Quanto si guadagna con il Fotovoltaico? Conviene installare un impianto?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono i principali Fornitori Luce e Gas di oggi?

Confronta ora e risparmia oltre 700€ all'anno! Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Il fotovoltaico conviene?
Il fotovoltaico conviene o no? Ecco una guida che ti aiuta a capire quanto e quando è possibile guadagnare con i pannelli solari.

Il fotovoltaico rappresenta una fonte di energia pulita e rinnovabile. Tra incentivi e costi da affrontare, conviene davvero investire in un impianto a energia solare per la casa?


Quando si parla di fotovoltaico, le domande che ci si pone sono diverse. Chiedersi quanto e quando si guadagna con un impianto solare, se convenga installare i pannelli e quali sono gli incentivi per le energie rinnovabili sono dubbi più che legittimi.

Di seguito, allora, trovi una breve guida sulla convenienza del fotovoltaico, in modo da aiutarti a decidere al meglio.

Conviene davvero fare un impianto fotovoltaico?
Dubbio Risposta
Quando conviene? Tra gli altri fattori, quando la casa è ben esposta al sole e si trova in una zona dove i giorni di bel tempo in un anno sono numerosi.
Quanto si guadagna? A seconda dei casi, si può arrivare a un risparmio annuo superiore ai € 300.
Quando si guadagna? Il risparmio ottenuto dipende soprattutto dai propri consumi. Il ritorno sull'investimento, con un autoconsumo intorno all'80%, avviene dopo 10 anni circa.

Conviene il Fotovoltaico? Le ragioni del sì

Tutte le info sugli impianti a energia solare Se vuoi saperne di più sul funzionamento di un impianto fotovoltaico o sulle offerte dedicate al mercato domestico, leggi il nostro speciale: “Impianto Fotovoltaico: Costo, Pannello con Accumulo, offerte”.

Sono diversi i motivi che spingono a dire che il fotovoltaico conviene. Il vantaggio principale riguarda evidentemente la produzione di energia rinnovabile, ma non solo.

In questa tabella trovi alcuni dei vantaggi di questa soluzione, che poi verranno approfonditi nel corso dell’articolo:

Il Fotovoltaico conviene? I motivi per dire sì
Motivazione Perché conviene
Investimenti ammortizzati Il recupero sull'investimento effettuato su un impianto fotovoltaico di norma avviene in 10 anni, considerando una percentuale di autoconsumo pari o superiore all'80%.
Poca manutenzione Per mantenere efficiente il proprio impianto non c'è bisogno di molta manutenzione. I pannelli solari di norma hanno una vita lunga, anche superiore ai 30 anni.
Valore immobiliare Installando un impianto a energia solare sui tetti di un'abitazione si aumenta il valore dell'immobile, che diventa più efficiente e meno costoso dal punto di vista delle utenze.
Detrazioni e incentivi fiscali Sono diversi gli interventi a favore dell'installazione del fotovoltaico, dallo scambio sul posto al Bonus Fotovoltaico al 110%.
Polizze e finanziamenti Il proprio impianto può essere facilmente protetto stipulando polizze assicurative a copertura di eventuali danneggiamenti. Non mancano i finanziamenti all'acquisto.
Avanzamenti tecnologici La tecnologia del fotovoltaico continua a evolvere, proponendo soluzioni sempre più efficienti e con costi contenuti.
Ecosostenibilità Oltre a produrre energia verde, i pannelli solari possono essere riciclati in una percentuale che va dall'80% al 100%.

Quanto si Guadagna col Fotovoltaico?

“Conviene davvero fare un impianto fotovoltaico” è un interrogativo che deve tener conto di diversi fattori prima di poter essere risolto nel migliore dei modi. Una via per cercare di dare risposta è basarsi sui numeri, e quindi su quanto il proprio impianto potrà produrre. È da qui che si deve partire per arrivare ad avere una stima dei guadagni registrabili dal proprio impianto.

Prendendo il caso di un impianto ad alta efficienza, con rendimento del 20%:

  • La produzione può oscillare tra i 1.200 kW e i 1.400 kWh l’anno;
  • In termini monetari, il dato è di circa 50-60 € per kW. In alcune zone d’Italia, come le regioni del sud, la cifra può anche salire a circa 100€, a seconda evidentemente delle ore di sole disponibili;
  • Per un impianto fotovoltaico da 3 kW, il risparmio annuo può arrivare sui € 300.

Cos’è il Fotovoltaico con Accumulo?

Il fotovoltaico con accumulo impiega batterie che immagazzinano l’energia prodotta in modo da impiegarla in un secondo momento. Si tratta quindi di una soluzione particolarmente efficiente, che utilizza batterie di nuova generazione, maggiormente performanti rispetto a quelle al litio e con costi relativamente ridotti, intorno ai 1000 €/kWh.

Un impianto con accumulo può convenire particolarmente se le proprie abitudini di vita portano a essere presenti a casa specialmente nelle ore serali. In questo modo, durante il giorno l’impianto ha modo di immagazzinare un gran quantitativo di energia, che può essere sfruttato al meglio la sera, quando si è a casa.

Per maggiori informazioni su questa soluzione innovativa, che consente di risparmiare ulteriormente, leggi pure il nostro speciale sul fotovoltaico con accumulo.

Cos’è lo Scambio sul Posto?

Lo scambio sul posto è un’agevolazione prevista per gli impianti di produzione di energia rinnovabile. Si basa su un meccanismo di compensazione dell’energia prodotta e immessa in rete dal proprio impianto con l’energia consumata in un momento differente da quello della produzione.

Beneficiare di questo incentivo erogato del GSE è relativamente semplice. Entro 60 giorni dalla data di messa in esercizio dell'impianto, devi inviare una apposita richiesta tramite il portale informatico GSE. Arriverai a stipulare un contratto di durata annuale, rinnovato tacitamente.

Per avere tutte le informazioni necessarie a comprendere questa opportunità legata al fotovoltaico, puoi rifarti al nostro approfondimento sullo scambio sul posto.

Meglio lo scambio sul posto o l’Accumulo? Sono diversi i modi che consentono di risparmiare con il fotovoltaico. Per aiutarti a scegliere, puoi rifarti a questo articolo: “Autoconsumo Fotovoltaico: conviene Accumulo o Scambio sul Posto?”

Il Bonus Fotovoltaico 110%

Tra gli incentivi dedicati all’energia solare, c’è il Bonus Fotovoltaico 110%, introdotto dal c.d. Decreto Rilancio, ovvero il D.L. 34/2020. L’iniziativa si concentra sulle spese sostenute dal luglio 2020 al dicembre 2021 per l’installazione di impianti fotovoltaici connessi alla rete elettrica. La detrazione spetta a:

  • Condomini;
  • Persone fisiche al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni su unità immobiliari;
  • Istituti autonomi di case popolari;
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa.

Il tetto di spesa massimo è di € 48.000, o comunque di € 2.400 per ogni kW di potenza nominale dell’impianto. Il bonus viene erogato in presenza di interventi di nuova costruzione, ristrutturazione edilizia o urbanistica.

Maggiori info su Bonus Fotovoltaico 110% Per un quadro completo sui vari bonus dedicati agli interventi edilizi, compreso il Bonus Fotovoltaico 110%, leggi pure: “Ecobonus e Sisma Bonus 110% per Ristrutturazioni Casa: Condizionatori e Fotovoltaico. Il punto della situazione”.

Quali sono i Costi del Fotovoltaico?

I costi di un impianto fotovoltaico sono relativi soprattutto alla sua installazione. Tra i fattori da considerare maggiormente ci sono la tipologia di pannelli solari da installare, la grandezza degli stessi pannelli e la potenza totale.Un impianto da 3 kW, ideale per un nucleo familiare composto da due o tre persone, può presentare un costo chiavi in mano che oscilla tra € 6.500 e € 8.500.

Approfondendo il discorso, è possibile dividere i costi di un impianto fotovoltaico in diverse tipologie:

  • Costi di fornitura dell’impianto: in questa categoria rientra l'investimento per moduli, inverter, quadri, connettori e altre componenti. Corrisponde a circa il 50% della spesa totale;
  • Installazione: costi relativi a progettazione, messa in opera e collaudo. Rappresentano circa il 30% della spesa totale;
  • Costi amministrativi: spese per la gestione pratiche per l’allacciamento con il distributore e per gli incentivi con il GSE, circa il 20% della spesa totale.

Per valutare la convenienza di un impianto fotovoltaico, al di là dei costi specifici, è bene considerare:

  • La propria capacità di autoconsumo;
  • Gli incentivi che è possibile richiedere;
  • La capacità di rientrare più o meno rapidamente dall’investimento;

Per ottenere tutte le informazioni che ti servono sul costo di un impianto fotovoltaico, leggi la nostra guida: “Quanto costa un impianto fotovoltaico? Da 3 a 20 kW”.

Il Fotovoltaico non Conviene: quali sono gli Svantaggi?

Rispondere in maniera generica alla domanda: “Il fotovoltaico conviene?” non è semplice. I fattori da tenere in considerazione sono molti, e in alcuni casi potrebbero portare anche a desistere dall’investire in questa fonte rinnovabile.

Ci sono alcune situazioni, infatti, nelle quali il fotovoltaico non conviene. Eccone alcune:

  • Consumi insufficienti: se i consumi mensili non sono sufficienti a coprire la spesa iniziale in tempi ragionevoli e a risparmiare in bolletta, ecco che l’investimento nel fotovoltaico potrebbe non convenire. A consumi minori corrisponde un tempo di ritorno sull’investimento particolarmente lungo, cosa non sempre conveniente;
  • Caratteristiche dell'immobile: se il tetto della tua casa è orientato verso nord, oppure riceve ombra per la maggior parte della giornata, le prestazioni dell’impianto fotovoltaico potrebbero risentirne, con una produzione non del tutto efficiente.

Esistono, in ogni caso, possibili soluzioni che consentono di andare oltre gli svantaggi evidenziati. Nel nostro articolo sul microfotovoltaico, ad esempio, spieghiamo come gli impianti di piccole dimensioni possono trovare spazio anche in contesti di norma poco compatibili con i pannelli solari, ad esempio case molto piccole o abitazioni inserite nei centri storici.

Per aumentare l’efficienza del proprio impianto solare, inoltre, si può pensare di eseguire una operazione di revamping. Ne parliamo diffusamente in: “Revamping Fotovoltaico: Interventi e Procedure di GSE”.

Il Fotovoltaico è davvero conveniente? Come decidere

Dopo aver analizzato costi, incentivi e caratteristiche del fotovoltaico, cerchiamo quindi di soppesare i vari fattori che potrebbero far propendere o meno verso l’investimento:

Investire nel fotovoltaico? Fattori da considerare
Fattore Descrizione
Posizione del tetto A seconda dell'orientamento del tetto, della presenza di ombre e dell'inclinazione, l'investimento sul fotovoltaico può essere più o meno conveniente.
Condizioni meteorologiche Le zone che registrano più giorni di sole in un anno sono evidentemente avvantaggiate rispetto a quelle dove il tempo è spesso brutto.
Fabbisogno energetico Sarebbe necessaria una riflessione sul proprio fabbisogno energetico. Se i consumi di energia sono particolarmente bassi, il ritorno sull'investmento compiuto nel fotovoltaico potrebbe essere troppo lungo per essere conveniente.
Percentuale di autoconsumo Maggiore è l'energia che si impiega dopo averla prodotta, e maggiore è la convenienza dell'impianto.
Agevolazioni fiscali Gli incentivi fiscali per il fotovoltaico sono un'opportunità che in certi casi potrebbe non essere disponibile: è necessario studiare bene la propria situazione prima di poter contare su determinate agevolazioni.

Se nel tuo caso i fattori positivi sono maggiori di quelli negativi, ecco che il fotovoltaico conviene, ed è sicuramente un’alternativa da considerare.

Fotovoltaico conviene: forum e opinioni sul web

Il tema delle energie rinnovabili è sicuramente uno di quelli che attira di più l'interesse degli utenti della rete. Le opinioni che è possibile leggere su forum e social network sono tra le più disparate. Questo perché, come visto, i fattori da tenere in considerazione sono veramente molti, e non è detto che il fotovoltaico sia la scelta giusta per tutti.

Il progresso tecnologico ha portato già oggi a soluzioni particolarmente efficienti se rapportate a quelle di alcuni anni fa. La ricerca ha portato a inverter e pannelli fotovoltaici sempre più efficienti, con una conseguente diminuzione dei prezzi. Grazie all’autoconsumo, poi, è possibile risparmiare in bolletta, e recuperare così la spesa sostenuta.

Il rapporto tra costi e benefici relativo all'installazione di un impianto fotovoltaico, però, rimane ancora piuttosto variabile da caso a caso. Da un lato, i vantaggi ambientali sono evidenti. Dall'altro, la fattibilità economica dell'operazione non è sempre così a favore del consumatore.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche