Bolletta Eni Plenitude Alta? Scopri perché accade, tra quote fisse e aumento dei consumi

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Bolletta Troppo Alta?

Chiama un operatore e scopri come risparmiare. Confrontiamo le tariffe e ti presentiamo le migliori offerte. Servizio gratuito.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta le tariffe e risparmia su Luce e Gas!

Confronta ora le migliori offerte del mercato o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico. Servizio Gratuito e senza impegno.

Bollette Eni Alte
Arriva la tua bolletta Eni e, appena la apri, leggi una cifra da pagare che proprio non ti torna. Non preoccuparti, potrebbe non essere un errore!

Sei cliente Eni Plenitude e hai ricevuto una bolletta esageratamente alta? Potrebbe non dipendere dal fornitore, ma da voci di spesa fisse, consumi più alti durante la stagione invernale o depositi cauzionali accreditati. Vediamo insieme quattro casi possibili: diventare consumatori consapevoli ti permette di risparmiare davvero.

Ci sono volte che la bolletta arriva e rimani a bocca aperta: perché è così salata? Le cause possono essere molteplici, dai consumi eccessivi a cambiamenti che non dipendono necessariamente dal tuo fornitore e dall'offerta che hai scelto. In questo articolo parliamo nello specifico di Eni e di cosa fare se hai ricevuto una fattura luce e gas più elevata rispetto al solito.

Prima di cominciare, vediamo insieme quali possono essere le cause più comuni di un incremento dei costi in bolletta:

Le principali cause dell'aumento delle bollette Eni a Maggio 2024
CausaAnalisi
Spese FisseA prescindere dai consumi, ci sono dei costi sempre presenti in ogni fattura Eni e che, in base ai rispettivi cali e aumenti, influenzano il valore finale della bolletta.
Consumi più altiCi sono periodi dell'anno in cui è normale consumare di più, come durante la stagione invernale che richiede un utilizzo intensivo del gas per alimentare i riscaldamenti e aumentare la temperatura dell'acqua. Anche l'impiego dell'elettricità è maggiore, perché si riducono le ore di luce.
Non fare l'autoletturaQuando nella tua fattura Eni leggi "consumi stimati", significa che ciò che stai pagando non si basa sull'impiego reale dell'energia, ma su una media calcolata dal fornitore. Per evitare, quindi, costi maggiori ed eventuali conguagli, fare l'autolettura è un modo per pagare esattamente la luce e il gas che hai impiegato.
Altre partiteCi sono voci in bolletta che a un primo sguardo non sono chiare, ma che una volta decifrate ci spiegano il motivo della spesa. Per esempio "Altre Partite" può indicare un deposito cauzionale dovuto all'annullamento della domiciliazione bancaria.

Sei sicuro di non spendere troppo in bolletta? 🤔

Con il Bollettometro Selectra valuta in pochi minuti se la tua bolletta della luce è competitiva, confrontando spesa, consumi e periodo di fatturazione con le altre offerte sul mercato. È il momento di verificare se la tua offerta è davvero la migliore.

Per aiutarti a comprendere al meglio queste dinamiche e renderti un consumatore preparato, abbiamo preso in esame quattro bollette Eni di alcuni clienti Selectra e indagato la causa che ha portato ai costi inaspettati.

Considera, però, che gli aumenti, molto più spesso di quello che immagini, non dipendono dal fornitore (Plenitude in questo caso), ma da fattori esterni. In questo periodo, per esempio, le guerre, il clima imprevedibile e l'inflazione hanno contribuito a rendere volatili i valori del PUN e del PSV, con conseguenze sulle bollette. I fattori, però, che possono determinare i rialzi sono diversi. Eccone alcuni.

Bolletta luce Eni di 40 euro in bolletta con 0 kWh consumati, perché?

Non hai nemmeno acceso la luce, la bolletta indica 0 kWh, ma comunque, alla fine, ti ritrovi una fattura da pagare. Questa è la situazione che si è presentata a un nostro cliente che ci ha scritto per avere delle delucidazioni:

"Quando ho ricevuto la mia bolletta della Luce Eni, ero sicuro che non avrei speso niente, eppure mi sono ritrovato a dover pagare 40 euro. Come mai?"

Bollette Eni Alte - Caso 1

Quello che, apparentemente, può sembrare uno sbaglio, in realtà non lo è: la bolletta è composta da una serie di voci non tutte legate al consumo dell'energia. Quali sono? Vediamole insieme nel dettaglio:

  • al prezzo dell'energia e del gas si aggiungono i costi di commercializzazione e vendita (a volte chiamati quota fissa) che bisogna pagare a prescindere dai consumi;
  • le spese di trasporto e gestione del contatore;
  • gli oneri di sistema;
  • le imposte.

Le ultime tre voci sono uguali per tutti, a prescindere dal fornitore, e cambiano solo per cause esterne (come la guerra, per esempio). 
Tornando alla bolletta del cliente, sono proprio questi valori, che insieme raggiungono il totale da pagare, nonostante i consumi siano a zero, come in questo caso, o molto bassi. 

Hai dei dubbi sulla tua bolletta Eni? Ti diamo un consiglio: contatta gli esperti del settore

Se quando metti a confronto le tue bollette non riesci a orientarti, vuoi maggiori informazioni, scoprire come ridurre i costi e conoscere qual è la soluzione migliore per te, chiama lo 02 8295 809702 8295 8097fissa un appuntamento per poter parlare con noi.

Consumi molto alti? Anche le bollette salgono

Un nostro cliente ha ricevuto una fattura più alta del previsto e che non sapeva spiegarsi, per questo ci ha scritto preoccupato:

"Una bolletta così non la ricevevo da tempo, come è possibile che devo pagare tutti questi soldi? C'è stato un errore, forse?"

Bolletta Eni Alta - Caso 2

No, in questo caso nessun errore. Il cliente ha solo ricevuto una bolletta complessiva relativa a un periodo (febbraio - marzo) in cui ha utilizzato sia luce sia gas più del solito. Vediamo insieme cosa ha influito.

  • 🔥 I consumi: tra febbraio e marzo, il cliente ha usato più energia dei mesi precedenti.
  • 🚛 Le spese per la distribuzione e il trasporto e per la gestione del contatore: questa voce della bolletta pesa notevolmente sul totale, perché è in parte direttamente proporzionale all'aumento dei consumi.
  • 📈 Gli oneri di sistema: si tratta di costi definiti da ARERA a sostegno delle rinnovabili, della ricerca di sistema e a copertura di varie agevolazioni. Anche questi sono aumentati.

Ci sono alcune stagioni, periodi o situazioni in cui consumare di più è fisiologico. Questo non vuol dire che devi per forza rassegnarti a un aumento delle spese, anzi, è il momento giusto per cambiare le tue abitudini e utilizzare luce e gas con consapevolezza. 
Noi di Selectra, per darti una mano, ti diamo qualche piccolo consiglio che può contribuire a ridurre le tue spese a lungo termine: 

  1. scegli per la tua illuminazione solo lampadine LED;
  2. acquista elettrodomestici di classe A;
  3. migliora l'isolamento termico della tua abitazione e utilizza un termostato per regolare temperatura e tempo di accensione del riscaldamento.

Nuovo cliente Eni, perché i costi possono aumentare?

Un nostro cliente è appena passato a Eni. Quando ha ricevuto la sua prima bolletta era più alta di quello che si aspettava. Una voce, inoltre, gli ha messo dei dubbi: "consumi stimati". Si è quindi rivolto a noi di Selectra per saperne il significato:

"Ma come è possibile? Con la nuova offerta Eni mi aspettavo di pagare meno, invece la mia bolletta è più alta!"

Bolletta Eni Alta - Caso 3

Questo caso è molto particolare. Il cliente, in realtà, non ha speso di più rispetto a prima, nonostante la bolletta segni un valore che non lo convince: il problema nasce dal fatto che i consumi su cui si basa l'intera fattura sono, appunto, stimati.

Cosa vuol dire? I consumi stimati sono una media calcolata dal fornitore in base a una previsione, mentre quelli rilevati sono effettivi, e li puoi comunicare tramite l'autolettura
Se anche tu, come il nostro cliente, non hai ancora fatto l'autolettura, corri ai ripari e condividila subito con Plenitude: se il consumo stimato è più basso, pagherai la differenza con una fattura di conguaglio. Nel caso contrario (consumo stimato più alto di quello rilevato), Eni scalerà il pagamento in eccesso distribuendolo nelle successive bollette.

Qual è il momento giusto per comunicare l'autolettura?

Il periodo migliore viene indicato direttamente in bolletta. In generale, comunque, è bene dare questa informazione almeno un mese prima del pagamento.

Alla fine abbiamo suggerito al nostro cliente di effettuare l'autolettura e comunicare a Eni Plenitude i dati sui consumi. Per essere sicuri che tutto vada come previsto e che i costi si abbassino, gli abbiamo anche chiesto di chiamare Selectra non appena arriverà la bolletta successiva per effettuare insieme un confronto e valutare la prossima mossa.

Vuoi sapere in tempo reale le ultime novità del mercato e risparmiare in modo consapevole su luce e gas? Unisciti a noi sul nostro Canale Telegram: qui condividiamo con te notizie, articoli e informazioni sul settore energia!

"Altre partite" nella bolletta Eni: cosa significa?

A volte le voci in bolletta possono sembrare indecifrabili, per questo è sempre bene chiedere chiarimenti agli esperti. Ed è questo ciò che ha fatto un nostro cliente che, trovando un valore diverso dal solito, ci ha scritto.

"Cosa significa 'Altre partite'? Ho trovato nella mia bolletta gas di Eni questa voce, seguita da un elevato importo da pagare."

Per prima cosa abbiamo tranquillizzato il nostro cliente, questa è una spesa che non sarà presente in ogni bolletta e che può capitare nel momento in cui ci sono dei cambiamenti nel piano scelto. In questo caso specifico, per esempio, si tratta del deposito cauzionale dovuto al cambio di modalità di pagamento: l'utente, infatti, aveva annullato la domiciliazione bancaria.

Come abbiamo detto a lui, e come consigliamo generalmente ai nostri clienti, scegliere di pagare tramite domiciliazione bancaria conviene, non solo perché non avrai spese di questo genere, ma perché ti permette di non perdere tempo ed evitare complicazioni e ritardi.

La tua ultima bolletta Eni è risultata un po' troppo alta? Ti aiutiamo noi

Hai ricevuto una bolletta Eni con una richiesta di pagamento anomalo? Se la tua situazione non rientra tra quelle elencate, ti consigliamo di valutare il mercato e il suo andamento (consultando i valori del PUN e del PSV del giorno o la loro media mensile). Una volta che ti sei documentato, metti a confronto le migliori soluzioni luce e gas del momento e scopri se stai pagando eccessivamente o se comunque la tua promozione rientra tra le più convenienti per te.

Se hai bisogno di aiuto, comunque, noi di Selectra siamo qui: chiama al 02 8295 809702 8295 8097fissa un appuntamento per ottenere consulenze del tutto gratuite e senza impegno per trovare la promozione perfetta per te.

Le news aggiornate del mercato energia: