Caldaia a gas: previsto il divieto di vendita dal 2029?

aggiornato il
min di lettura
google news

Rimani aggiornato sulle novità del mercato energetico, offerte e promozioni!

Hai curiosità sulle news del mercato? Su Telegram rispondiamo a ogni tuo dubbio.

caldaia a gas

Pubblicato da Carmela Maggio il 02/02/2023  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

Più energia alternativa, meno combustibili fossili: pare sia questo il futuro del riscaldamento in Europa. E' previsto un divieto di vendita per le caldaie a gas dal 2029 ma manca la normativa. RepowerEu è il protagonista che dà il via a un nuovo inizio: rendere le nazioni dell'UE indipendenti dal gas russo. Il Parlamento europeo sta valutando il piano sugli apparecchi che riscaldano l'acqua calda negli immobili domestici. Ma cosa cambierà?

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Seguici su Google News per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Divieto di vendita delle caldaie a gas dal 2029

Addio alle caldaie a combustibili fossili autonome dal 2029? Sembrerebbe di sì. Le caldaie vendute nel 2022 (per la maggior parte a condensazione) sono 1.125.514 secondo l'ufficio studi di Anima. Gli anni tra il 2025 e il 2026 potrebbero essere decisivi per decretare la loro fine: in quel periodo assisteremo al decadimento delle etichettature energetiche e saranno eliminate le agevolazioni collegate all'acquisto di questa tipologia di impianti a gas. In altre parole, si prevede di inserire una etichetta energetica penalizzante per la vendita e tagliare gli incentivi rivolti ai cittadini per installare questi apparecchi.

Approfondimento classi energetiche caldaie Secondo i regolamenti 813/13 e 814/13, già dal 2019, per gli apparecchi per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, sono state eliminate le classi meno efficienti (E-F-G), prediligendo la classe A. Probabilmente, per tali strumenti, entro il 2029, saranno eliminate altre classi meno efficienti nelle etichettature energetiche.

RepowerEu, ossia il piano della Commissione europea che mira a rendere gli Stati dell'Europa indipendenti dal gas fornito dalla Russia, prevede delle regole: entro il 2029 si chiuderebbe il mercato di vendita delle caldaie a gas, cioè alimentate da fonti fossili. La direttiva revisionata da Energy performance of buildings directive (Epbd), la quale è in fase di discussione attualmente nel Parlamento europeo, potrebbe confermare il divieto di commercializzazione delle caldaie a gas, ma non c'è ancora nulla di definitivo.  

Caldaia a gas: cos'è e come funziona?

Questo apparecchio di riscaldamento prevede un meccanismo che preleva il gas che proviene dalla rete di distribuzione, lo brucia con la combustione e consente il riscaldamento dell'acqua calda al suo interno attraverso due circuiti:

  • uno idraulico (per l'acqua calda sanitaria);
  • uno per il riscaldamento (per esempio per i termosifoni).

L'acqua riscaldata, di conseguenza, viene portata nei tubi delle abitazioni domestiche (esistenti dietro i muri e collegati alla caldaia a gas) e nel frattempo il gas bruciato libera i fumi mediante una canna fumaria all'esterno.

Come funziona? 🔧

Distinguiamo le seguenti schede all'interno di una caldaia a gas.

  • dispositivo elettronico: la prima controlla i comandi a cui sono collegati gli attuatori e i componenti elettronici;
  • camera della combustione che resiste a 800 gradi: in questo punto il gas che proviene dalla rete viene convogliato e bruciato con delle scintille che provengono dalla candela di accensione. Questa camera contiene ossigeno che gestisce la fiamma;
  • canna fumaria collegata: generalmente, nelle caldaie a gas sono previsti anche dei ventilatori interni alla canna fumaria, spingendo i fumi nella parte superiore della casa verso il tetto per poi fuoriuscire.
confronto luce e gasconfronto luce gas

Vuoi risparmiare sulle bollette tutto l'anno?

Scegli la migliore offerta per luce e gas che ti garantisca una convenienza tutto l'anno! Scopri le migliori offerte di Aprile 2024

Le news aggiornate del mercato energia: