Costi in Bolletta: perché Cambiano Sempre? 3 (Veri) Motivi!

costo bolletta gas
Come mai il prezzo del gas applicato in bolletta cambia in base al comune dell'utenza?

Hai attivato un contratto con un prezzo e ora ne trovi uno diverso in bolletta e ti senti truffato? Ti sei trasferito al sud e hai notato che la tariffa è aumentata?
Spieghiamo una volta per tutte quali sono i motivi per i quali il costo medio del gas può cambiare in base al comune in cui ti trovi.

Le bollette delle utenze di luce e gas rimangono sempre un mistero per molte persone. C'è chi paga e basta e chi invece cerca di capire meglio come funziona la tariffa, la fatturazione dei consumi e il prezzo del gas al metro cubo.
In questo articolo vogliamo spiegare nel dettaglio la bolletta del gas e le apparenti incongruenze che possiamo incontrare sui costi delle tariffe gas in base al comune e ai consumi di metano.

1. Il Potere Calorifico Cambia il Prezzo Gas in Bolletta

A volte possiamo trovare nella bolletta del gas un prezzo diverso rispetto a quello pattuito e che è indicato nelle condizioni economiche del contratto. In questi casi è normale pensare che ci abbiano ingannato cambiando il prezzo della quota gas in bolletta.
In realtà non si tratta di una truffa perché c'è un motivo ben preciso che giustifica questa differenza: è il coefficiente P, stabilito dall'ARERA, anche chiamato parametro P (è indicato così nella bolletta Enel gas) oppure Potere Calorifico Superiore Convenzionato (PCS). Vediamo di cosa si tratta.

Il Potere Calorifico Superiore (PCS) è sempre indicato nella bolletta del gas e rappresenta la quantità di energia contenuta in un metro cubo di gas. In parole povere indica la qualità del gas metano che arriva a casa tua: maggiore è il PCS del gas, più è elevata la sua qualità.

potere calorifico bolletta gas
Il PCS, o parametro P, è indicato nella prima o seconda pagina della bolletta tra i Dati della Fornitura

Questo parametro cambia in base alla zona di fornitura, in particolare alla cabina REMI dell'utenza, e viene pubblicato annualmente sul suo sito internet da SNAM, la società che si occupa del trasporto del gas in Italia.

Il PCS non si deve confondere con il Coefficiente C Quest'ultimo riguarda la conversione dell'unità di misura del gas metano e serve per convertire il consumo misurato dal contatore da metri cubi (mc) in Standard metri cubi (Smc) usati per la fatturazione in bolletta.

Come Calcolare il Prezzo del Gas Applicato Realmente

Per valutare in modo uniforme il prezzo delle offerte gas del mercato si usa un PCS standard, pari a 0,03852 GJ/Smc, e se vai a leggere le condizioni economiche c'è sempre una precisazione di questo genere: "Il corrispettivo indicato è riferito ad una fornitura di gas naturale con Potere Calorifico Superiore (PCS0) pari a 0,03852 GJ/Smc".

Nella fatturazione invece viene applicato il PCS convenzionato o convenzionale, specifico della zona in cui si trova la tua casa e questo può determinare la differenza di prezzo che hai notato.
Per capire meglio e per aiutarti a controllare se il prezzo è giusto facciamo un calcolo pratico, assumendo ad esempio questi dati:

  • Prezzo materia gas sottoscritto nel contratto: 0,15 €/Smc
    relativo al PCS Standard: 0,03852 GJ/Smc.
  • PCS Convenzionato: 0,0401288 GJ/Smc
    è indicato nella bolletta e dipende dalla zona geografica dell'utenza.
  • Prezzo applicato in bolletta: pari al Prezzo sottoscritto * PCS Convenzionato / PCS Standard

Nel nostro esempio numerico il prezzo fatturato è maggiore di quello sottoscritto nel contratto:
0,15 * 0,0401288 / 0,03852 = 0,1562 €/Smc

E tu quanto paghi di gas metano? Per fare un confronto con le migliori tariffe gas del mercato chiama lo 010 848 01 61 (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18) o utilizza il servizio di richiamata gratuita e un consulente ti aiuterà.

2. Ogni Regione ha Costi del Trasporto Diversi

Forse non tutti sanno che per quanto riguarda i costi per trasportare il gas, addebitati a tutti i clienti, l'Italia è suddivisa in 6 macro zone. In base alla città cambia sia la quota fissa (€/anno) sia quella variabile (€/Smc) degli oneri per il trasporto del gas. Teniamo a sottolineare che questi costi sono sempre stabiliti dall'ARERA e quindi non cambiano da un fornitore all'altro.

A seconda della Regione in cui si trova la casa cambia la spesa che paghiamo per il trasporto del gas metano.
Nella tabella possiamo vedere qual è il costo fisso, con un consumo pari a zero e la spesa con un consumo pari a 1.000 Smc nelle varie Regioni.

La spesa in bolletta per il trasporto del gas nelle Regioni d'Italia in €/anno
Zona Tariffaria Regione Consumo Smc/anno
0 1.000
Nord occidentale Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria 65 € 179 €
Nord orientale  Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna 55 € 154 €
Centrale Toscana, Umbria, Marche 62 € 180 €
Centro-sud orientale Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata 57 € 192 €
Centro-sud occidentale Lazio, Campania 73 € 237 €
Meridionale Calabria, Sicilia 79 € 283 €

Fonte ARERA - Spesa per il trasporto e la gestione del contatore gas, clienti domestici - 2020

La spesa annuale del trasporto cambia anche in base alla grandezza del contatore, definita dalla classe. I clienti domestici hanno un contatore di classe G4, mentre i condomini e le aziende hanno in genere contatori più grandi di classi superiori e con costi fissi decisamente maggiori.

3. Come Cambia la Tassazione sul Gas tra Nord e Sud

Oltre alle tariffe della distribuzione anche le imposte sul gas cambiano in base alla zona di appartenenza, in particolare c'è una differenza nelle addizionali regionali, decise da ogni Regione (ad esempio Lombardia, Val d'Aosta, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia e Sicilia non le applicano) e anche nelle accise.

Le accise del gas metano sono diverse tra Centro Nord e Sud. L'accisa agevolata è prevista nei cosiddetti "territori del Mezzogiorno": Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna; le province di Frosinone e Latina; alcuni comuni delle province di Roma, di Rieti e di Ascoli Piceno; l'isola d'Elba, l'isola del Giglio e Capraia.
La tassazione nelle zone del Sud ha un'aliquota inferiore rispetto al Nord ed era stata decisa per incentivarne la metanizzazione.

Accisa sul gas nelle zone Centro-Nord e Sud in Italia
Fascia di consumo
Smc/anno
Accisa Centro-Nord
€/Smc
Accisa Sud
€/Smc
0 - 120 0,044 0,038
121 - 480 0,175 0,135
481 - 1.560 0,170 0,120
oltre 1.560 0,186 0,150

Fonte ARERA - Imposte sul gas per usi civili - 2020

Il Costo Medio della Bolletta Gas

Questi elementi appena elencati possono quindi variare la spesa media complessiva della fattura.
Ricordiamo che in tutte le bollette viene sempre specificato il costo medio della bolletta gas, che però considera tutte le varie voci, comprese le imposte e quindi risulta poco significativo per un confronto diretto. Un altro indicatore utile che viene sempre riportato è il costo medio della spesa materia gas naturale. Tuttavia questo costo include anche la spesa fissa e dipende dal consumo di quella specifica bolletta ed è quindi fuorviante paragonarlo al prezzo di un'offerta gas.

Per capire quanto stai pagando per il gas prendi una bolletta sottomano e chiama lo 010 848 01 61 (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18) o utilizza il servizio di richiamata gratuita.

In conclusione per un raffronto diretto tra il prezzo che stiamo pagando e le offerte del mercato bisogna vedere il prezzo materia gas, anche chiamato corrispettivo gas nelle condizioni economiche contrattuali.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche