Poste entrerà nel mercato energia dal 2022!

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Risparmia oltre 76 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 14.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora e Risparmia oltre 76 € all'anno o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

Poste Italiane entra nel settore Energia
Grandi cambiamenti per Poste Italiane: entro il 2022 entrerà nel settore energia con nuovi servizi e offerte

Poste Italiane, durante la presentazione dei risultati 2021 di Gruppo e aggiornamento del Piano Strategico 2024 Sustain & Innovate, ha presentato i suoi obiettivi di business. Una delle più grandi novità è rappresentata dall'idea di lanciare un'offerta "equa, competitiva e customer friendly" nel mercato luce e gas entro il 2022.


Tutte le novità del settore a portata di mano! Abbiamo creato un canale Telegram per tenerti sempre aggiornato sulle news del mondo dell'energia e sui gruppi che ne fanno parte. Ogni giorno per te tante nuove informazioni divulgate in tempo reale. Iscriviti ora cliccando qui e unisciti alla community luce e gas più importante in Italia.

Durante la presentazione dei risultati 2021 di Gruppo e dell'Aggiornamento del Piano Strategico 24SI (2024 Sustain & Innovate), Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane ha mostrato soddisfazione per le recenti acquisizioni del gruppo, come quella di Lis (ex Lottomatica Italiana Servizi) ed ha parlato anche dell'ingresso nel mercato libero dell'energia, previsto entro la fine del 2022.

Una gamma di servizi e offerte energetiche bilanciate sull'andamento del mercato e pensate per le persone e le loro specifiche esigenze.

"Ci rendiamo conto e riconosciamo che lo scenario energetico è cambiato e il nostro sarà un ingresso cauto, tuttavia confermiamo le nostre ambizioni 2024"

Matteo Del FanteAmministratore Delegato e Direttore Generale

Per tutte le novità aggiornate a giugno 2022 visita il nostro articolo di attualità sulle notizia riguardanti Poste Energia.

Cosa propone Poste Italiane per il mercato dell'energia?

Quando, nel 2021, Stefano Fumi, CEO di NeN e Roberto Aquilini, direttore Strategie, Affari Regolatori & Public Affairs, di Engie Italia, sono passati a Poste Italiane, si avvertiva aria di cambiamento. Questi passaggi hanno generato numerosi rumors che sono stati confermati nel 2021 durante la "2024 Sustain & Innovate", Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane, in cui è stato lanciato il nuovo piano di business.

Questo evento ha segnato una svolta per il gruppo, perché ha rivelato che le prossime strade coinvolgeranno diversi settori sì, ma con un approccio energy-fintech tutto nuovo: sostenibile, tecnologico e focalizzato sui clienti.

"Sfrutteremo le competenze cross-selling e up-selling in Payments & Mobile, confermando la leadership nei pagamenti digitali, introducendo la connettività a banda larga e entrando nel mercato dell'energia e del gas nel 2022 con un'offerta equa, competitiva e customer friendly."

Matteo Del FanteAmministratore Delegato e Direttore Generale

In particolare, quello che è stato previsto per il settore energia è rientrare tra i primi 5 top leader di settore ideando servizi, promozioni e offerte in grado di rispondere alle esigenze dei clienti in modo bilanciato, con offerte 100% green e al passo con i tempi. Tutto questo, entro il 2022.

Inoltre, Poste Italiane, si vuole impegnare concretamente per ridurre le emissioni fino a eliminarle totalmente entro il 2030.

"A conferma della rilevanza dei temi ambientali per la nostra strategia, Poste Italiane diventerà un'azienda a emissioni nette zero entro il 2030."

Matteo Del FanteAmministratore Delegato e Direttore Generale

La società si rivolge ad una platea di oltre il 40% di clienti retail con un'opzione sicura per passare al mercato libero. Il punto di forza a cui mira la società è una base clienti importante e leale, già legata a Poste per altri servizi di qualità.

Il progetto prevede il breakeven (quando profitti e costi raggiungono un equilibrio) entro il 2024 ed un Ebit (il ricavo operativo) positivo già a partire dal 2025, con 700 mila clienti nel 2023, più di 1 milione nel 2024 e 1,5 milioni nel 2025. I costi per avviare questo progetto sono stati di 16 milioni di euro nel 2021. Il Piano di Poste prevede investimenti totali, tra il 2021 e il 2024 pari a 3,1 miliardi di euro.

La società ha ottenuto le autorizzazioni ed è ufficialmente pronta a partire, "monitorando l'evoluzione del mercato per raggiungere la giusta finestra per lanciare la nuova iniziativa" (Matteo Del Fante).

"2024 Sustain & Innovate": il nuovo piano di investimenti

I punti e gli obiettivi prefissati da Poste Italiane sono tanti, in comune hanno il voler raggiungere le persone e agevolare la loro vita contribuendo ad aumentare valore e utili in modo sostenibile. Questo bisogno di accelerare i tempi di crescita, infatti, è stata una conseguenza naturale del delicato periodo storico che stiamo vivendo e della volontà di raggiungere nuovi segmenti di mercato per movimentare l'attuale economia in crisi.

"Poste Italiane è il più prezioso motore italiano di innovazione e digitalizzazione, che collega fisicamente e digitalmente clienti, cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione."

Matteo Del FanteAmministratore Delegato e Direttore Generale

Il piano, che si basa sull'esecuzione e l'evoluzione di Deliver22, la precedente architettura strategica a 5 anni presentata dall'azienda, vuole anche raggiungere obiettivi di business concreti. Infatti, tra i punti più importanti c'è la volontà di incrementare il fatturato netto annuale e gli investimenti (61% IT, 22% immobiliare e 17% altro) per migliorare le strutture e generare innovazione.

In generale, il gruppo basa l'attuale proposta su diversi segmenti e nuovi segmenti: Posta, Pacco e Distribuzione; Servizi finanziari; Servizi Assicurativi; Pagamenti e Mobile; Capitale Umano.

  • Cosa Prevede il "2024 Sustain & Innovate nel concreto":
  • Aumento dell'utile netto del 33% rispetto al 2020;
  • Politica dei dividendi trasparente e sostenibile in crescita del 6% ogni anno, fino al 2024
  • Spostare il focus del business da posta a pacchi, aumentando del 50% i ricavi;
  • Tagli delle emissioni, fino a una totale rimozione entro il 2030;
  • Introduzione di connettività a banda larga;
  • Nuova offerta di servizi energetici con un approccio Energy-Fintech;
  • Investimenti nell'innovazione per diventare i primi utenti di servizi Cloud nel Paese;
  • Incremento nell'erogazione di carte di pagamento e portafogli elettronici.

Poste Italiane, quindi, non dimentica il suo ruolo in Italia e l'impatto che ha sulle persone, sulle strutture pubbliche, amministrative e sulle aziende del Paese. Infatti, ampliando le sue prospettive investimento e aprendosi a nuovi settori (come il mercato dell'energia) oggi, nella situazione in cui ci troviamo, può fare la differenza.

"Forniamo nuovi prodotti e servizi che aiuteranno i nostri clienti, le imprese, la Pubblica Amministrazione e il Paese nel suo insieme per gli anni a venire, con l'impegno a creare valore significativo per tutti gli stakeholder."

Matteo Del FanteAmministratore Delegato e Direttore Generale

Platoon:il progetto di Ricerca e Sviluppo energetico di Poste A ribadire il fatto che la protezione dell'ambiente sia una priorità per la società, Poste partecipa, insieme ad altri 19 paesi europei al Progetto Platoon, finanziato con i fondi del programma di Ricerca e sviluppo H2020 della Commissione Europea, che mette in campo strategie di prevenzione per ridurre gli impatti ambientali e la ricerca di soluzioni innovative. Il progetto si concluderà nel 2023 e nasce per rispondere alla rapida crescita del consumo energetico. Platoon infatti gestirà l'intera gamma di servizi energetici, dai providers ai consumers, questa piattaforma garantirà privacy, sicurezza, interoperabilità e facilità di utilizzo da parte degli esperti del settore energetico, esplorando nel contempo nuovi modelli di business.

Una sorpresa per tanti, un piccolo terremoto nel mercato energetico italiano. Seguiteci sul canale telegram e sulle nostre pagine social, continueremo a seguire l'evoluzione di questi progetti e, in tempo reale, a tenerti aggiornato!

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche