Ecobonus comunicazione ENEA: "Non può prescindere"

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

Ecobonus comunicazione ENEA

Pubblicato da Carmela Maggio il 28/12/2022  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

L'Ecobonus prescinde dalla comunicazione all'ENEA. Ma non dovrebbe prescindere da questa, infatti, per riuscire a ricevere gli interventi dell'Ecobonus occorre inviare la comunicazione all'ENEA.

Fiscooggi ha pubblicato un avviso ai litiganti con oggetto proprio l'Ecobonus, secondo cui quest'ultimo non dovrebbe prescindere dalla comunicazione all'Enea dato che la certificazione garantisce che l'intervento segue vantaggi per l'ambiente, fiscali e per la collettività, i quali sono, appunto, previsti dall'agevolazione.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Seguici su Google News per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

La comunicazione all'ENEA permette di ottenere le agevolazioni riferite agli interventi per la riqualificazione energetica. Ma la rivista online dell'Agenzia delle Entrate pone l'accento su una certa interpretazione: da una parte gli illeciti commessi dai notai sulle compravendite immobiliari, dall'altra non si tratta di un onere burocratico inutile, trattandosi di produzione di energia sostenibile.

Pronunciandosi con queste parole: "Il riconoscimento dell’agevolazione oltre i confini tracciati dalle norme costituirebbe una illegittima deroga ai principi di certezza giuridica e di capacità contributiva in quanto le norme che prevedono agevolazioni fiscali sono di stretta interpretazione"

In merito all'onere burocratico, la rivista scrive: "non trattandosi quindi di un inutile onere burocratico contrario al principio della libertà di iniziativa economica di cui all’art. 41 Cost., comma 1, ma di un adempimento non particolarmente oneroso e ragionevolmente esigibile in relazione ad un dovere di attenersi ad uno standard di normale diligenza (cfr. Cass. n. 16625 del 2020; Cass. n. 13479 del 2016), indispensabile per consentire all’organo competente di svolgere eventualmente i controlli che ritenga necessari in merito alla meritevolezza dei lavori in relazione ai limiti previsti dall’art. 41 Cost., comma 2."

Infine, edilportale riferisce su un articolo che la comunicazione tardiva all'Enea potrebbe far perdere il diritto agli interventi posti dalle misure di agevolazione fiscali, ossia i Bonus come l'Ecobonus.

Le news aggiornate del mercato energia: