Info luce gasInfo contatori luce gas

Migliore offerta Allaccio e Voltura luce e gas?

Confronta ora le tariffe luce e gas o compila il form per prendere appuntamento. Servizio gratuito e senza impegno.

Servizio Elettrico Nazionale Tariffe F1 F2 F3: i costi e la spesa in kWh

Servizio Elettrico Nazionale Tariffe F1, F2, F3.
Cosa sono le tariffe F1, F2, F3 di Servizio Elettrico Nazionale e come vengno applicate alle utenze domestiche.

La tariffe di Servizio Elettrico Nazionale vengono distinte in monoraria o bioraria. Nella prima opzione, è presente solo una fascia di consumo, la F0. Nella seconda, le due fasce orarie sono divise in F1 ed F23. Vediamo in che modo cambiano costi e spesa in kWh, come controllare i consumi in bolletta luce, quando viene applicata la tariffa bioraria e quando quella monoraria.


La spesa in bolletta degli utenti Servizio Elettrico Nazionale (SEN) viene suddivisa in tariffe che consentono di conoscere con certezza i costi applicati in fattura, e modificare le abitudini di consumo per risparmiare sulla bolletta della luce.

Andiamo subito a scoprire, allora, i costi in euro al kWh (chilowattora) per le varie fasce orarie e tutti gli altri dettagli utili.

Tariffe Enel Tutela: come e a chi vengono applicate?

Per quanto riguarda i contratti residenziali in regime di maggior tutela del gruppo Enel, Servizio Elettrico Nazionale prevede l’applicazione di una tariffa bioraria programmata su tre fasce di consumo. Questo tipo di condizioni economiche viene applicato agli utenti che:

  • Dispongono di contatore elettronico riprogrammato sulle tre fasce di consumo;
  • Hanno ricevuto già almeno tre fatture di conguaglio.

Le tariffe di Enel Servizio Elettrico Nazionale cambiano durante l’anno? Si, a seconda degli aggiornamenti di ARERA, l’Autorità per Energia Reti e Ambiente. Il cambio è trimestrale. Le tariffe entrano in vigore nel primo mese del trimestre e restano valide fino all’ultimo giorno del terzo mese del periodo considerato.

Le fasce orarie, allora, prevedono uno schema di funzionamento piuttosto semplice da comprendere:

  • Il prezzo più alto è corrispondente a quello della fascia F1. Questa include le ore di punta della giornata, tra le 8:00 e le 19:00 nei giorni feriali (escluse festività);
  • Nelle fasce F23 il prezzo dell’energia diminuisce. Corrispondono al periodo che va dalle 19:00 alle 8:00 dei giorni feriali, nei weekend e durante le festività.

A gennaio 2023 SEN chiude: scegli ora il tuo nuovo fornitore! Nel gennaio 2023 Servizio Elettrico Nazionale chiuderà, aprendo così definitivamente la strada al mercato libero. Non farti trovare impreparato! Scegli già da ora il tuo prossimo operatore con tariffa bioraria grazie a Selectra. Prendi un appuntamento per parlare con un Esperto energia che ti saprà indicare tutte le offerte più convenienti del momento. Il servizio è gratuito e senza impegno.

Quanto costa un kWh Enel Servizio Elettrico?

La tariffa bioraria di SEN con fasce orarie F1 ed F23 viene applicata ai contratti residenziali e prevede tre capitoli di spesa principali:

  • Spesa per la materia energia;
  • Spese per il trasporto e gestione contatore;
  • Oneri di sistema;
  • Imposte.

Analizziamo nel dettaglio le tariffe applicate ai clienti domestici, identificando i costi e le varie voci per le diverse fasce.

Spesa per la materia energia

In questa sezione rientrano tutte le attività del fornitore legate al processo di acquisto e rivendita di energia al cliente finale. La componente si divide in quota fissa e quota energia.

La quota fissa, nello specifico, è relativa alla spesa sostenuta ogni mese per singolo cliente:

Costi quota fissa energia SEN - tariffa bioraria
Periodo di riferimento Spesa in € per cliente/mese
Ogni mese 3,850

Prezzi relativi al III trimestre 2021 - Fonte: ARERA

Mentre i costi per la quota energia vengono suddivisi in fasce F1 ed F23:

Costi quota energia SEN - tariffa bioraria
Fascia oraria di consumo Spesa in €/kWh
Fascia F1 0,130
Fascia F23 0,111

Prezzi relativi al III trimestre 2021 - Fonte: ARERA

Spesa per il trasporto e gestione contatore

In questa voce rientrano prima di tutto le spese per il trasporto. Si tratta di attività legate quindi agli spostamenti dell’energia sulle varie reti fino alla consegna vera e propria ai clienti finali:

Spesa per il trasporto e gestione contatore SEN per ogni mese - tariffa bioraria
Voce di spesa Spesa trasporto contatore
Costi per la quota fissa in €/cliente/mese 1,710
Costi per la quota potenza in €/kW di potenza impegnata/mese 1,770
Costi per la quota variabile in €/kWh 0,008

Prezzi relativi al III trimestre 2021 - Fonte: ARERA

Scendendo nel dettaglio queste quote includono le voci:

  • UC3: si tratta della componente della spesa per il trasporto e la gestione del contatore dedicata alla copertura degli squilibri dei sistemi di perequazione dei costi di trasporto dell'energia. Viene applicata all’energia elettrica consumata (in €/kWh);
  • UC6: componente che va a coprire parte dei costi del sistema di incentivi alle imprese che gestiscono le reti. È costituita da una parte applicata alla potenza impegnata (in €/kW/anno), e una applicata all’energia consumata (in €/kWh).

Spesa per oneri di sistema

Anche in questo caso, stiamo parlando di spese sostenute ogni mese, che generano oneri che vanno a modificare le tariffe di Enel Servizio Elettrico Nazionale. Si dividono in costi per la quota fissa (solo per i clienti domestici non residenti) e costi per la quota variabilee comprendono:

  • ASOS: identifica la componente della spesa per oneri di sistema relativi al sostegno alle energie ricavate da fonti rinnovabili. Ha assunto questa denominazione da gennaio 2018;
  • ARIM: identifica la spesa per oneri di sistema destinata a incentivazioni, agevolazioni, sostegni, bonus e integrazioni. Applicata dal 2018, viene identificata anche con la voce “Rimanenti oneri generali”;
Oneri di sistema e imposte ENEL SEN per ogni mese - tariffa bioraria
Voce di spesa Spesa oneri di sistema
Costi per la quota fissa in €/cliente/mese 0,0
Costi per la quota variabile in €/kWh 0,024

Prezzi relativi al III trimestre 2021 - Fonte: ARERA

Imposte di Enel Servizio Elettrico Nazionale

In questa categoria rientrano, in buona sostanza, imposte di vario tipo espresse in valori annuali stabilite dallo Stato e uguali per tutti i gestori. Tra le altre, ci sono voci di spesa come:

  • Accise: 0,0227 €/kWh (applicati ad un consumo oltre 150 kWh/mese per le utenze prima casa con 3 kW di potenza)
  • IVA: 10% per usi domestici, o al 22% per altri usi (contatore per box, magazzini, garage, locali commerciali).

Tariffe Enel SEN: come controllare la spesa in bolletta?

La bolletta Servizio Elettrico Nazionale ti consente di verificare in maniera piuttosto semplice le varie componenti di costo. Si tratta delle voci che poi, una volta sommate, restituiscono l’importo da pagare.

In particolare, nella prima pagina trovi subito le tre voci di spesa più importanti di cui abbiamo parlato nei paragrafi precedenti. Si tratta di spesa per la materia energia, spesa per il trasporto dell’energia elettrica e la gestione del contatore, e spese per oneri di sistema. A queste si aggiungono imposte e IVA. Trovi tutto nella sezione “Sintesi degli importi fatturati”, a metà della prima pagina:

Il dettaglio delle voci di spesa della tariffa bioraria SEN.
La prima pagina delle bollette SEN include il dettaglio di tutte le voci di spesa.

Per conoscere i consumi divisi per fascia oraria, invece, devi consultare la seconda pagina. Nella parte superiore troverai la sezione “Consumi fatturati e dettaglio letture”. Qui hai un comodo riepilogo dei consumi annui, effettivi e fatturati per le fasce F1, F2 ed F3. La tabella “Dettaglio delle letture” ti mostra anche i vari dati scaturiti da letture e autoletture.

Il dettaglio delle letture per le fasce F1, F2, F3 di Servizio Elettrico Nazionale.
Nella sezione Dettaglio delle letture trovi i consumi suddivisi per fascia oraria.

Che differenza c’è tra tariffa bioraria e tariffa monoraria?

Oltre alle fasce F1, F2 ed F3, Servizio Elettrico Nazionale prevede anche una seconda opzione dedicata alle forniture domestiche. Si tratta della tariffa monoraria (F0), relativa alle utenze luce in bassa tensione. Con questa opzione, il prezzo dell’energia non cambia durate tutto l’arco della giornata, indipendentemente dalla fascia oraria.

Con riferimento al terzo trimestre 2021, allora, proponiamo un rapido riepilogo delle varie componenti di spesa che vanno a formare la tariffa monoraria SEN, a cominciare dalla spesa per la materia energia. Questi i dati della quota fissa:

Spesa materia energia tariffa monoraria SEN - tariffa monoraria
Periodo di riferimento Spesa in € per cliente/mese
Ogni mese 3,85

Prezzi relativi al III trimestre 2021 - Fonte: ARERA

Questi i riferimenti per la quota energia:

Costi quota energia SEN - tariffa monoraria
Componente Spesa in €/kWh
Energia 0,118

Prezzi relativi al III trimestre 2021 - Fonte: ARERA

In questo caso scompare, ovviamente, l’indicazione delle fasce orarie. Per quanto riguarda gli oneri di sistema le altre componenti, invece, non vi sono differenze con le tariffe biorarie.

Come passare da tariffa monoraria a bioraria con SEN? Per capire come passare dal modello monorario a quello biorario, leggi pure il nostro approfondimento: ”Cambio Tariffa (Enel) Servizio Elettrico Nazionale: ecco come fare”.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche