Venditori porta a porta Covid: cosa fare in caso di truffa? 9 consigli utili!

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta e risparmia oltre 700€ su Luce e Gas, è Gratis!

Confronta ora le migliori offerte del mercato o, se preferisci, parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

Come evitare le truffe dei venditori porta a porta
Venditori porta a porta: offerta conveniente o truffa? Come evitare spiacevoli sorprese

Nonostante la pandemia e le restrizioni, le vendite porta a porta sono andate avanti. Quando però ci si può fidare di chi ci promette vantaggiosi contratti luce e gas e quando no? Qui ti spieghiamo come riconoscere eventuali truffe.


Tutte le novità nel palmo della tua mano! Abbiamo creato un canale Telegram per tenerti sempre aggiornato sulle ultime news del settore del mercato luce e gas. Iscriviti ora cliccando qui e unisciti alla community energia più importante in Italia.

Per ridurre le possibilità di contagio e la diffusione del COVID-19, abbiamo imparato a trascorrere più tempo in casa tra smart working, coprifuoco e le specifiche restrizioni in base al colore della regione. Le nostre abitudini di acquisto, ed esigenze in generale, si sono evolute di conseguenza, contribuendo a cambiare pure le logiche di alcuni settori.

I venditori porta a porta, dopo una prima fase di stop e applicando le misure preventive, invece, sono riusciti a portare avanti il loro business e, addirittura, ad aumentare il bacino di clienti. Non sempre, però, questi incontri sono vantaggiosi per chi sottoscrive i contratti luce e gas proposti, anzi, spesso sono vere e proprie truffe. Vuoi capire come riconoscerle? Continua a leggere.

Fidarsi o no? Ecco come riconoscere una truffa

Importante precisazioneQuesto articolo nasce col fine di rendere maggiormente consapevoli le famiglie italiane sulle opportunità date dalla vendita porta a porta. E chiaramente a difendersi da eventuali truffe. Ci teniamo a sottolineare che nella stragrande maggior parte dei casi si tratta di buone proposte fatte da professionisti del settore. Ma che, come in tutte le situazioni, possono verificarsi situazioni limite (a cui consigliamo di prestare attenzione).

Il 2020 ha ribaltato il punto di vista imprenditoriale di molti settori, come quello dei venditori porta a porta. Il lockdown ha prima messo in crisi il settore, poi, con la successiva apertura, ha portato a una rinascita dei cosiddetti venditori porta a porta. Ce ne accorgiamo anche noi a causa delle segnalazioni che arrivano via mail e tramite il nostro call center.

Non sempre, però, ciò che le persone vengono convinte a firmare è una pratica vantaggiosa, anzi, spesso si trasforma in una vera truffa. Per evitare che accada, o che l'esperienza si ripeta, bastare stare attenti ad alcuni dettagli e informazioni. Diffida sempre quando:

  1. Insistono per farti passare a un nuovo fornitore a causa dell'imminente passaggio al mercato libero.
  2. Si dichiarano rappresentanti delle imprese di distribuzione che devono compiere un intervento sul contatore, ma hanno con sé solo documenti per effettuare il cambio della fornitura.
  3. Si presentano come membri del personale ARERA, ma chiedono di firmare un'autorizzazione per l'adeguamento dei prezzi luce e gas (questa operazione non richiede alcuna conferma poiché è automatica), ma che in realtà è un nuovo contratto.

Questi sono solo alcuni dei modi più comuni utilizzati dai venditori porta a porta non affidabili, ce ne sono molti altri e sempre di nuovi. Per questo è molto importante rimanere sempre aggiornati e mettere in pratica alcuni comportamenti preventivi.

9 Consigli per non essere truffati

A volte non è facile capire se il venditore porta a porta è un professionista serio o un truffatore, quindi, per evitare di essere raggirato, abbiamo preparato per te una lista di accorgimenti che possono sicuramente aiutarti in queste situazioni.

  1. Se hai già un'offerta luce e gas che ti soddisfa, evita di aprire ai venditori rispostondendo: "Non sono interessato, grazie lo stesso".
  2. Chiedi mostrare il cartellino identificativo, se non è già in bella vista. Deve esserci scritto il nome del venditore e della società per cui fa l'intermediario.
  3. Non far vedere o far fotografare il contatore, anche se chi si è presentato alla tua porta ti parla di un eventuale guasto. In caso di malfunzionamento o di manutenzione ordinaria, infatti, vieni contattato per tempo direttamente dal distributore. Non sai qual è il nome? Scopri il tuo distributore di zona.
  4. Non dare denaro, nemmeno nel caso in cui il venditore parla di di bollette o pagamenti arretrati o insoluti. In questo caso specifico, vieni avvertito tramite sollecito via e-mail o sms dal fornitore stesso e mai da un venditore porta a porta.
  5. Non condividere i tuoi dati sensibili, potrebbero essere usati per attuare un passaggio a un altro fornitore senza il tuo consenso.
  6. Non firmare alcun documento senza averlo letto con attenzione.
  7. Anche se l'offerta proposta risulta interessante, fatti lasciare la documentazione e prenditi il tempo di esaminarla con calma effettuando un confronto con le altre presenti sul mercato.
  8. Non lasciarti convincere da chi propone possibilità di risparmio senza conoscere i consumi, le tariffe e il fornitore.
  9. Informati costantemente sulle novità del mercato e sulle offerte, per esempio chiamando uno dei nostri esperti allo 02 8295 8097 02 8295 8097. Selectra fornisce un servizio gratuito, sicuro e conveniente. Scopri chi siamo.

Cosa fare in caso di truffa?

A volte capita che, nonostante tutti gli accorgimenti possibili, si cada lo stesso in una truffa ben orchestrata. Affrontare la situazione può sembrare complesso, soprattutto oggi che tra crisi economica e pandemia ci si trova in una fase di chiusura e spaesamento. Infatti, per evitare di incorrere in bollette salate frutto di costi nascosti, bisogna contattare l'azienda di vendita e richiedere la rescissione del contratto.

Vuoi recidere il contratto luce e gas? In quest'articolo puoi trovare tutte le informazioni per cancellare il contratto non richiesto.

Inoltre, agendo entro 14 giorni dalla sottoscrizione si ha il diritto di recesso senza spese o penali aggiuntive.
Un'altra azione importante è la segnalazione della la truffa presso lo sportello consumatori di ARERA, in questo modo contribuisci a limitare i danni della truffa e ad evitare che anche altre persone subiscano la stessa situazione.

Vuoi trovare il fornitore più affidabile e l'offerta perfetta per te? Non esitare a contattarci, noi siamo sempre disponibili per aiutarti a districarti tra novità, aziende e promozioni.

Per dubbi, chiarimenti e confrontare le offerte migliori del mercato chiama lo 02 8295 8097 02 8295 8097
Tieni sotto mano:

  • Nome e cognome dell'intestatario della bolletta;
  • Indirizzo dell'utenza;
  • Codice POD della luce e/o il PDR del gas;
  • Codice IBAN se preferisci l'addebito su conto corrente bancario;
  • Indirizzo email per ricevere la bolletta online.
aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche