Sospensione Bollette Luce e Gas e le 3 strade possibili: facciamo il punto

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta e risparmia 150€ su Luce e Gas, è Gratis!

Esistono tanti modi per risparmiare in bolletta, confronta le migliori offerte del mercato o, se preferisci, parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

Tagliare i Costi Fissi o la Spesa per la Materia Energia? O entrambi? Le 3 ipotesi al vaglio del Governo
Tagliare i Costi Fissi o la Spesa per la Materia Energia? O entrambi? Le 3 ipotesi al vaglio del Governo

Da quando tutta l'Italia è stata travolta dall'emergenza Covid-19 e restare a casa è diventato necessario per arginare la pandemia, gli italiani hanno sperato durante tutta la "Fase 1" in uno stop alle bollette o in delle agevolazioni concrete. Cosa succederà adesso che siamo alle porte della "Fase due"?


Seguici sul canale Telegram per rimanere aggiornato! Non appena ci saranno novità sul nuovo decreto e sugli interventi nel settore energetico sarai avvisato in tempo reale. Clicca qui per unirti al canale! Devi, ovviamente, prima aver scaricato l'applicazione Telegram sul tuo telefonino .

Saltata all'ultimo istante dal decreto "Cura Italia", lo Stop Bollette in tutta Italia è stato solo rimandato. "Mancano i fondi", affermava il Ministro Gualtieri, promettendo di lavorarci per il secondo decreto anti Coronavirus.

Ieri diversi membri del Governo, il Presidente Conte in primis, hanno affermato di stare per varare una mega finanziaria del valore di almeno 55 miliardi. Nei giorni scorsi Starace, Fassino, Patuanelli hanno chiaramente accennato all'importanza di studiare strategicamente un soluzione che consenta di aiutare le famiglie italiane nei pagamenti delle loro bollette luce e gas.

La parola alle autorità del settore e le 3 possibili soluzioni

Gli esperti: servono soluzioni come tagli, riduzioni e sospensioni delle bollette.

In questo periodo sono molti i politici e i nomi del settore energia a dare la propria opinione sulla situazione attuale. Ognuno di loro cerca di proporre soluzioni, di sensibilizzare sulle criticità che stiamo vivendo al momento e di trovare un modo per creare un dialogo costruttivo tra consumatori e istituzioni.

Stefano Patuanelli, ministro dello Sviluppo Economico, è alla ricerca di soluzioni che impediscano il tracollo economico del nostro Paese. Per questo ha annucciato che, tra le manovre che conterrà il prossimo decreto, stanno valutando la possibilità di tagliare le bollette per non gravare sulle piccole e medie imprese e aiutarle a ripartire.

Per tre mesi, maggio, giugno e luglio, i contatori che hanno una potenza impiegata superiore saranno equiparati a quelli a 3 kilowatt. Questo abbatterà gli oneri fissi e chi è rimasto chiuso in questi tre mesi riceverà una bolletta quasi pari a zero.
Stefano Patuanelli, Ministro dello Sviluppo Economico

Francesco Starace, di fresco rinnovo come amministratore delegato di Enel, ha espresso la sua opinione riguardo a possibili interventi di sospensione nazionale delle bollette e ha sottolineato che gli interventi devono passare dalle autorità competenti e dai fondi che hanno a disposizione per le emergenze.

Una decisione su questo tema spetta all’Autorità per l’Energia, ed è già stato fatto in situazioni drammatiche come nei territori colpiti da terremoti e inondazioni. L’ARERA ha anche un fondo dedicato a questo. Di fatto noi abbiamo sospeso i tagli della corrente ai morosi.
Francesco Starace, amministratore delegato Enel

Inoltre, ha aggiunto, che il suo obiettivo è supportare le attività chiuse, che vanno comunque incontro a spese e oneri di sistema. Una delle possibili soluzioni per lui, infatti, sarebbe tagliare momentaneamente questi costi.

Piero Fassino, membro della Camera dei Deputati, insiste sull'importanza dello stop ai pagamenti delle bollette di febbraio, marzo e aprile per chi percepisce il bunus di 600 euro, chi è in cassa integrazione e per tutte le imprese che sono state costrette a chiudere. Aggiunge anche una riflessione sul ripristino successivo del pagamento: le rate devono essere ragionate in un tempo medio fattibile.

Nel frattempo i prezzi delle materie prime sono calati, ve ne parliamo sia qui "Crollo Petrolio: quali effetti in bolletta?" che in questo articolo "Effetto Coronavirus: Luce e Gas in forte calo!". Per l'esattezza Arera calcola, per il secondo semestre 2020, una riduzione del 18,3% per la bolletta luce e di un 13,5% per il gas. Ti ricordiamo che parliamo di prezzi del mercato tutelato.

E infine chiudiamo questa rassegna stampa con le parole di incoraggiamento di Stefano Basseghini, Presidente dell'autorità.

Mai come in questo momento è evidente la complessità dei legami del sistema energetico. La buona notizia della riduzione dei prezzi per i consumatori è il riflesso di un rallentamento globale dell'economia. Su questo labile equilibrio le istituzioni, i governi e le Autorità di regolazione devono operare, durante questa emergenza, per garantire continuità dei servizi e sostegno ai cittadini, senza compromettere la tenuta del sistema. Dal canto loro anche i cittadini, mantenendo la regolarità dei pagamenti, in un momento straordinario come questo, stanno già contribuendo con un importante atto di solidarietà

Dunque: le soluzioni per risollevare la situazione e supportare i consumatori e le piccole imprese senza compromettere i servizi ci sono, ed è evidente pure l'impegno e la volontà degli esperti del settore di affrontare e superare insieme la situazione di crisi. Riepiloghiamo, nel prossimo paragrafo, le 3 ipotesi per il taglio della bolletta al vaglio in questi giorni del governo:

Le nostre previsioni: cosa succederà durante la Fase 2

Cosa succederà ora? Quali possono essere le mosse del Governo? Queste le nostre 3 previsioni:

Stop Bollette in tutta Italia: le 3 possibili soluzioni
% Risparmio in Bolletta* Come avverrà

Risparmio del 46% Luce, 25% Gas

Taglio degli oneri di sistema e delle spese di trasporto attingendo ai fondi ARERA.

Risparmio del 33% Luce, 31% Gas

Azzerando le spese per la materia prima (energia e gas).

Risparmio del 100% Luce e Gas

Stop totale delle bollette come negli 11 comuni dell'ex zona rossa.

*Al termine del periodo di sospensione gli utenti, che hanno usufruito dell'agevolazione, dovranno procedere al rimborso della differenza non pagata

E a qualche giorno dalla Fase 2, siamo in attesa del prossimo decreto. Nonostante non si siano ancora sbloccati i fondi europei, a causa delle divergenze tra Paesi, crediamo comunque che questa volta il tema delle bollette verrà preso in considerazione in modo serio e approfondito e che verranno stanziati fondi per realizzare un provvedimento risolutivo. 

Interrompere il pagamento delle bollette in tutto il Paese non è una soluzione sostenibile a lungo termine, ma tagliare per il momento gli oneri amministrativi potrebbe essere una buona manovra per rendere sostenibili i costi.

Sospensione bollette: domande e risposte

In questi mesi, tra indiscrezioni, annunci e decreti si è creato un gran polverone, soprattutto intorno alla questione "Stop bollette". Per questo abbiamo raccolto le domande più comuni e sfatato i miti.

Sospensione bollette vero o falso?
DOMANDA RISPOSTA
Le bollette verrano sospese in tutto il Paese?
  • No, per adesso non è previsto uno stop delle bollette esteso su tutto il territorio nazionale.
Ci sono eccezioni?
  • Sì, negli undici comuni dell'ex zona rossa è stata adottata la misura di sospensione dei pagamenti delle bollette fino al 30 aprile.
Anche il canone Rai è stato sospeso?
  • Sì, il canone Rai è stato sospeso come le bollette.
ARERA ha sospeso le procedure di distacco per morosità?
  • Sì, tutte le procedure di distacco sono state sospese fino al 3 maggio.
Alcuni fornitori hanno applicato procedure ad hoc per andare incontro ai consumatori?
  • Sì, Acea, A2A, Iren e Hera hanno sospeso le pratiche di distacco e hanno rateizzato i pagamenti per agevolare i loro clienti in difficoltà.
Gli oneri amministrativi sono stati ridotti?
  • No, attualmente non sono state applicate procedure del genere, anche se si pensa possa essere uno dei temi del prossimo decreto.

Covid-19 e lo stop alle bollette: panoramica generale

Gli 11 comuni della ex zona rossa hanno subito pesantemente gli effetti di questa epidemia. Per affrontare l'emergenza, tutte le istituzioni si sono mobilitate per aiutarle nella situazione di crisi data dall'isolamento e dalle difficoltà. Tra le varie misure adottate, i fornitori di energia hanno sospeso le bollette luce, gas, acqua e spazzatura, fino al 30 aprile. Successivamente, i pagamenti saranno dilazionati automaticamente nelle successive fatture. Inoltre, ARERA ha prolungato per questi comuni la scadenza per poter presentare la domanda del rinnovo del bonus sociale.

Da quando però anche il resto d'Italia è stata considerata zona rossa, molti consumatori si aspettavano che il provvedimento fosse applicato su tutto il territorio nazionale. Questo ha creato delusione e malcontento, soprattutto dopo il decreto "Cura Italia" perché tra tutte le procedure non affronta la tematica relativa ai costi energetici nonostante nei giorni precedenti se ne fosse discusso molto e fosse emersa l'urgenza della problematica.

Anche Codacons, Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori, ha fatto un appello ai parlamentari per sottoporre loro la situazione dei numerosi consumatori in difficoltà.

Eppure, il governo ha continuato a non dare notizie, nonostante avesse preannunciato la possibilità che ad aprile la situazione potesse cambiare.

Lo stop alle bollette non è una soluzione a lungo termine Sospendere le bollette, però, non è la soluzione. Quello che spesso non viene considerato è che anche i fornitori hanno delle spese da affrontare e dipendenti da pagare. Lo stop dei pagamenti di tutti i consumatori del Paese renderebbe difficile ai fornitori adempiere alle responsabilità, di conseguenza nemmeno garantire l'efficienza del servizio e i consumatori si ritroverebbero all'improvviso senza energia, impossibilitati a svolgere azioni di prima necessità come cucinare, lavarsi e accendere la luce.

Scopri il punto di vista delle piccole e medie imprese dell'Energia in questo periodo di crisi. Qui le riflessioni dei piccoli fornitori.

Inoltre, è importante mettere in evidenza che i fornitori, non sono stati con le mani in mano, anzi, hanno proposto agevolazioni e interventi utili per i propri consumatori. Prima di tutto, implementando le risorse digitali e di customer service, poi, dopo la delibera di Arera, sospendendo le pratiche di distacco per morosità.

Per rimanere aggiornato seguici sul canale Telegram: riceverai in tempo reale le ultime news in merito allo stop delle bollette in tutta Italia!

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche