Pompa di Calore Acqua Acqua: tutte le info su Prezzi e Funzionamento

Eco Bonus 110 Ristrutturazione casaEco Bonus 110 Ristrutturazione casa

Ristruttura la tua Casa

Richiedi un preventivo gratuito per installare Climatizzatore e impianto Fotovoltaico. Clicca sul servizio che ti interessa e compila il form.

La guida alla pompa di calore acqua acqua: costi, funzionamento e installazione.
Vorresti sostituire la caldaia con una pompa di calore acqua acqua? Qui trovi tutte le info su costi, funzionamento e installazione.

Quanto costa una pompa di calore acqua acqua, e come funziona? Qui trovi risposta alle domande più comuni su questa tipologia di impianto, valida alternativa alla classica caldaia.


Grazie alle pompe di calore acqua acqua è possibile ottenere acqua calda per usi sanitari e per il riscaldamento di casa in maniera semplice e soprattutto pulita. Si tratta di impianti dall’impatto ambientale contenuto, a differenza delle caldaie a condensazione o altri tipi di apparecchi simili. Ecco quindi una rapida guida che ti permette di scoprire di più sul prezzo e le caratteristiche di questa tipologia di pompa di calore.

Cosa sono le pompe di calore? Sul mercato sono presenti numerosi modelli di pompe di calore. In tutti i casi, il loro funzionamento si basa su un principio simile, ovvero quello dello scambio di calore da un ambiente caldo a uno freddo. Se vuoi saperne di più, leggi il nostro speciale: “Pompa di Calore: cos'è, quanto costa e quanto fa risparmiare?”

I prezzi delle pompe di calore acqua acqua

Le pompe di calore acqua acqua sono apparecchi piuttosto efficienti. Prelevano il calore dall’acqua, una fonte non solo pulita, ma anche a temperatura stabile.

D’altra parte, il loro costo è generalmente più elevato rispetto alle pompe di calore di altro tipo, comprese quelle aria acqua. Il perché è presto detto. La loro installazione prevede la costruzione di un pozzo dotato di un sistema di aspirazione. Solo in questo modo è possibile sfruttare l’acqua per convogliare il calore necessario all’interno della propria casa.

Qual è il costo di una pompa acqua acqua? In linea di massima, il prezzo di una pompa di calore acqua acqua è superiore del 15-30% rispetto a quello delle alternative aria acqua, andando anche oltre i € 6.000.

D’altra parte, ci sono da considerare i benefici. Il risparmio in bolletta generato dalle pompe di calore acqua acqua, e legato a minori consumi di gas ed elettricità, porta nel medio-lungo periodo a rientrare nell’investimento sostenuto.

Ti serve un aiuto? Qual è l'offerta Luce e Gas più conveniente oggi?

Confronta le migliori tariffe del mercato con un Esperto. Chiama lo 02 8295 8097 o utilizza il servizio gratuito di richiamata.

Questi impianti rientrano nell’Ecobonus al 110%?

Gli impianti acqua acqua sono ecosostenibili. Il loro funzionamento si basa su una fonte rinnovabile e pulita come l’acqua, non su combustibili come il carbone. Per questo il loro utilizzo viene agevolato anche grazie a incentivi sull’acquisto.

In particolare, questo tipo di pompa di calore rientra nei benefici previsti dall’Ecobonus al 110%. Maggiori informazioni sono disponibili all’interno del nostro approfondimento: “Ecobonus e Sisma Bonus 110% per Ristrutturazioni Casa: Condizionatori e Fotovoltaico. Il punto della situazione”.

Il bonus si estende anche agli impianti aria acqua e geotermici.

E per quanta riguarda di consumi? Con l’eliminazione della tariffa D1, l’utilizzo delle pompe di calore rientra nella tariffa TD: maggiori informazioni sono incluse nel nostro speciale “Energia elettrica: la Tariffa TD per i servizi di rete”.

Il funzionamento dell’impianto acqua acqua

Il funzionamento di una pompa di calore acqua acqua è peculiare. L’obiettivo di questo tipo di impianti è sempre ottenere uno scambio di calore, che consenta di innalzare la temperatura dell’acqua per uso sanitario e tecnico. Quest’ultima è l’acqua che poi viene utilizzata per riscaldare gli ambienti (non a caso, si parla spesso di “pompe di calore acqua acqua per termosifoni”). Questi sono i passaggi previsti per il funzionamento:

  • Il calore dell’acqua presente nel pozzo viene a contatto con un fluido refrigerante, presente all’interno della pompa di calore;
  • Il fluido, data la sua bassa temperatura, assorbe immediatamente il calore proveniente dall’acqua, e si trasforma in vapore;
  • Il vapore cosi prodotto passa al compressore della pompa di calore, che incrementa la sua temperatura;
  • Il vapore ad alta temperatura viene spinto verso il condensatore, dove avviene il passaggio di calore al circuito di riscaldamento, che consente di ottenere acqua calda per usi sanitari e tecnici;
  • Dopo il passaggio di calore, la temperatura del vapore diminuisce, tornando nuovamente allo stato fluido iniziale. Il ciclo, così, può ricominciare.

Le pompe di calore possono anche raffrescare? Gli impianti acqua acqua possono garantire il raffrescamento degli ambienti. Il procedimento, in buona sostanza, è l’inverso di quello descritto per il riscaldamento. Il calore non viene portato all’interno da una fonte esterna, bensì espulso. Un po’ come succede nei frigoriferi.

Leggi anche "Come funzionano le Pompe di Calore?".

Pompa di calore acqua acqua pozzo: le tipologie di modelli

Le pompe acqua acqua possono differire tra di loro a causa della struttura del pozzo che contiene proprio l’acqua. I casi possibili in questo caso sono due:

I diversi tipi di pozzo per pompe di calore acqua acqua
POZZO AD ANELLO APERTO POZZO AD ANELLO CHIUSO
Nel caso di struttura ad anello aperto, in realtà sono presenti due pozzi. Il primo è chiamato pozzo di captazione. L’acqua presente in questa falda viene riversata in una seconda cavità, chiamata pozzo di ricezione, che si interfaccia direttamente con la pompa di calore. Nella struttura ad anello chiuso, l’acqua viene prelevata e successivamente reimmessa nello stesso pozzo o falda.

C’è da dire che la struttura ad anello chiuso può convenire nel caso in cui sia presente un fiume, o comunque una pozza d’acqua in cui l’acqua scorre. Se invece si tratta di un pozzo singolo, con acqua sostanzialmente ferma, il pericolo che si corre è quello di raffreddare l’acqua a ogni ciclo di funzionamento, rendendo sempre più difficile il successivo riscaldamento del fluido refrigerante e quindi diminuendo l’efficienza della pompa.

Cos’è il Coefficiente di Prestazione COP delle pompe di calore?

Uno dei fattori da tenere in grande considerazione se vuoi installare una pompa di calore acqua acqua è l’efficienza. Questo parametro viene indicato dal Coefficiente di Prestazione, abbreviato spesso in COP (c.d. “pompa di calore acqua acqua cop”). Si tratta del rapporto tra il calore ceduto all’ambiente da riscaldare e l’energia elettrica consumata.

Va da sé che più il COP è elevato e più la macchina è efficiente, perché è in grado di cedere molto calore a fronte di un basso quantitativo di energia. Per capire meglio quale impianto acquistare, quindi, è bene verificare la Classe di Efficienza Energetica delle pompe di calore, definita proprio dal COP.

Secondo la direttiva europea 2002/31/CE, queste classi sono sei. Si va dalla G, la peggiore, e si arriva alla A, la migliore. Ecco il dettaglio delle varie classi e il COP corrispondente:

  • Classe A: COP maggiore di 3,6;
  • Classe B: COP compreso tra 3,4 e 3,6;
  • Classe C: COP compreso tra 3,2 e 3,4;
  • Classe D: COP compreso tra 2,8 e 3,2;
  • Classe E: COP compreso tra 2,8 e 2,6;
  • Classe F: COP compreso tra 2,4 e 2,6;
  • Classe G: COP pari a 2,4.

Il calcolo del COP, tradotto in numeri, ha risvolti piuttosto semplici da commentare. Se per ogni kWh di energia consumata dalla pompa risultano 3 kWh di calore, allora il COP è pari a 3.

Cos'è il coefficiente EER? Oltre al coefficiente di prestazione, dovresti fare attenzione al Rapporto di Efficienza Enegetica, abbreviato in EER. Si tratta, in termini pratici, del dato che segnala l'efficienza degli impianti di raffrescamento. Viene calcolato in modo simile al COP: l'unica differenza è che al posto di considerare il calore ceduto all'ambiente, si utilizza la capacità di raffrescamento, che viene sempre rapportata all'energia consumata. Maggiore è il coefficiente EER, e migliori sono le prestazioni di raffrescamento.

Pompa di calore acqua acqua o aria acqua: che differenze ci sono?

Che significato hanno i nomi delle pompe di calore? Pompe aria-acqua, acqua-acqua, terra-acqua, aria-aria, acqua-aria… che differenza c’è? Semplice: il primo termine riguarda la fonte dalla quale si preleva il calore. Il secondo è relativo alla fonte da riscaldare. Nel caso delle pompe di calore acqua acqua, il calore prelevato da un pozzo d’acqua viene utilizzato per riscaldare l’acqua interna a un’abitazione, per uso sanitario e riscaldamento.

Ci si potrebbe chiedere quale sia la scelta migliore tra una pompa di calore acqua acqua o aria acqua. Entrambe le opzioni costituiscono un’ottima alternativa all’utilizzo della classica caldaia. Il loro funzionamento si basa infatti sullo sfruttamento di fonti rinnovabili e a temperatura più o meno stabile. Tra i due sistemi, però, ci sono delle differenze, che provvediamo a sottolineare brevemente nel seguente elenco:

  • Funzionamento: nelle pompe di calore acqua acqua, il calore proveniente dall’acqua presente in un pozzo viene utilizzato per riscaldare l’acqua per usi sanitari e tecnici. Nelle pompe di calore aria acqua, il calore che riscalda l’acqua viene prelevato dall’aria esterna;
  • Costo: le pompe di calore acqua acqua presentano un costo generalmente più elevato delle alternative aria acqua, a causa della possibile costruzione del pozzo di aspirazione;
  • Variazioni di temperatura: gli impianti aria acqua sono generalmente più soggetti alle variazioni di temperatura, visto che il calore viene estratto proprio dall’aria esterna all’abitazione. Le pompe acqua acqua, invece, tendono a soffrire di meno le variazioni di temperatura, a condizione che il pozzo di aspirazione sia ben costruito e situato in una posizione idonea.
aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche