TIMOE ARERA (Testo Integrato Morosità Elettriche): Cos'è?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Risparmia oltre 633 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora e Risparmia oltre 633 € all'anno o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

TIMOE ARERA 2021
TIMOE ARERA, cos'è e cosa succede se non paghi le bollette?

Il TIMOE (Testo Integrato Morosità Elettriche) è un testo emanato dall'ARERA che regola, controlla e gestisce le situazioni limite nella fornitura dell'energia, una guida a quello che succede in caso di morosità relative alle utenze energetiche.


Questo testo è valido dal 1 Gennaio 2019 e sono due gli aspetti fondamentali da tenere presente: le modalità e le tempistiche relative alla messa in mora in caso di mancato pagamento dei servizi elettrici erogati e gli indennizzi a favore dell'utente finale in caso di mancato rispetto delle suddette morosità.

Messa in mora: le Tempistiche e le Modalità

Può succedere a volte di dimenticare di pagare una bolletta entro la data stabilita di scadenza, in questa situazione, la società fornitrice può attuare un processo di messa in mora, ovvero un provvedimento che prevede un sovrapprezzo al totale da pagare, la mora per l'appunto.

La maggiorazione è dovuta al ritardo del pagamento oltre la scadenza o alla totale mancanza dell'importo dovuto, se ad esempio hai totalmente dimenticato di avere una bolletta da pagare.

Nel caso in cui tu abbia effettuato nel frattempo un cambio di fornitore (anche chiamato switch) potresti trovare, nella bolletta del tuo attuale fornitore il "Corrispettivo CMOR", ovvero un addebito richiesto a titolo di indennizzo dal tuo precedente venditore, a cui risulta il mancato pagamento di una o più bollette, come stabilito dall'ARERA tramite il TISIND, Testo Integrato del Sistema Indennitario a carico del cliente moroso.

Il vecchio fornitore potrà richiedere l'indennizzo solo dopo 6-12 mesi dalla data del passaggio al nuovo fornitore, previa comunicazione, al fine di permetterti di saldare le vecchie bollette e solo se l'importo dell'indennizzo sia almeno di 10 €.

Nota bene Il nuovo fornitore potrebbe richiedere la revoca della richiesta di switching, secondo il comma 6.3 del TIMOE, in caso di pregressa morosità

Cosa succede se non paghi il debito?

Cosa succede se dimentichi una bolletta?

Se il debito non viene saldato il gestore può inoltrare al distributore la richiesta di sospensione della fornitura per il contatore moroso.

Ovviamente questo non è un percorso che avviene in automatico e senza che tu ne sappia nulla, il gestore può inoltrare la richiesta solo dopo aver avvisato il proprio cliente di aver deciso di avviare il processo di messa in mora.

Questa comunicazione deve essere tracciabile, quindi tramite raccomandata a/r o tramite PEC e deve includere anche il termine ultimo entro cui ti è concesso il pagamento della fattura prima che la sospensione dell'erogazione dell'energia elettrica o del gas, sia effettiva.

Dopo quanto tempo avviene la sospensione?

La richiesta di sospensione può essere fatta solo dopo 3 giorni lavorativi dal termine ultimo per il pagamento e diventa effettiva solo in alcune situazioni:

  • Dopo 15 giorni dall'invio al cliente della raccomandata
  • Dopo 10 giorni dal ricevimento della ricevuta di avvenuta consegna della PEC
  • Dopo più di 20 giorni dall'emissione della raccomandata, nel caso in cui il fornitore possa dimostrare la data di invio

Ricorda Trascorsi 3 giorni lavorativi dalla scadenza della raccomandata (o PEC) il gestore è autorizzato alla sospensione della fornitura di energia elettrica o gas, del cliente moroso

La sospensione non sarà immediata, per i primi 15 giorni noterai una riduzione del 15% della potenza disponibile, trascorsi questi la sospensione diventerà totale.

Come evitare il processo di sospensione?

Per evitare o interrompere, nel caso siano già in atto, la sospensione o la messa in mora puoi dimostrare di aver effettuato il pagamento entro il termine ultimo stabilito nelle precedenti comunicazioni del fornitore.

Come comunicare il pagamento al fornitore? Ogni fornitore ha un suo canale dedicato alle informazioni, fai attenzione ad individuare quello più indicato per accelerare i tempi

Il fornitore potrebbe richiederti il corrispettivo per la riattivazione dell'energia e i costi di gestione per la sospensione appena avvenuta, di solito puoi trovare queste cifre all'interno del contratto che hai sottoscritto al momento dell'attivazione della fornitura.

Indennizzi a favore del cliente finale

Nel caso in cui un fornitore non rispettasse alla lettera le modalità e le tempistiche indicate nel TIMOE sarà obbligato a riconoscere al cliente un indennizzo.

Questi indennizzi possono essere riconosciuti sulla prima fattura utile o versati direttamente al cliente ma, qualunque sia il metodo scelto dal fornitore non potrà chiedere nessun tipo di pagamento per la sospensione e per la riattivazione della fornitura di energia elettrica e/o gas.

Cosa significa essere cattivi pagatori per il TIMOE?

Se sfortunatamente rientri nei casi di sospensione della fornitura risulterai essere un "cattivo pagatore" e verrai inserito in una lista del tuo fornitore per la riscossione del recupero crediti.

Per risolvere questa situazione dovrai saldare la morosità: purtroppo l'uscita non è immediata, dovrà passare un piccolo lasso di tempo nell'elenco per poi uscirne senza problemi.

Se vuoi saperne di più sul Testo Integrato Morosità Elettrica, puoi scaricare il pdf del TIMOE 2021.

E se dimentichi la bolletta del gas? C'è il TIMG

Anche per quanto riguarda la fornitura del gas, l'ARERA ha approvato un specifico Testo Integrato Morosità Gas, il TIMG, che si rivolge in modo specifico alla regolamentazione dei servizi di distribuzione e vendita, contrastando il fenomeno della morosità (sia per quanto riguarda la messa in mora che per la sospensione della fornitura).

Nel TIMG sono anche definite le modalità di cessazione amministrativa, di erogazione del servizio di default, e lo switching con riserva, che consente il ritiro di una richiesta di cambio fornitore nel caso in cui il punto di riconsegna sia sospeso per morosità.

Il meccanismo che si applica alla fornitura del gas è lo stesso applicato dal TIMOE, nel caso in cui ti fossi dimenticato di pagare una bolletta del gas quindi il fornitore prima di avviare una procedura di messa in mora o sospensione è tenuto ad avvisarti tramite raccomandata a/r o PEC, in modo da darti il tempo di recuperare il debito e non procedere alla sospensione della fornitura.

La procedura di sospensione invece sarà avviata dopo 3 giorni dal termine ultimo per il pagamento della mora, a meno che tu non abbia inviato un documento che attesti l'avvenuto pagamento del debito.

Servizio di Default e Servizio di Ultima Istanza Il Servizio di Default si attiva quando un cliente è sprovvisto di un contratto gas per motivi dipendenti dalle sue responsabilità o quando non si può attivare il servizio di ultima istanza. Il Servizio di Ultima Istanza o FUI (Fornitura di Ultima Istanza) si attiva invece quando il cliente è sprovvisto di contratto gas per cause che non dipendono da lui, la sua funzione è sostanzialmente quella di garantire una continuità nell'erogazione di gas. In entrambi i casi la gestione della fornitura gas passa al fornitore competente per quel territorio, ovviamente comunicandolo prima al cliente.

Chi sono i clienti Non Disalimentabili, che non possono finire nel TIMOE o nel TIMG?

I clienti non disalimentabili sono sono quei clienti che non possono subire la sospensione della fornitura di energia, nemmeno in caso di morosità, ad esempio quelle persone che per ragioni di salute sono connessi a macchine salvavita, o coloro per i quali, fino a quando sono stati serviti dall'impresa distributrice, non era stata prevista, proprio dall'impresa distributrice, la sospensione della fornitura per funzioni di pubblica utilità che svolgevamo.

Rientrano ovviamente nelle categorie non disalimentabili le strutture pubbliche o private che svolgono assistenza, come ospedali, case di cura, di risposo, scuole e carceri. Per questi è previsto solo il processo di messa in mora.

Chiama Selectra e i nostri consulenti ti aiuteranno a verificare la coperturaCome evitare TIMOE e TIMG? Chiedi a Selectra!

Se hai dimenticato di pagare una bolletta cartacea e hai paura che vengano sospese le forniture di luce e gas (come da TIMOE o TIMG) potresti pensare di passare ad una offerta vantaggiosa del mercato libero con addebito bancario, evitando la sospensione per una distrazione! Chiama senza impegno il numero 02 8295 809702 8295 8097.

Chiama Selectra e i nostri consulenti ti aiuteranno a verificare la coperturaCome evitare TIMOE e TIMG? Chiedi a Selectra!

Se hai dimenticato di pagare una bolletta cartacea e hai paura che vengano sospese le forniture di luce e gas (come da TIMOE o TIMG) potresti pensare di passare ad una offerta vantaggiosa del mercato libero con addebito bancario, evitando la sospensione per una distrazione! Chiedi agli esperti di Selectra! Prendi un appuntamento prendi un appuntamento. Servizio gratuito e senza impegno.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche