Tu sei qui

Come regolare la caldaia e risparmiare?

Info risparmio in bolletta

010.848.01.61

Stai pagando bollette troppo alte? Hai pensato che la soluzione potrebbe essere regolare, nella maniera corretta, la caldaia? Ecco tutti i consigli utili di cui puoi aver bisogno per riscaldarti risparmiando!

Come regolare la caldaia?

La gestione accurata degli impianti domestici e la loro corretta manutenzione sono azioni di fondamentale importanza, per un corretto funzionamento e un significativo risparmio per il cliente finale. Piccoli accorgimenti possono fare la differenza, sia a livello economico che ambientale, e permettono al cliente di riscaldare l’ambiente domestico in modo più uniforme e risparmiando a fine mese sulla bolletta.

Ricorda che... Prima di intervenire direttamente sulla caldaia a gas, controlla che non ci siano dispersioni di calore attraverso i tubi dell’impianto di riscaldamento che conducono alla caldaia e sigilla bene porte e finestre per evitare gli spifferi.

Ti presentiamo il nostro video tutorial, dedicato a come regolare la caldaia nel modo giusto e poter risparmiare:

I 4 consigli per regolare la caldaia

Regola la caldaia nel modo giusto!

  1. Per prima cosa è opportuno installare all’interno dell’abitazione un timer centralizzato, in grado di regolare la temperatura automaticamente quando tende ad abbassarsi di colpo, e di spegnersi quando raggiunge il massimo del calore che abbiamo precedentemente impostato. Questi accorgimenti sulla caldaia permettono un risparmio energetico di circa il 20%. Inoltre, se la caldaia è dotata di sonda esterna la temperatura di mandata sarà regolata autonomamente da quello che la sonda percepisce all’esterno.
  2. Le valvole termostatiche consentono di limitare e regolare il consumo dell’acqua calda per il riscaldamento. L’installazione delle suddette valvole comporta un costo iniziale di installazione di 120-150 € per ogni calorifero, ma permette al cliente di ridurre fino al 15% le spese relative al buon funzionamento dell’impianto, il che significa anche un significativo risparmio sulle bollette.
  3. Regola fondamentale per risparmiare è evitare la cattiva abitudine di spegnere e accendere la caldaia in continuazione: è di fondamentale importanza regolare le valvole termostatiche di ogni termosifone con la giusta temperatura. Questi accorgimenti permettono ai muri di avere sempre la stessa temperatura ed evitano degli sbalzi di calore troppo repentini, che non sono buoni per la salute nè per le tasche del cliente, che si troverebbe a pagare bollette salatissime.
  4. La pulizia degli apparecchi è di fondamentale importanza: una caldaia a gas non efficiente può aumentare il consumo di addirittura un 30%. Quindi se vuoi risparmiare sulla bollette del gas, è necessario investire in una buona manutenzione, chiamando periodicamente un tecnico incaricato.

ATTENZIONE! La sonda esterna va installata sempre a nord e non deve mai essere colpita dal sole, sennò c’è il rischio che si possano alterare i valori.

Non sai quale caldaia è migliore per le tue esigenze? Visita la nostra pagina dedicata e segui alcuni semplici consigli per fare la scelta giusta!

Come evitare le dispersioni di calore?

  • Un’altra semplice regola è quella di mantenere il riscaldamento intorno ai 20 gradi, temperatura ideale per una casa. Mantenendo la caldaia impostata su questa temperatura, si evitano sprechi e costi inutili poichè, per ogni grado di temperatura oltre questa soglia, la spesa aumenta fino al 7-8%.
  • Vuoi risparmiare fino a un 15%? Assicura la libera circolazione dell’aria calda, mantenendo i caloriferi liberi da qualsiasi tipo di barriere (coperte, tende, rivestimenti..).
  • Al fine di evitare la dispersione del calore attraverso i vetri delle finestre è bene abbassare le tapparelle non appena fa buio, ed evitare di tenere le finestre aperte mentre i termosifoni sono in funzione.

Assicurati di non pagare troppo in bolletta: falle fare un check-up!

...

Caldaia accesa di notte: sì o no?

Caldaia accesa di notte?

A questo proposito, troviamo due scuole di pensiero diverse: da un lato i sostenitori del tenere il riscaldamento acceso per più tempo possibile (ma al minimo), dall’altra i sostenitori del tenere la caldaia a gas spenta durante la maggior parte della giornata. Entrambe queste teorie presentano vantaggi e difetti, che qui ti proponiamo.

A quale delle due tesi far fede? 

  • Caldaia accesa di notte: sì. La prima scuola di pensiero suggerisce che per risparmiare sia meglio lasciare il più possibile acceso il riscaldamento, ovviamente al minimo. La caldaia regolata per fornire acqua a temperatura più bassa rende sicuramente molto di più rispetto ad un funzionamento ad alta temperatura: proprio per questo motivo, molti clienti hanno avuto un effettivo risparmio in bolletta.
  • Caldaia accesa di notte: no. La maggior parte dei clienti preferisce questa scelta, cioè mantenere la caldaia al minimo (o addirittura spenta) nelle ore in cui non sono in casa o di notte, e alzare le temperature al massimo nei momenti della giornata in cui si è nell’abitazione. Anche questa soluzione presenta dei vantaggi, supportati anche da un motivo scientifico: infatti, una differenza di temperatura interno/esterno meno marcata riduce le dispersioni di calore della casa verso l'esterno.
...

Quanto consuma una famiglia standard?

Il consumo di gas per il riscaldamento di una famiglia dipende da numerosi fattori: numero dei componenti del nucleo familiare, tipo di impianto per il riscaldamento, acqua calda sanitaria (ACS). Ovviamente il consumo varia anche a seconda delle abitudini della famiglia e in dipendenza alla stagione: in autunno e inverno i consumi saranno molto maggiori rispetto ai periodi più caldi. Anche la zona geografica influisce sui consumi di gas: al Sud si consuma meno per il riscaldamento rispetto al Nord, poichè il clima è più mite e la temperatura esterna è più alta.

Consumo annuale di gas metano per una famiglia standard di 3 persone
Riscaldamento 700 Smc/anno*
Acqua calda 190 Smc/anno
Cucina 90 Smc/anno

*I 700 Smc/anno sono una media tra le varie zone di Italia (940 Smc a Milano, 800 Smc a Roma e 370 Smc a Palermo)

Come si può vedere dai dati riportati, il riscaldamento pesa in modo particolare sulle tasche degli italiani, quindi è bene seguire i consigli proposti in questo articolo per riscaldarsi risparmiando.

Vuoi sapere quanto gas consuma la tua famiglia? Per fare una stima del consumo di gas della tua famiglia, visita la nostra pagina dedicata!

Quanto costa un metro cubo di gas nel 2016?

Il mercato libero offre diverse tariffe per il gas metano e in questa tabella puoi trovare l'offerta che si adatta meglio alle tue esigenze. Qui viene riportato il solo prezzo della materia prima gas, a cui andranno poi aggiunti i costi di distribuzione, gli oneri generali e le tasse. Per saperne di più, visita la nostra pagina dedicata.

Costo del gas al metro cubo nel 2016
Fornitore e offerta Prezzo della materia prima gas in €/Smc Per saperne di più

Sicura Home Easy Gas
  010.848.01.61
o fatti richiamare gratuitamente

Link
  049.736.08.38 
o fatti richiamare gratuitamente

Gas prezzo fisso
  Scopri l'offerta

Sottocontrollo
  049.736.08.38
o fatti richiamare gratuitamente

Energia Sicura Gas
  Contatta Enel Energia

Commenti