Rinnovabili: quali sono le agevolazioni per le aziende?

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

hera Pnrr fotovoltaico

Pubblicato da Federica Scaramuzzi il 27 gennaio 2023  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

Ridurre drasticamente il consumo di fonti di energia non rinnovabili è un obiettivo condiviso a livello globale. Il comportamento di ogni singolo consumatore può fare la differenza ma, con il contributo di realtà produttive industriali sarà possibile cambiare significativamente le cose. 

I riflettori sono quindi puntati sulle aziende che, con i loro consumi maggiori, possono usufruire di incentivi, agevolazioni e contributi per passare a uno stile di consumo più green: a tal proposito si è anche espresso il Governo italiano con un decreto per velocizzare l'attuazione del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza). Al suo interno sono contenute le misure per rafforzare la capacità amministrativa degli enti locali, semplificare l'affidamento dei contratti pubblici, accelerare le verifiche di impatto ambientale e agevolare l'installazione di impianti che utilizzano fonti di energia rinnovabili

Esistono realtà produttive che hanno deciso di sfruttare tutti gli strumenti possibili per ridurre la propria impronta nel consumo di risorse finite. È il caso del gruppo Hera che ha ricevuto finanziamenti per oltre 130 milioni di euro dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) per progetti legati alla "rivoluzione verde" e alla transizione ecologica. Questi fondi consentiranno alla società di accelerare gli investimenti in economia circolare, transizione energetica, efficienza energetica e tutela idrica nei territori in cui opera, tra cui Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Marche e Toscana.

Se hai un’impresa e vuoi anche tu avvicinarti al grande mondo delle energie rinnovabili, potresti esserti posto questi quesiti.

Quanti soldi ci vogliono per installare un impianto fotovoltaico?

l costo di installazione di un impianto fotovoltaico dipende da diversi fattori, come la dimensione dell'impianto, la posizione geografica, la qualità dei componenti utilizzati e la manodopera. 

Il costo per installare un impianto fotovoltaico è scaricabile ai fini fiscali?

Sì, in Italia è possibile scaricare i costi per l'installazione di un impianto fotovoltaico. Ci sono diverse agevolazioni fiscali disponibili per chi decide d'installare un impianto fotovoltaico. Vediamo i dettagli. 

  • Il costo dell'investimento è deducibile secondo l'art. 102 del Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR), a titolo di ammortamento, per le persone fisiche e giuridiche titolari di reddito d'impresa. 
  • Conto Energia Termico, un incentivo per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. 
  • Conto Energia, un incentivo per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.
  • La legge bilancio del 2022 ha ridotto il credito d'imposta per l'installazione di impianti fotovoltaici al 6%, con una spesa massima di 2 milioni di euro. Le aziende con un fatturato inferiore a 5 milioni di euro possono ricevere un'unica quota annuale di compensazione, mentre quelle con un fatturato superiore a 5 milioni di euro riceveranno compensazione ripartita in 3 quote annuali. 
  • Il reverse charge, un meccanismo fiscale che permette alle aziende che acquistano un impianto fotovoltaico di essere esentate dal pagamento immediato dell'IVA, è stato prorogato al 2026 con Direttiva Ue.
  • Il decreto FER1 è un incentivo fiscale per le aziende che vogliono installare impianti fotovoltaici con una potenza tra 20 kW e 1MW, con possibilità di ottenere un guadagno in base alla quantità di energia reimmessa in rete. 

È importante verificare sempre la normativa vigente e le eventuali modifiche perché potrebbero esserci delle variazioni e opportunità per usufruire delle detrazioni fiscali. In ogni caso è sempre consigliabile consultare un professionista del settore o un commercialista per verificare la possibilità di accedere a queste agevolazioni e per conoscere tutti i dettagli delle procedure da seguire.

Vuoi rimanere sempre aggiornato? Seguici sul canale Telegram di Selectra . News, Offerte, Sconti. Tutte le novità dal mercato luce e gas. Clicca qui per unirti al canale.

Quali comportamenti dovresti far assumere alla tua azienda per essere più green? 

Ci sono diverse azioni che un'azienda può intraprendere per diventare più "green" e contribuire a ridurre l'impatto ambientale. 

  • Implementare fonti di energia rinnovabile (come il solare, l'eolico o l'idroelettrico). Tale adozione può aiutare l'azienda a ridurre le emissioni di CO2 e a risparmiare sui costi energetici.
  • Ridurre drasticamente i rifiuti e integrare pratiche di riciclaggio e il miglioramento dell'efficienza nell'utilizzo dei materiali. Tale pratiche possono aiutare l'azienda a ridurre la quantità di rifiuti prodotti e a ottenere risparmi economici.
  • Promuovere l'utilizzo di mezzi di trasporto "puliti" come biciclette, mezzi pubblici o veicoli elettrici, riducendo considerevolmente le emissioni di CO2 e migliorare la qualità dell'aria.
  • L'azienda può lavorare con i propri fornitori per garantire che anche loro adottino pratiche sostenibili, o magari selezionando fornitori che condividono gli stessi valori "green".
  • Un'ottima pratica potrebbe essere quella di coinvolgere il personale in programmi di sostenibilità e comunicare regolarmente sugli sforzi intrapresi dall'azienda per diventare più "green" può aiutare a creare una cultura aziendale sostenibile.

Tuttavia, è importante considerare che l'adozione di pratiche sostenibili può essere un processo continuo e che ogni azienda dovrebbe valutare quali azioni siano più adatte alle proprie esigenze e risorse.

 

Le news aggiornate del mercato energia: