Gestore Servizi Energetici (GSE): Area Clienti e Contatti

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Risparmia oltre 109 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora e Risparmia oltre 109 € all'anno o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

GSE
Cosa fa e come contattare il GSE?

Il GSE è una società che ha un ruolo fondamentale nella promozione dello sviluppo sostenibile, attraverso la gestione di tutti i meccanismi di incentivazione che riguardano l'energia. Controllata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, si occupa degli incentivi economici per la produzione di energia da fonti rinnovabili e da impianti di cogenerazione ad alto rendimento.


Cos'è il GSE: Rinnovabili ed Effiecienza Energetica

Scheda riassuntiva GSE
Nome Società Gestore Servizi Energetici
Logo
gse rinnovabili
Forma societaria Società per azioni
Data Fondazione 1999
Fondatore GSE Ministero dell'economia e delle finanze
Persone al vertice Andrea Ripa di Meana
Settore Energia
Prodotti Energia Elettrica
Utile Netto GSE 8,1 milioni di €(2021)
Valore della produzione 15,4 miliardi di €(2021)
Dividendi 5 milioni di €(2021)
Numero Dipendenti 666 (2021)
Fonte: gse.it

Il G.S.E. (Gestore Servizi Energetici) è garante dello sviluppo sostenibile in Italia, attraverso la promozione delle fonti rinnovabili e dell'efficienza energetica. Verifiche, emission trading, dati e statistiche sono solo alcune tra le attività svolte da GSE. Infatti tra i suoi compiti c'è anche quello della qualifica tecnico-ingegneristica e la verifica degli impianti. È l'unico socio dell'ente pubblico Ricerca Sistema Energetico (RSE).Dal 2011 opera nel mercato del gas naturale, adottando misure che hanno lo scopo di aumentare la concorrenza in questo settore. Il GSE gestisce anche il meccanismo dei Certificati Bianchi nell'ambito di progetti sull'efficienza energetica, ed il "Conto Termico" per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Riassumendo, GSE si occupa delle seguenti attività:

  • Incentivazione energia da fonti rinnovabili
  • Ritiro commerciale e vendita dell'energia sul mercato
  • Supporto alle Istituzioni e alla Pubblica Amministrazione
  • Promozione delle fonti rinnovabili e della filiera
  • Promozione dell’efficienza energetica e dell’energia termica

Il GSE, in qualità di capogruppo, indirizza e coordina le seguenti società, tutte operanti nell'ambito energetico:

  1. Acquirente Unico (AU), la cui principale attività è quella di garantire la fornitura di energia elettrica ai clienti serviti nel mercato tutelato;
  2. Gestore dei Mercati Energetici (GME) responsabile di organizzare e gestire economicamente il mercato elettrico, i mercati per l’ambiente, i mercati del gas e di amministrare la piattaforma dei conti energia;
  3. Ricerca sul Sistema Energetico (RSE),

Area Clienti GSE: come fare il Login

L'accesso, la registrazione e le funzionalità dell'area clienti GSE sono di facile intuizione, sia per l'utente che per l'operatore, e vengono ampiamente descritte sul portele GSE. Per effettuare il login sul portale gse ti verrà chiesto l'userid, cioè il codice alfanumerico generato in fase di registrazione e la password.

È bene conoscere alcune definizioni ed anagrammi per il corretto utilizzo dell'area clienti. Di seguito te ne elenchiamo qualcuna:

  • FePa (Fatturazione Elettronica Pubblica Amministrazione);
  • PUA (Portale Unico di Accesso);
  • Operatore, ovvero i soggetti che hanno stipulato o intendono stipulare un contratto GSE. Tra cui si annoverano:
    • Soggetto Responsabile o Operatore Elettrico beneficiario degli incentivi o intestatario di contratti e convenzioni stipulati con il GSE alla fine di un processo di investigazione;
    • Soggetto Obbligato Biocarburanti tenuto cioè a rispettare un quantitativo annuo minimo di emissioni di biocarburanti;
    • Produttore di Biocarburanti o Biometano titolare dell’impianto di produzione di biocarburanti (secondo l'art. 33, comma 4, del D. Lgs. 28/2011 e ss. Mm. Ii.);
    • Fornitore GPL, metano, idrogeno o di elettricità destinati a carburanti per autotrazione.
  • Split Payment - GSE pagamenti: detto anche scissione dei pagamenti. Si riferisce alla separazione del pagamento dell'imponibile dal corrispondente IVA;
  • Utente: opera sul portale GSE per conto dell'operatore Elettrico. Può lavorare per conto di più operatori e viceversa questi ultimi avere più di un utente.

GSE contatti: come comunicare con il Gestore?

Per parlare con il Gestore Servizi Energetici hai a disposizione diversi canali: dal classico call center a form online, sino ad arrivare ai più moderni social. Vediamo insieme tutti i canali disponibili per contattare l'ente:

Contact center GSE: i contatti suddivisi per tutte le esigenze
Info su Fonti di Energia Rinnovabili e Cogenerazione ad Alto Rendimento
Numero Verde GSE 800.16.16.16
lunedì - venerdì dalle ore 9 alle ore 18
Numeri cellulare GSE 06.80.11.43.88-89
lunedì - venerdì dalle ore 9 alle ore 18
Mail GSE [email protected]
FAX GSE 06.80.11 20.39
Posta GSE Gestore dei Servizi Elettrici - GSE S.p.A.
V.le Maresciallo Pilsudski, 92 - 00197 Roma
Info su domande presentate al GSE relativamente a Impianti Fotovoltaici
Numero Verde GSE 800.89.69.79
lunedì - venerdì dalle ore 9 alle ore 18
Numeri da cellulare GSE 06.80.11.43.40 - 60
lunedì - venerdì dalle ore 9 alle ore 18
Mail GSE [email protected]
FAX GSE 06.80.11.20.36
Posta GSE Gestore dei Servizi Elettrici - GSE S.p.A.
V.le Maresciallo Pilsudski, 92 - 00197 Roma
Info su domande presentate al GSE relativamente a Impianti Fotovoltaici
Numero Verde GSE 800.19.99.89
lunedì - venerdì dalle ore 9 alle ore 18
Numeri da cellulare GSE 06.80.11.43.00 - 44.00
lunedì - venerdì dalle ore 9 alle ore 18
Mail GSE [email protected]
FAX GSE 06.80.11.20.23
Posta GSE Gestore dei Servizi Elettrici - GSE S.p.A.
V.le Maresciallo Pilsudski, 92 - 00197 Roma

Per quanto riguarda invece iSocials: puoi scrivere un messaggio o un tweet sull'account officiale Twitter del GSE: @GSErinnovabili.

Se hai una richiesta relativa alle convenzioni ricorda che sarà necessario fornire il numero della pratica o il codice di convenzione fornitoti dal GSE.

GSE incentivi: Fotovoltaico e Scambio sul posto

Chiunque possegga un impianto alimentato da fonti rinnovabili, come ad esempio un impianto fotovoltaico, per accedere alle agevolazioni o ai servizi di ritiro dell'energia dovrà sottoscrivere un contratto GSE. Il conto energia è uno dei programmi d'agevolazione gestito dal GSE: si tratta di un programma europeo di incentivazione per ridurre i costi sostenuti dalle aziende nella produzione di elettricità da fotovoltaico. Dal 2021 è possibile anche accedere al reddito energetico, un contributo previsto per spingere lo sfruttamento delle fonti rinnovabili con particolare attenzione verso le famiglie bisognose. È infatti prevista una soglia ISEE.

Altra agevolazione relativa agli impianti fotovoltaici è lo scambio sul posto: si tratta di una forma di autoconsumo che compensa l'energia elettrica prodotta e immessa in rete in un dato momento con quella prelevata e consumata in un momento differente dalla produzione della stessa.
Per attivare lo scambio sul posto è necessario contattare GSE: l'attivazione è gratuita ed è cumulabile con la detrazione fiscale prevista per l'installazione del fotovoltaico. Per inviare la richiesta, i produttori possono:

  1. Scegliere l'iter semplificato, inviando il modello unico al GSE che prevede la realizzazione, la connessione e l'esercizio dell'impianto con simultaneo accesso allo scambio sul posto;
  2. Inviare la richiesta tramite il portale, che prevede la stipula del contratto con il GSE per la regolazione dello scambio.

Nel caso in cui tu stia ricevendo il contributo dello scambio sul posto puoi cambiare gestore luce senza alcun problema, scopri cosa fare in caso di passaggio ad un'altra società di vendita.

Impianto fotovoltaico con accumulo

Con il termine "sistemi di accumulo" si intende una serie di dispositivi e apparecchiature utili per il controllo e la gestione dell'assorbimento o rilascio dell'energia elettrica. In altre parole, l'accumulo è un impianto volto alla "conservazione" di energia elettrica in avanzo che viene prodotta da impianti solari fotovoltaici, termodinamici o alimentati da fonti rinnovabili.

Facendo un esempio, nella gestione di un impianto fotovoltaico domestico, la batteria di accumulo è utile per conservare l'energia che non serve durante le ore diurne, per utilizzarla poi nelle ore notturne. Grazie ad un sistema di accumulo, aumenta l'efficienza energetica di un'abitazione, dando la possibilità di attingere dall'energia autoprodotta anche negli utilizzi serali dei dispositivi elettrici.

Attenzione! I sistemi utilizzati in condizione di emergenza non sono sistemi di accumulo! I sistemi utilizzati in condizioni di emergenza (UPS) non rientrano nella definizione di sistemi di accumulo, in quanto questi entrano in funzione solo in casi di interruzione dell'alimentazione della rete elettrica.

Ritiro Dedicato GSE

Il ritiro dedicato, detto anche RID, è la possibilità di richiedere il ritiro a prezzo amministrato dell'energia elettrica prodotta e immessa in rete. Questo servizio è un'alternativa al normale regime di vendita dell'energia elettrica ed per attingere a questo servizio bisogna rispettare una serie di parametri.

Le modalità del ritiro dedicato sono state determinate dall'ARERA, che ha predisposto che il Gestore dei Servizi Energetici sia l'unico soggetti ai quali i produttori si devono rivolgere per stipulare il contratto per il ritiro commerciale dell'energia elettrica immessa in rete. I prezzi del servizio non sono soggetti a negoziazioni da parte di terzi, così come avviene invece nel mercato libero, ma vengono stabiliti dall'Autorità.

Come paga il GSE? Il GSE paga il ritiro di energia elettrica ai produttori basandosi sul Mercato del Giorno Prima (MGP) ovvero, al Prezzo Unico Nazionale (PUN) in base al profilo orario di immissione del singolo impianto di produzione.

Conto Termico per l'Efficienza Energetica

Il Conto Termico rientra nell'insieme degli incentivi e agevolazioni gestiste al Gestore Servizi Energetici per la promozione di interventi volti al miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici e all'istallazione di impianti solari termici. I soggetti a cui è dedicato il conto termico, istituito dal decreto ministeriale del 28 dicembre 2012, è rivolto alle Pubbliche Amministrazione e anche ai soggetti privati. Questi potranno fare richiesta in modo diretto tramite il Portaltermico del GSE, oppure anche attraverso una ESCO (società di servizi energetici), sottoscrivendo un contratto di prestazione energetica (PA) o un contratto di servizi energia (privati).

Gli incentivi per gli interventi di incremento dell'efficienza energetica degli edifici (come isolamento termico, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore a condensazione, ecc.) possono essere ottenuti esclusivamente dalle PA; viceversa per le agevolazioni per piccoli interventi su impianti per la produzione di energia termica da rinnovabili possono farne richiesta sia le PA che i soggetti privati, ad esempio per la sostituzione degli impianti termici esistenti con pompe di calore, generatori di calore alimentati a biomassa (stufe a pellet, termocamini), installazione di pannelli solari termici, sostituzione di scaldabagni elettrici con pompe di calore ecc.

Se sei interessato al GSE, allora potresti trovare utili le informazioni sulle seguenti aziende o enti:

Sede legale Gestore Servizi Energetici (GSE)

Le sede legale di GSE è in Viale Maresciallo Pilsudski, 92, 00197 Roma RM:

La storia del GSE

Nel 1999 viene creato il Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale (GRTN), un ente pubblico che si occupava della gestione delle attività di trasmissione e di dispacciamento dell'energia sulla rete elettrica. A seguito della liberalizzazione del mercato con il decreto Bersani, nel 2005 il GRTN trasferisce la sua attività a Terna e cambia denominazione in Gestore dei Servizi Elettrici concentrando il suo focus sulla promozione e l'incentivazione delle fonti rinnovabili.
Nel 2009 gli vengono attribuiti nuovi compiti ed il nome diventa quello attuale: Gestore dei Servizi Energetici. L'anno dopo viene acquisito il controllo della società RSE S.p.A. attiva nel campo della ricerca nel settore elettro-energetico.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche