Per info su attivazione luce e gas

010.848.01.61 Richiamata gratuita

Tu sei qui

Come risparmiare sulla bolletta gas

Tagliare la spesa per il gas è possibile, bastano dei semplici accorgimenti ed un po' di attenzione. Ecco i nostri consigli per abbassare il costo della bolletta del gas, pagando meno per la tariffa e diminuendo i consumi di metano.

risparmio gas

Come diminuire la spesa di gas?

La bolletta del gas italiana è una delle più care in Europa.
Per abbassare la spesa del gas esistono due soluzioni principali: pagare di meno il metro cubo di gas e cercare di diminuirne il consumo.
Il primo modo è semplice e gratuito, basta confrontare diversi preventivi e trovare la tariffa più adatta alle tue esigenze che comporti un vero risparmio.
Nel secondo caso invece dobbiamo considerare un impegno maggiore, sia nelle nostre abitudini di comportamento sia per un eventuale investimento economico.

5 piccoli consigli pratici per diminuire la bolletta del gas

  1. impostare una temperatura di circa 19-20°C e regolare la caldaia
  2. non coprire i termosifoni
  3. far arieggiare la casa quando i termosifoni sono spenti
  4. chiudere i termosifoni dei locali non utilizzati
  5. usare dei riduttori per l'acqua, in modo da diminuire il consumo di acqua calda

Info offerte gas

010.848.01.61

Regolare il riscaldamento per diminuire la bolletta del gas

Nella bolletta del gas la principale fonte di consumo è sicuramente il riscaldamento dell'abitazione quando è autonomo. Questo è valido in particolar modo nelle zone montane o del Nord Italia dove il clima è più rigido in inverno.
A parità di efficienza dell'impianto per diminuire il consumo entra in gioco il comportamento e le abitudini degli occupanti. Una corretta regolazione della caldaia è fondamentale per evitare gli sprechi di gas. Il dubbio più frequente è se conviene tenere la caldaia sempre accesa oppure avviarla solo per qualche ora ad intermittenza. La risposta giusta non è categorica poiché dipende da diversi fattori, in primis dal tipo di caldaia e di impianto di distribuzione.
Inoltre i controlli per la manutenzione della caldaia obbligatori per legge sono necessari per il monitoraggio del rendimento oltre che per la sicurezza.

Scegliere una tariffa del gas davvero conveniente

A quando risale l'ultimo controllo sulla tua bolletta del gas? Se è passato un anno o più è ora di verificare la tariffa di fornitura del gas.
Il mercato mette a disposizione dei clienti finali molte proposte ed è importante rimanere aggiornati. Un'attenta analisi del prezzo della bolletta consente di verificare se c'è la concreta possibilità di risparmiare sul conto finale.
Adottare un'offerta con il prezzo del gas bloccato per un certo periodo di tempo, sfruttando magari una particolare promozione, ci mette al riparo da eventuali aumenti del mercato all'ingrosso. Per informazioni sulle offerte gas chiama lo 010.848.01.61.

Avere la residenza anagrafica o meno nella casa non influisce sulla bolletta del gas, bensì è solamente la tariffa dell'energia elettrica che prevede delle agevolazioni se l'intestatario del contratto è residente.

Per poter capire meglio la fattura e scegliere con maggiore consapevolezza, ecco un breve video che spiega cosa paghiamo in bolletta nel dettaglio di tutte le voci presenti.

Scegliere il giusto fornitore del gas

Oltre al prezzo dell'offerta del gas è importante valutare anche la qualità del servizio fornito dal gestore. Per la maggior parte dei casi il numero verde è il primo canale di contatto a cui rivolgersi, se usi spesso il telefono assicurati che il numero sia gratuito da fisso e da cellulare.
Gli operatori del call center e degli sportelli sul territorio per la gestione dell'utenza dovrebbero essere competenti e dovrebbero risolvere le questioni in modo veloce e cordiale.
Con alcuni fornitori è possibile inoltre gestire le proprie richieste anche via email o tramite App scaricabile da smartphone o tablet. Prima di affidarti al fornitore tieni in considerazione anche questi aspetti per evitare di rimanere insoddisfatto. Per una consulenza gratuita contatta lo 010.848.01.61 e scegli la migliore offerta gas.

L'efficienza energetica in casa per diminuire la bolletta del gas

Quando si parla di efficienza energetica per quanto riguarda il gas dobbiamo considerare l'efficienza sia dell'impianto di riscaldamento sia dell'abitazione.
Il consumo del gas dipende:

  • dal rendimento della caldaia installata
  • dalla classificazione energetica dell'appartamento

1. Il rendimento della caldaia a gas

La sostituzione di una caldaia obsoleta, ad esempio con un nuovo modello di caldaia a condensazione, consente una notevole diminuzione dei consumi di metano. E' evidente che questa soluzione comporta un investimento per l'acquisto e l'installazione della caldaia che però verrà ammortizzato nel tempo con il risparmio in bolletta.
Per incentivare il risparmio energetico lo Stato prevede un bonus: per il rimpiazzo della vecchia caldaia puoi usufruire delle agevolazioni fiscali confermate per tutto il 2017.
Il rendimento delle caldaie è evidenziato dalla classe energetica e rappresenta il calore trasferito all'acqua che poi circola nelle tubazioni: maggiore è il rendimento dell'impianto, meno combustibile è necessario per riscaldare la casa.

La classificazione delle caldaie da regolamento viene indicata con le stelle:

  • 1 stella * non consigliate
  • 2 stella ** non consigliate
  • 3 stella *** buon risparmio energetico 
  • 4 stella **** alto risparmio energetico

A volte sentiamo parlare delle caldaie a condensazione a 5 stelle, anche se il livello massimo previsto dalla normativa per le caldaie murali è 4 stelle. In realtà con il termine caldaia a 5 stelle si intendono quei modelli molto prestanti, che hanno delle basse emissioni inquinanti di NOX (ossidi di azoto) quindi più ecologiche.

2. La classificazione energetica della casa

Già da diversi anni è obbligatorio allegare l'attestato di prestazione energetica della casa in ogni atto di compravendita oppure di affitto. La classificazione degli appartamenti deve anche essere inserita negli annunci immobiliari, attraverso una scala di livelli che va da A a G. Più è elevata la classe energetica e minore è la dispersione termica dell'immobile.
Questo significa che la casa ha un buon isolamento e ciò si traduce in una diminuzione dei consumi di gas per riscaldarla e di conseguenza della bolletta.
L'intervento più comune e semplice è la sostituzione dei vecchi infissi, che con una spesa non troppo rilevante diminuisce le dispersioni e la fattura.

Aggiornato il