Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Dimostrare a Iren il pagamento della bolletta luce e gas

confronto luce e gas

Vuoi cambiare fornitore?

Contattaci per conoscere le migliori offerte luce e gas dei principali fornitori  .

Vuoi cambiare fornitore?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Confronta le offerte sul comparatore o compila il form per essere ricontattato.

Hai le utenze attive con Iren ma non ti arrivano le bollette di luce e gas? Se hai pagato le fatture dopo la data di scadenza, come devi fare per dimostrare l’avvenuto pagamento? In questo articolo puoi trovare tutte le informazioni che ti possono servire per dimostrare i pagamenti al tuo fornitore.

bolletta iren non pagata

Se non si pagano regolarmente le bollette di energia elettrica e gas, è un diritto del fornitore sospendere il servizio di fornitura. Prima di tutto Iren invia, tramite posta ordinaria, un sollecito di pagamento al cliente: se il debito viene saldato regolarmente, il servizio non verrà sospeso, ma se il cliente moroso, nonostante il sollecito, non pagherà tutte le bollette arretrate, l’erogazione di energia elettrica e/o gas metano verrà sospesa.

TI POSSONO SOSPENDERE L’EROGAZIONE DEL GAS, SE NON PAGHI LA LUCE? La risposta è sì, ma solo in alcuni casi. Scopri quali leggendo la nostra pagina dedicata.

Quanto costa pagare la bolletta di Iren in ritardo?

Oltre all’importo riportato sulla bolletta (che deve essere saldato completamente), il cliente moroso dovrà pagare a Iren anche gli interessi di mora previsti dalle condizioni generali del contratto. Possono essere richieste da parte del gestore, anche le spese postali per l’eventuale invio di sollecito e/o lettera di diffida. La mora aumenta progressivamente in base al ritardo nel pagamento: quindi attenzione, perchè maggiore è il ritardo, più alto sarà il prezzo finale da pagare. L’Autorità ha stabilito dall’articolo 8.2. della delibera AEEG 229/01, che i clienti definiti come buoni pagatori (cioè che hanno sempre pagato regolarmente le fatture) sono soggetti al pagamento degli interessi solo per i primi 10 giorni di ritardo.

Se il cliente moroso, nonostante il sollecito, non pagherà le fatture arretrate, Iren invierà un secondo sollecito di pagamento: se neppure in questo caso verrà pagato il debito, al cliente sarà fatta recapitare una diffida legale a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, come stabilito dalla Delibera AEEG n. 229/01 art. 8.3.

Come comunicare l’avvenuto pagamento della fattura ad Iren?

Una volta inviato il sollecito di pagamento, Iren invia al cliente una raccomandata che specifica il termine ultimo di pagamento e le modalità per comunicare l’avvenuto pagamento. Il pagamento può essere effettuato tramite vari canali:

  • Bonifico bancario a favore di: "IREN S.p.A." Via Confienza 10 Torino, conto corrente bancario Banca INTESA SANPAOLO S.p.A.cod. IBAN IT98L0306901000100000122470. In questo caso è fondamentale indicare il numero di contratto e i dati relativi all’utenza.
  • Versamento sul conto corrente postale n. 8102 intestato a: "IREN S.p.A." Via Confienza 10 Torino utilizzando il bollettino allegato al sollecito.

Una volta effettuato il pagamento, è necessario inviare la copia della ricevuta a Iren, a mezzo di fax al numero 011.07.03.509 (dal luedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 18) oppure consegnare la ricevuta agli sportelli di Torino , in Via Confienza 10, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle13.00 e dalle 14.00 alle18.00.

COME RATEIZZARE LE BOLLETTE? Nonostante siano già scadute le bollette, c’è comunque la possibilità di chiedere una rateizzazione della fattura. Se si ha un contratto di fornitura attivo nel servizio tutelato, il termine massimo per fare la richiesta è di 30 giorni dall’emissione della bolletta. Se il contratto è attivo nel mercato libero, le condizioni e le tempistiche per la rateizzazione sono specificate nel contratto, nela sezione dedicata alle condizioni generali.

Cambia fornitore!

010.848.01.61

Cosa succede se non pago dopo il sollecito di Iren?

numero fax iren

Cosa fare se ti arriva una diffida?

Se neppure dopo l’invio del sollecito, il cliente non paga le bollette di energia elettrica e gas metano, Iren spedirà una raccomandata con la diffida legale, cioè il preavviso di sospensione del servizio di fornitura. Se neanche la diffida è sufficiente per ricevere il pagamento da parte del cliente moroso, Iren richiederà al distributore locale una sospensione della fornitura. Per l’energia elettrica, verrà prima ridotta la potenza disponibile del contatore di un 15% e, dopo quindici giorni, la fornitura sarà sospesa. Dopo dieci giorni dalla sospensione, se il cliente non dimostrerà nessun pagamento, il contratto verrà chiuso senza avvisi.

Per il gas metano, invece, il contratto verrà chiuso dopo dieci giorni dalla sospensione della fornitura. Se il distributore locale non ha la possibilità di accedere al contatore, Iren provvederà a tagliare la colonna montante e i costi saranno tutti a carico del cliente. Se neppure questo è possibile, verrà fatta una chiusura amministrativa del contratto.

NON TI ARRIVANO LE BOLLETTE? Spesso capita che non vengano consegnate le fatture per problemi o ritardi legati al servizio postale. Per evitare questo spiacevole inconveniente, hai mai pensato di passare alla bolletta web? Chiama Eni e chiedi la ricezione delle fatture di luce e gas tramite email!