’azienda spagnola attiva nel settore dell'energia, con una forte presenza nel mercato delle energie rinnovabili. La stessa ha già sviluppato un portafoglio di progetti in Italia per quasi 3.000 MW, che include un parco fotovoltaico di 23 MW già operativo e quattro progetti autorizzati per un totale di 116 MW. Inoltre il gruppo ha costituito una joint venture (JV) in Italia chiamata iCUBE Renewables, con un portafoglio iniziale di progetti per oltre 600 MW

Le news aggiornate del mercato energia: