Azienda di trasporto sostenibile? La fonda Eni!

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

mobilità sostenibile azienda Eni Sustainable Mobility

Pubblicato da Carmela Maggio il 03/01/2023  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

E' arrivata una grande novità dedicata alla mobilità sostenibile. Eni fonda una azienda di trasporto sostenibile: Eni Sustainable Mobility. Un vero e proprio supporto per la strategia di Plenitude che prevede la transizione energetica. Ma di cosa si tratta?

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Seguici su Google News per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Eni fonda una azienda di trasporto sostenibile: cos'è?

Eni Sustainable Mobility avrà una rete di più di 5mila punti vendita in tutta l'Unione Europea volta a vendere e distribuire idrogeno e energia elettrica di origine organica, tra cui: hydrogenated vegetable oil (HVO) e biometano.

A capo del progetto come amministratore delegato della mobilità sostenibile della società c'è Stefano Ballista, nonché anche attuale direttore di Eni Energy Evolution. L'azienda Eni Sustainable Mobility non esclude bioraffineria e biometano che esistono già, precisamente nelle bioraffinerie di Venezia e Gela. La società supervisionerà anche i progetti di Pengerang in Malesia e di Livorno.

Come si legge dal documento ufficiale di Eni diffuso, ecco di cosa si tratta: "Eni Sustainable Mobility svilupperà la bioraffinazione, il biometano e la vendita di prodotti, servizi e soluzioni per la mobilità, in Italia e all'estero, in un percorso che la vedrà evolvere verso una società multi-service e multi-energy."

L'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, ha specificato che: "Questa nuova società rappresenta la seconda leva strategica, da affiancare a Plenitude, nell’ambito del nostro percorso di transizione energetica per l’abbattimento delle emissioni Scope 3, le più significative e difficili da eliminare poiché generate dai clienti attraverso l’utilizzo dei prodotti. Attraverso questa operazione integriamo e liberiamo nuovo valore dalle nostre iniziative industriali, prodotti e servizi basati su tecnologie innovative e che andranno a costituire un’offerta unica e decarbonizzata per la mobilità".

Le news aggiornate del mercato energia: