Info luce gasInfo contatori luce gas

Migliore offerta Allaccio e Voltura luce e gas?

Confronta ora le tariffe luce e gas o compila il form per prendere appuntamento. Servizio gratuito e senza impegno.

Rimborso Servizio Elettrico Nazionale: come fare? Moduli e Contatti

Come chiedere un rimborso al Servizio Elettrico Nazionale?
Come chiedere un rimborso al Servizio Elettrico Nazionale? Cosa inserire nei moduli di rimborso?

Per richiedere un rimborso al Servizio Elettrico Nazionale (ex Enel Servizio Elettrico Nazionale) si deve compilare in forma scritta l'apposito modulo di reclamo e inviarlo tramite area clienti, email o posta ordinaria al fornitore.


Il fornitore del Gruppo Enel per il mercato di Maggior Tutela dispone di una vasta gamma di strumenti per richiedere un rimborso, ma passano tutti dalla compilazione del classico modulo di reclamo. Scopriamo insieme come compilare questo modulo e come inviarlo al Servizio Elettrico.

Rimborso Servizio Elettrico Nazionale: in quali casi si può richiedere?

Puoi richiedere un rimborso al Servizio Elettrico Nazionale per diverse motivazioni, come ad esempio per chiusura contratto, richiedendo quindi il deposito cauzionale versato al momento dell'attivazione della fornitura, o anche il rimborso per un doppio pagamento di una fattura. Tutte le cause per un eventuale rimborso sono ovviamente legate alla tua fornitura elettrica.

I principali motivi per cui chiedere un rimborso sono elencati nell'apposito modulo, dovrai unicamente mettere una croce sulla casella di riferimento ad una delle seguenti cause:

  • Morosità e sospensione: errata sospensione, cessazione e riattivazione della fornitura per morosità, corrispettivo Cmor per morosità pregresse;
  • Mercato: modalità di cambio venditore, contratti non richiesti, condizioni economiche nuovi contratti, bollette ricevute da più venditori;
  • Fatturazione: errata periodicità di fatturazione, importi fatturati, pagamenti e rimborsi, ricalcoli, uso dell’autolettura, consumi stimati errati, importi per consumi risalenti a più di due anni;
  • Misura: funzionamento e sostituzione contatore, verifica contatore e ricostruzione consumi, mancata rilevazione letture;
  • Connessioni, lavori e qualità tecnica: interruzione di corrente, tensione, sicurezza, tempi e costi preventivi, attivazioni, spostamenti;
  • Contratti: stipula e costi dei contratti di voltura e subentro, cambio intestazione, recesso, modifiche unilaterali;
  • Deposito cauzionale: nel caso in cui, a seguito di una disdetta del contratto con il fornitore, non sia stato restituito il deposito cauzionale versato all'attivazione della fornitura, o all'atto di voltura;
  • Bonus sociale: validazione, erogazione, cessazione del bonus sociale;
  • Qualità commerciale: problemi con il funzionamento del servizio clienti, call center, sportelli, indennizzi del venditore e distributore;
  • Reclami e richieste non riconducibili a nessuna delle categorie indicate sopra, specificandone il caso.

Scarica il modulo di reclamo Servizio Elettrico Nazionale (ex Enel Servizio Elettrico Nazionale)Se devi richiedere al fornitore un rimborso, scarica e compila correttamente il modulo reclami del Servizio Elettrico Nazionale.

Se il motivo della tua richiesta di rimborso è legato all'errata attribuzione del Canone Rai in bolletta luce dovrai procedere compilando lo specifico modulo di rimborso per esenzione da Canone Rai.

Dove inviare la modulistica per il rimborso?

Per inviare un reclamo al Servizio Elettrico Nazionale e ricevere quindi il rimborso dovrai procedere contattando il fornitore tramite uno dei canali messi a disposizione per l'operazione e compilare l'apposito modulo di reclamo.

Come inviare la richiesta di rimborso al Servizio Elettrico Nazionale (SEN)?
CANALE CONTATTI
Area Clienti Servizio Elettrico Nazionale Accedi all'Area Clienti dal sito servizioelettriconazionale.it o dalla App Servizio Elettrico Nazionale sul tuo smartphone.
Clicca su Accedi e inserisci email e password per effettuare il login. Una volta entrato, clicca su Reclamo/Modulistica.
E-mail Scrivi a: allegati@servizioelettriconazionale.it
Apri la tua posta elettronica, inserisci l'email di SEN tra i destinatari, scrivi per oggetto "invio modulo reclamo per rimborso", una breve presentazione nel testo della mail e ricorda di allegare il modulo di reclamo.
Spedizione postale Indirizzo: Servizio Elettrico Nazionale S.p.A. C.P. 1100 – 85100 Potenza (PZ)
Stampa il modulo di reclamo, compilalo oppure scrivilo di tuo pugno con le informazioni necessarie e spediscilo all'indirizzo della sede legale del Servizio Elettrico Nazionale. 

Ricorda di allegare sempre un documento di identità dell'intestatario della bolletta allegato ai moduli, altrimenti la pratica di rimborso non potrà procedere. Qualcosa non ti è chiaro? Verifica la procedura per l'invio della modulistica al Servizio Elettrico Nazionale.

Eventualmente, puoi decidere di non utilizzare il modulo prestampato del Servizio Elettrico Nazionale, ma all'interno della tua dichiarazione, per far sì che venga accettata dal fornitore, dovrai inserire:

  • Nome, cognome e codice fiscale dell'intestatario della fornitura;
  • Indirizzo della fornitura luce registrata con il Servizio Elettrico;
  • Indirizzo di recapito (se diverso dall’indirizzo di fornitura) o di posta elettronica dove ricevere la risposta del fornitore;
  • Codice POD o numero cliente;
  • Una descrizione del motivo per cui si chiede il rimborso;
  • In caso di importi errati e/o una rettifica di fatturazione, è fondamentale indicare anche l’autolettura e la data in cui è stata effettuata.

Prima di inviare un reclamo al Servizio Elettrico Nazionale, il fornitore suggerisce di chiamare il Servizio Clienti al numero verde 800.900.800 da rete fissa, oppure il numero 199.50.50.55 da cellulare (costo applicato dal tuo operatore telefonico), un consulente sarà a tua disposizione per rispondere immediatamente alla tua richiesta e abbreviare i tempi dell'operazione. Se sei una persona non udente, puoi telefonare ugualmente al numero verde utilizzando il sistema Pedius, l’app dedicata, scaricabile gratuitamente per cellulari iOS e Android.

Se sei un utente per una fornitura in maggior tutela nel comune di Roma o nella sua provincia, il rimborso sarà da chiedere al Servizio Elettrico Roma, società del gruppo Acea che si occupa del mercato tutelato nella capitale.

In che modo avviene il rimborso?

A seconda della somma dovuta per il rimborso e delle disponibilità di ricezione dell'utente, possono esserci più modalità per ricevere un rimborso dal Servizio Elettrico Nazionale:

  • Bonifico su conto corrente: è sufficiente inserire tra i dati della modulistica il codice IBAN di un conto intestato o cointestato al titolare dell'utenza luce. Questa modalità è disponibile per tutti gli importi richiesti;
  • Accredito nella bolletta successiva: selezionando questa modalità, il rimborso verrà effettuato scontando l'importo dell'imborso nella successiva bolletta. Qualora l'importo fosse maggiore della bolletta stessa, si procederà in ugual misura sulle bollette successive, fino al saldo del rimborso;
  • Ricevitoria Sisal: disponibile per Clienti con codice fiscale alfanumerico e per importi fino a 500€. In tal caso il rimborso viene effettuato di persona presso un punto Sisal abilitato dove presenterai la comunicazione ricevuta da Servizio Elettrico Nazionale, un documento di riconoscimento valido e la tessera sanitaria
  • Assegno: solo per importi fino a 5.000€. Sarà emesso un assegno non trasferibile, la banca incaricata dal Servizio Elettrico Nazionale invierà tramite posta ordinaria all'indirizzo di recapito indicato dal cliente nel modulo.

Come compilare correttamente il modulo di reclamo?

Al fine di ottenere il rimborso nel minor tempo possibile è bene compilare correttamente tutte le sue voci il modulo di reclamo, questo per evitare che la richiesta sia respinta per mancanza di dati tecnici.

Dati personali nel modulo di Reclamo SEN
I dati da inserire permetteranno di identificare cliente, contratto e fornitura luce di riferimento.

Oltre ai dati personali di contatto, sarà necessario inserire anche i dati legati al contratto luce e alla fornitura per la quale stai inviando il reclamo, ovvero:

  1. Numero Cliente: chiamato anche codice cliente, è l'identificativo del tuo contratto luce con il Servizio Elettrico Nazionale ed è composto da 9 cifre numeriche;
  2. Codice POD: identifica il tuo contatore della luce, è un codice alfanumerico che inizia con IT.

Potrai trovare questi codici in pagina 1 della tua bolletta del Servizio Elettrico Nazionale.

Dove trovare codice cliente e codice POD
Ecco dove trovare in bolletta SEN il Codice Cliente (Numero Cliente) e il Codice POD.

Due codici differenti con lo stesso nominativoAttenzione a non confonderti! Il termine codice cliente viene utilizzato sia per indicare il tuo identificativo del contratto di fornitura, sia per identificare la matricola del contatore elettrico, e quest'ultima potrai trovarla sul contatore stesso, da fornire in caso di guasti o malfunzionamenti.

Richiesta di rimborso eredi e utenti di fatto

Esistono due casi in cui il Servizio Elettrico prevede una specifica procedura e modulistica in caso di rimborso, legate all'operazione della voltura, ovvero il cambio di intestatario della fornitura: gli utenti di fatto e la voltura mortis causa.

Nel caso in cui il nuovo titolare del contratto, a seguito di una voltura con il Servizio Elettrico Nazionale, abbia versato una somma di denaro in caparra per un periodo in cui ha utilizzato la fornitura, è possibile richiedere un rimborso come utente di fatto.

Scarica il modulo di rimborso per utente di fattoScarica e compila correttamente in tutti i suoi punti il modulo di rimborso per utente di fatto e invialo al Servizio Elettrico Nazionale.

Il secondo caso riguarda l'eventualità in cui, a seguito del decesso del precedente intestatario, l'erede che ha effettuato la voltura mortis causa richieda a sua volta un rimborso inerente al periodo in cui la fornitura era ancora intestata al defunto.

Modulo di rimborso per gli erediSe devi chiedere un rimborso in quanto erede e nuovo intestatario della fornitura luce, scarica e compila l'apposito modulo per rimborso da parte di eredi del Servizio Elettrico.

Cosa fare se la richiesta di rimborso viene rifiutata?

Nel caso in cui il Servizio Elettrico Nazionale rifiuti la tua richiesta di rimborso e tu sia convinto di avere diritto ad ottenere un riaccredito del mal tolto, puoi rivolgerti ad una delle associazioni di consumatori del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti, oppure affidarti allo Sportello del Consumatore, l'ente gestito da ARERA in collaborazione con l'Acquirente Unico e fornisce al cliente informazioni, assistenza e tutela per tutte le problematiche relative alla fornitura di energia elettrica e gas metano.

Sportello per il Consumatore ARERA
Numero verde 800.166.654 

Il servizio è disponibile per telefoni fissi e cellulari, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18, festivi esclusi.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche