Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Spia Rossa Contatore: perché è accesa?

confronto luce e gas

Confronta le offerte e risparmia fino a 150€ all'anno!

Servizio gratuito e attivo  .

Confronta le offerte e risparmia fino a 150€ all'anno!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte sul comparatore o compila il form per essere ricontattato.

Accanto al display del contatore elettronico dell'energia elettrica sono presenti due piccoli led rossi che a volte si accendono.
Ecco a cosa servono queste spie luminose e perché lampeggiano.

contatore enel luce rossa fissa

Cosa indica la spia rossa sul contatore?

Avrai notato almeno una volta che sul contatore dell'energia elettrica dell'Enel ci sono due piccole luci a led che ogni tanto si accendono. Queste spie sono presenti in tutti i contatori elettronici accanto al display digitale, sia nel modello monofase che in quello trifase.
I due led sono gli indicatori di consumo, che mostrano quando stiamo prelevando l'energia elettrica.
Le spie rosse a volte lampeggiano mentre in altri casi sono accese in maniera fissa a seconda del consumo.
In ogni caso non c'è da preoccuparsi se il contatore funziona regolarmente, scopri tutti i dettagli su cosa indicano queste spie e perché a volte sono intermittenti.


Come capire quando funziona il contatore elettronico dell'energia elettrica?

Il contatore della luce è ormai stato sostituito in quasi tutte le case con il modello elettronico.
In realtà proprio quest'anno nel 2017 è iniziata l'installazione dei nuovi contatori smart meter 2.0 di seconda generazione. I nuovi contatori 2.0 sono simili ai precedenti con la differenza che hanno diverse funzionalità e anch'essi hanno le due spie a led accanto al display.

led contatore luce

Che significa L1 sul display del contatore Enel?

Tutti questi apparecchi sono provvisti di un display che permette di visualizzare una serie di informazioni sull'utenza, sul consumo e sulla potenza istantanea (in kW). Questi dati possono essere visualizzati anche se l'utenza è stata disattivata, premendo più volte il pulsante a destra del display.
Sul display in basso a sinistra è sempre presente l'indicazione L1, che vuole dire che il contatore sta funzionando regolarmente, come puoi vedere nell'immagine qui accanto.
A sinistra del display sono inoltre posizionati due led rossi, ossia gli indicatori di consumo. Le spie possono essere intermittenti e in alcuni modelli (ad esempio il GEM) possono essere entrambe accese e fisse.

Info offerte luce

010 848 01 61

Cosa indicano le spie rosse del contatore dell'energia elettrica accese fisse e lampeggianti?

Ecco cosa indicano le due spie rosse sul contatore della luce:

  • Spia rossa lampeggiante
    in quel momento si sta consumando energia elettrica
  • Spia rossa accesa e fissa
    non c'è consumo elettrico da almeno 20 minuti

Quando una spia lampeggia, la frequenza di accensione del led indica quanti kWh stiamo prelevando dalla rete elettrica. Un impulso della spia corrisponde ad un Wh, quindi con 1000 lampeggi del led significa che abbiamo consumato 1 kWh, l'unità di misura del consumo nota a tutti e presente in bolletta per la fatturazione.

Se il consumo elettrico aumenta la frequenza di lampeggio è più elevata.

Ma perché ci sono due led e a volte uno rimane fisso mentre l'altro lampeggia? Continua a leggere il prossimo paragrafo dove viene spiegato il motivo.

Perché ci sono due spie rosse sul contatore dell'energia elettrica?

In alcuni modelli notiamo che accanto al primo led in alto c'è una nota impressa sul contatore Ra, che indica energia attiva, misurata in kWh, mentre vicino all'altra spia c'è la nota Rr, ossia energia reattiva che si misura in kvarh.

Il primo led nella parte superiore del contatore indica l'energia attiva mentre il secondo posizionato più in basso rileva l'energia reattiva.

Per capire bene la differenza tra queste due tipologie di energia bisognerebbe essere un elettrotecnico.
Senza scendere troppo nei dettagli l'energia attiva è quella che consumiamo e che viene fatturata in bolletta. Al contrario l'energia reattiva, necessaria per il funzionamento di alcuni dispositivi elettrici, viene assorbita dagli apparecchi ma tuttavia non viene realmente utilizzata dal cliente finale.

L'energia reattiva per le utenze domestiche è ininfluente mentre viene considerata per quei clienti industriali che hanno potenze impegnate superiori.
L'energia reattiva viene misurata alle forniture non domestiche con potenza superiore a 16,5 kW, con eventuale addebito di penali se il valore è superiore ai limiti consentiti. Il motivo delle penali è che, anche se non viene impiegata dall'utente, l'energia reattiva viene trasportata sulle reti, aumentando i costi di trasporto. Il gestore di rete quindi tende a limitare il più possibile l'assorbimento di energia reattiva.

Come risparmiare sulla bolletta della luce?

Il mercato propone diverse offerte di energia elettrica per soddisfare tutte le esigenze. Per quanto riguarda la luce il prezzo della tariffa può essere monorario, ossia fisso 24 ore su 24 oppure biorario. L'opzione bioraria conviene a quelle persone che ad esempio lavorano e sono presenti in casa solo la sera e nei weekend.
Inoltre hai la possibilità di bloccare il prezzo della luce per uno, due o tre anni per evitare eventuali aumenti del prezzo dell'energia all'ingrosso.
Per maggiori informazioni sul cambio di gestore chiama lo lo 010.848.01.61   o ti ricontattiamo gratuitamente. Il cambio di tariffa con un altro gestore è semplice e gratuito e non comporta alcuna interruzione.

Se c'è un guasto al contatore devi chiamare il pronto intervento del distributore locale, per il contatore dell'Enel il numero di E-distribuzione è 803 500, a Roma il numero di Areti è 800.130.336, mentre il pronto intervento di Unareti è 800.933.301 (provincia di Milano e Brescia).