Confermato sabotaggio nel Mar Baltico: ritrovate tracce esplosive

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

confermato sabotaggio gasdotto svezia

Pubblicato da Carmela Maggio il 18/11/2022  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

E' stato confermato il sabotaggio del gasdotto Nord Stream nel Mar Baltico in Svezia poiché sono state ritrovate tracce esplosive. Mats Ljiungqvist, il procuratore delle indagini preliminari ha precisato che sono stati trovati residui in diversi punti, addirittura su degli oggetti estranei.

Specificando all'interno di un comunicato stampa che: "Durante le indagini sulla scena del crimine condotte nel Mar Baltico sono stati raccolti molti reperti e l'area è stata accuratamente analizzata. Il lavoro di analisi avanzata continua per trarre conclusioni più affidabili sull'incidente."

Continua così: "La cooperazione con le autorità in Svezia e in altri paesi funziona in modo eccellente, per il proseguimento del lavoro con le indagini preliminari è importante che si possa lavorare in tranquillità".

Ad oggi, però, l'ipotesi di reato non è stata notificata ancora a nessuno Stato. Dunque, la conferma dei primi risultati dell'inchiesta sembrerebbe di natura dolosa. Secondo la procura, l'indagine risulta complessa. Invece, secondo le autorità tedesche, si ipotizza che i tubi del Nord Stram numero 1 e 2 potrebbero essere per sempre inutilizzabili.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Seguici su Google News per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Sabotaggio nel mar baltico in Svezia: ecco cosa è successo nello specifico

L'evento è accaduto precisamente a settembre, quando nel Mar Baltico svedese esplose e si danneggiò il gasdotto Nord Stream che importava il gas dalla Russia alla Germania, il quale passava per il Mar Baltico in Svezia, punto esatto in cui si è registrata l'esplosione.

Da quel momento in poi si sono fatte solo speculazioni sui presunti colpevoli dell'accaduto, e al contempo sono partite le indagini per capire il motivo del danneggiamento. Gli Stati hanno iniziato a darsi la colpa a vicenda, pensando che la Russia abbia potuto auto sabotare il gasdotto, usando l'accaduto come leva politica e militare. Oggi, finalmente si hanno le prime certezze sul caso: dopo il ritrovamento di residui di esplosivo si può affermare che sia stato un evento voluto da qualcuno. Ora rimane solo da scoprire contro chi si deve puntare il dito.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Vuoi risparmiare sulle bollette tutto l'anno?

Scegli la migliore offerta per luce e gas che ti garantisca una convenienza tutto l'anno! Scopri le migliori offerte di Giugno 2024

Le news aggiornate del mercato energia: