Documenti Cambio Fornitore Luce e Gas: Quali Sono? Dove si trovano?

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

Documenti Cambio Fornitore.
Quali documenti servono per cambiare fornitore luce e gas.

Per passare da un fornitore all’altro è necessario presentare dei documenti precisi. Scopriamo allora quali dati servono e come fare per cambiare fornitore luce e gas, dove trovare queste informazioni e a cosa servono.

Sapere quali documenti servono per il cambio di operatore luce e gas molto utile, perché consente di non perdere tempo a cercare informazioni sparse tra cassetti e scaffali (oppure tra le cartelle del proprio computer). Per sapere come fare per cambiare fornitore luce e gas inviando i dati corretti, allora, ecco una prima lista di massima:

  • Quali documenti servono per cambiare fornitore energia e gas?
  • Dati dell'intestatario del contratto: nome, cognome e codice fiscale (o partita IVA);
  • Dati fornitura: indirizzo e codice POD (per l'energia elettrica) e codice PDR (per il gas);
  • Recapito telefonico e un indirizzo email valido;
  • Codice IBAN, nel caso scegliessi di aderire al servizio domiciliazione bancaria.

Vediamo adesso di approfondire ulteriormente i differenti casi nei quali ci si può ritrovare, differenziando tra le procedure di cambio fornitore luce e gas.

Di quali dettagli ho bisogno per Cambiare Fornitore Luce?

Per cambiare fornitore di energia elettrica sono necessari dei documenti che fanno luce sull’identità del richiedente, chiariscono la posizione dell’immobile coinvolto e le caratteristiche del contatore. Ecco quindi l’elenco completo dei dati richiesti dalla maggioranza dei fornitori del mercato libero, accompagnato da brevi descrizioni:

Documenti Cambio Fornitore Energia Elettrica
Documento A cosa serve?
 Dati anagrafici I dati anagrafici dell'intestatario del contratto servono, banalmente, a identificare chi sta sottoscrivendo la nuova offerta. Si tratta di informazioni basilari come nome, cognome, codice fiscale o partita IVA.
Codice POD Acronimo di Point of Delivery, il codice POD è considerabile un po' come il codice fiscale della propria fornitura luce e gas. Si tratta di una serie di lettere e numeri (14-15 di norma) che identificano l'utenza. Non cambia mai, nemmeno se decidi di passare a un altro fornitore. Puoi rintracciarlo sulle prime pagine delle bollette della luce.
Potenza del contatore È necessario indicare la potenza impegnata richiesta per il contatore della luce, in modo da ritrovarsi con la quantità corretta di energia necessaria a svolgere le attività quotidiane. La classica utenza domestica di norma è associata a una potenza di 3 kWh.
Casella di posta elettronica e numero di telefono La casella di posta elettronica è sempre più importante, perché è tramite questo riferimento che il fornitore può inviarti comunicazioni varie, i dati per l'accesso all'area clienti e le bollette web. Il numero di telefono, allo stesso modo, può servire in caso di comunicazioni.
Codice IBAN Puoi indicare il codice IBAN così da consentire il pagamento delle bollette tramite domiciliazione bancaria. Così facendo, il saldo delle fatture avverrà in automatico tramite addebito diretto su conto corrente.
Info Attivazione Offerte02 8295 8097
Info Attivazione Offerte

Una volta inviate queste informazioni, il fornitore da te scelto sarà in grado di procedere con l’attivazione della tariffa da te preferita. Sei ancora indeciso su quale proposta contrattuale sia la migliore per te? Dai uno sguardo al nostro confronto offerte luce per avere un quadro della situazione più chiaro.

Cambiare Gestore Gas: che Informazioni servono?

Il cambio di gestore gas è una procedura non particolarmente complicata, che però necessita delle giuste informazioni per procedere nel modo più corretto possibile. In particolare, prima di iniziare il processo di cambio fornitore è bene che tu abbia a portata di mano queste informazioni:

Documenti Cambio Fornitore Gas
Documento A cosa serve?
 Dati anagrafici Nome, cognome, codice fiscale o partita IVA. Questi pochi riferimenti servono per poter identificare l'intestatario della fornitura.
Codice PDR Il codice PDR (acronimo di Punto di Riconsegna) individua il riferimento geografico sul territorio italiano dove l'utente finale preleva il gas. Questo dato rimane sempre lo stesso, anche in caso di cambio fornitore, e può essere rintracciato con facilità sulle prime pagine delle bollette del metano.
Modalità d'uso Dovrai indicare la modalità d'uso del gas. Le tre opzioni più comuni sono cottura di cibi, riscaldamento ambienti e produzione di acqua calda per uso sanitario. A seconda delle tue scelte cambierà la struttura della tariffa.
Casella di posta elettronica e numero di telefono La casella email serve per ricevere comunicazioni, i dati per il login nell'area clienti e le bollette in formato digitale. Il numero di telefono può essere necessario nel caso in cui il fornitore debba richiederti informazioni.
Codice IBAN Con il codice IBAN puoi attivare la domiciliazione bancaria e il relativo addebito su conto corrente.
Info Attivazione Offerte02 8295 8097
Info Attivazione Offerte

Per verificare quale tariffa conviene attivare in caso di cambio fornitore del metano, puoi affidarti al confronto offerte gas.

Cambio Fornitore con Voltura Contestuale: quali Documenti sono necessari?

La voltura con cambio fornitore contestuale permette di modificare l’intestatario del contratto luce e gas e, come dice il nome stesso, procedere allo stesso tempo alla modifica del fornitore legato all’utenza. Per tutti i dettagli su questa operazione ti rimandiamo al nostro speciale sulla voltura con cambio fornitore. Qui ci limitiamo a segnalare i documenti che servono per far partire questa operazione, ovvero:

  • Dati personali del nuovo intestatario (carta d’identità, codice fiscale, telefono, indirizzo);
  • Codice POD o PDR;
  • L'autolettura del contatore coinvolto nell'operazione;
  • I dati catastali dell'immobile;
  • L'indirizzo dell'utenza oggetto della voltura;
  • Le coordinate del conto corrente (se vuoi usufruire della domiciliazione);
  • Potenza impegnata del contatore in kWh (per le utenze luce).

Va detto, però, che in questo caso alcune delle informazioni necessarie alla buona riuscita della procedura (soprattutto codice POD e PDR) dovranno essere fornite dall’inquilino precedente. Nel caso ciò non fosse possibile, esistono comunque dei modi per cercare di recuperare i dati necessari. Ti spieghiamo come fare nello speciale su come conoscere l'intestatario del contatore luce e gas.

Le principali operazioni sul contatore
Voltura Subentro Allaccio
Disdetta Prima Attivazione Luce Prima Attivazione Gas

Come Passare da un Fornitore all'altro?

L’invio dei documenti rappresenta solo uno degli step previsti per cambiare fornitore di luce e gas. Nel complesso, la procedura è stata semplificata di molto negli ultimi anni, nel tentativo di facilitare il passaggio di sempre più utenti dalla maggior tutela al mercato libero.

  • Cosa cambia tra mercato libero e maggior tutela?
  • Maggior Tutela: se non hai mai cambiato fornitore, questo è il tuo regime tariffario. Viene gestito da ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, e per i clienti domestici terminerà a gennaio 2024;
  • Mercato libero: nel mercato libero puoi scegliere il fornitore di energia elettrica e metano sulla base delle offerte delle varie compagnie.

Nel concreto, però, cosa succede se si cambia fornitore di energia elettrica? In linea di massima, la procedura di cambio fornitore si articola in alcune fasi distinte:

  1. Il cliente individua il fornitore di suo gradimento;
  2. Tramite i canali predisposti dalla compagnia scelta (nella maggior dei casi il sito internet ufficiale), il cliente inizia la procedura di sottoscrizione del contratto inviando i documenti necessari al cambio fornitore;
  3. L'operatore si interfaccia con il vecchio fornitore al fine di attivare la nuova utenza;
  4. Al termine, il cliente può iniziare a usare luce e gas alle condizioni contrattuali stipulate con il nuovo fornitore.

Devi sempre tenere a mente, poi, che il cambio di fornitore:

Se vuoi altre spiegazioni sui vari aspetti della procedura che porta a passare da un fornitore all’altro, puoi guardare questo video preparato per te:

Per qualsiasi altra informazione, suggerimento o chiarimento, ricorda che puoi sempre chiamare lo 02 8295 809702 8295 8097prendere un appuntamento per ottenere una consulenza gratuita e senza impegno.

Come Inviare i Documenti per il Cambio Fornitore?

Dopo aver capito di quali dettagli hai bisogno per cambiare fornitore luce e gas, è altrettanto importante comprendere in che modo inviare le informazioni richieste. Le alterative proposte dai fornitori non sono molte, e possono essere sintetizzate come segue:

  • Via internet, attraverso appositi form che permettono di inserire tutte le informazioni richieste direttamente dal sito ufficiale della compagnia scelta;
  • Via email, alla casella di posta elettronica indicata dal fornitore;
  • Via fax o posta, modalità ormai sempre più in disuso a favore dei vari canali digitali.

Ogni fornitore presenta modalità di trasmissione differenti. Per essere certi di procedere nel modo corretto, è possibile affidarsi all’assistenza clienti dell’azienda scelta. Se necessiti di un riepilogo completo delle aziende più importanti, vai all’elenco dei principali fornitori luce e gas del mercato in Italia.

Quanto Tempo ci vuole per Cambiare Fornitore?

Una volta compreso quali sono i documenti per cambiare fornitore, la domanda che potrebbe sorgere spontanea riguarda le tempistiche. Va detto che, in questo campo, le regole valgono per tutti gli operatori, perché stabilite da ARERA. Il cambio di fornitore, nello specifico, diventa effettivo dal 1° giorno del mese, a seconda anche della velocità con il quale l’operatore compie le operazioni necessarie. Ad esempio:

Se il venditore avvia la procedura entro il 10 gennaio, il cambio parte dal 1° febbraio, altrimenti slitta al mese successivo, con inizio dal 1° marzo.

Va differenziato poi il caso nel quale a cambiare fornitura sia un cliente domestico o non domestico:

  • Cliente domestico: le tempistiche vanno da uno a due mesi, in base all'attivazione del contratto;
  • Cliente non domestico: circa tre mesi.

Grandi novità in arrivo! A quanto pare, a partire dal 2026, sarà possibile portare avanti l'intera procedura del cambio fornitore luce in 24 ore! Scopri i dettagli nel nostro approfondimento dedicato al cambio gestore in un solo giorno.

Vuoi Cambiare Fornitore? Scegli l’Offerta Giusta!

I documenti per il cambio fornitore non sono molti, ma è importante conoscerli e averli a portata di mano per velocizzare tutte le operazioni previste. È altrettanto importante, però, capire quale offerta attivare per riuscire davvero ad alleggerire le bollette di energia elettrica e metano. Dai uno sguardo alla tabella seguente, allora, per scoprire le offerte top del momento:

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di Maggio 2024
POSIZIONENOME OFFERTASPESA* (€/mese)
first-place


Prima Posizione

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia
Tariffa indicizzata
LUCE: 43€
GAS: 76€

02 8295 8095 Attiva online Sconto 60€ Attiva online (Sconto 40€)
secondo


Seconda Posizione

NeN Special 48 Luce e Gas

a2a
Tariffa prezzo fisso
Esclusiva online
LUCE: 45,7 €
GAS: 76,5 €

Attiva online Sconto 96€ Attiva online (Sconto 96€)
third-place


Terza Posizione

Eni Plenitude Trend Casa luce e gas
a2a
Offerta indicizzata
LUCE: 49,8 €
GAS: 80,5 €

02 8295 8093 Attiva online Sconto 12€ Attiva online (Sconto 12€)
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata con una stima del prezzo medio del PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno realizzata dall'Autorità e con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteNen ti regala un bonus di 96€ mentre con Sorgenia lo sconto è di 150€ se attivi luce, gas e fibra, fino a 60€ attivando solo due forniture tra luce, gas e fibra.

Ti potrebbe interessare anche