PUN e PCV: Come funziona il Prezzo Indicizzato Luce?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Risparmia oltre 268 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora e Risparmia oltre 268 € all'anno o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

PCV e PUN: come funzionano?
Come funzionano le tariffe indicizzate per l'energia elettrica?

Per far fronte al rincaro prezzi del mercato all'ingrosso dell'energia molti fornitori del mercato libero si sono orientati verso offerte luce a prezzo indicizzato. Affrontiamo i principali valori di riferimento per riuscire a confrontare queste tariffe: PUN e PCV.


Cosa sono PUN e PCV?
Termine Significato
PUN Acronimo di Prezzo Unico Nazionale, il PUN equivale al prezzo di riferimento dell’energia elettrica in Italia acquistata alla borsa elettrica, definito per ogni ora di ogni giorno sulla base dell'incontro tra domanda e offerta.
PCV Il Prezzo di Commercializzazione Vendita indica un costo in quota fissa, espresso in €/mese, presente nella bolletta della luce, un importo fatturato indipendentemente dai consumi e varia da fornitore a fornitore.

Come e quanto varia il PUN?

Attraverso il Prezzo Unico Nazionale viene stabilito il prezzo dell'energia elettrica in servizio di Maggior Tutela e all'interno delle offerte a prezzo indicizzato per il mercato libero.

Il prezzo del PUN si aggiorna di ora in ora ed è regolato all'interno del mercato elettrico, variando costantemente rispetto al rapporto tra domanda e offerta. Di seguito puoi osservare i valori del PUN presentati in medie mensili, per il mese in corso (novembre 2022) occorrerà attendere la fine del mese per stilarne l'effettiva media.

Il prezzo medio del PUN in €/kWh e in €/MWh nel 2022 e 2021
Mese Costo Medio mensile
(€/kWh)
Costo Medio mensile
(€/MWh)
PUN ottobre 2022 0,211 211,50
PUN settembre 2022 0,429 429,92
PUN agosto 2022 0,543 543,15
PUN luglio 2022 0,441 441,65
PUN giugno 2022 0,271 271,31
PUN maggio 2022 0,230 230,06
PUN aprile 2022 0,246 245,97
PUN marzo 2022 0,308 308,07
PUN febbraio 2022 0,211 211,69
PUN gennaio 2022 0,224 224,50
PUN dicembre 2021 0,281 281,24
PUN novembre 2021 0,225 225,95
PUN ottobre 2021 0,217 217,63
PUN settembre 2021 0,158 158,59
PUN agosto 2021 0,112 112,40
PUN luglio 2021 0,102 102,66
PUN giugno 2021 0,084 84,80
PUN maggio 2021 0,069 69,91
PUN aprile 2021 0,069 69,02

Fonte: Elaborazione dati Gestore dei Mercati Energetici (GME).

Per avere un'idea ancora più chiara della variabilità del valore del PUN puoi osservare il grafico che segue, con i valori espressi in €/MWh.

Fonte: dati del Gestore dei Mercati Energetici (GME).

PSV, TTF e Prezzi Indicizzati: come cambiano le offerte Gas?Come orientarsi tra PSV e TTF e quali sono gli altri valori da conoscere per le offerte gas a prezzo indicizzato? Scoprilo nel nostro articolo "PSV o TTF? Guida agli utenti".

Quanto pesa la PCV nelle offerte a prezzo indicizzato?

Quando si confrontano tariffe con il medesimo prezzo di consumo, come nel caso delle tariffe a prezzo indicizzato per la luce, ogni fattore esterno alla materia energia ha il suo peso al fine del risparmio, e la PCV, o Prezzo di Commercializzazione Vendita, non fa eccezione.
Benché abbia un peso limitato rispetto ad altre voci in bolletta, il prezzo di commercializzazione è comunque un dato di riferimento valido per orientarsi tra offerte simili.

Il valore del PCV dipende dal mercato di riferimento: nel mercato tutelato questo dato viene aggiornato annualmente da ARERA ed è uguale per tutti i fornitori, nel mercato libero invece, il valore della PCV può cambiare da fornitore a fornitore.
Per il mercato tutelato la PCV Energia 2022 è quotata con i seguenti valori:

  • Prezzo PCV clienti domestici: 5,82 €/mese, ossia 69,88 €/anno;
  • Prezzo PCV clienti non domestici: 9,42 €/mese, ossia 113,09 €/anno.

A cosa serve la PCV?Il Prezzo di Commercializzazione e Vendita copre le attività che il fornitore effettua in termini di pubblicità, comunicazione, promozioni, provvigioni degli agenti e assistenza clienti, le cosiddette spese commerciali rivolte al mercato e ai clienti finali.

È importante sapere che tutti i fornitori del mercato libero applicano questo costo dei servizi commerciali e che questo è sempre ben indicato nella presentazione della tariffa accanto al prezzo dell'energia variabile con i consumi in €/kWh.

Come scegliere tra le offerte a prezzo indicizzato?

Considerato il drastico calo di numero di offerte luce a prezzo fisso negli ultimi mesi, come mostrato dal nostro recente studio nell'infografica che segue, la necessità di imparare a scegliere tra diverse offerte a prezzo indicizzato è divenuta una nuova priorità del mercato energetico italiano.

Andamento offerte a prezzo fisso 2022
Le offerte a prezzo fisso sono scese da gennaio 2022 ad oggi dal 76% al 36% del totale offerte sul mercato.

Se quindi non è possibile scegliere tra due offerte a prezzo indicizzato basandosi sul prezzo di consumo, come è possibile capire quale sia la migliore per te? Per cominciare, puoi porti queste 4 semplici domande, la cui risposta è facilmente reperibile consultando le offerte che stavi cercando.

  • Come scegliere tra le offerte luce indicizzate al PUN? Le 4 domande da porti:
  • Qual è il fornitore con il numero più alto di recensioni positive da parte dei clienti?
  • Quale tra i fornitori ha il servizio di commercializzazione PCV e lo Spread più bassi?
  • Sono inclusi servizi extra (assistenza caldaia, acquisto scontato sull'e-shop online, ecc.)?
  • L'offerta prevede sconti in bolletta o bonus (es. buono Amazon)?

Se il termine Spread ti ha mandato in confusione, non preoccuparti: puoi trovare lo spread presentato con diversi nominativi a seconda del fornitore, come ad esempio i nomi Fee Contributo al consumo; lo Spread corrisponde al margine di guadagno del fornitore, che si aggiunge al prezzo all'ingrosso PUN.

Conviene davvero passare ad una offerta a prezzo indicizzato?

In un quadro generale che continua ad orientarsi verso il prezzo indicizzato risulta normale chiedersi se questo tipo di offerte per le tariffe dell'energia elettrica possano o meno convenire in bolletta, e in caso positivo in che modo. Noi di Selectra abbiamo individuato 2 punti chiave da cui partire per preferire le nuove offerte a prezzo indicizzato:

  1. 🎁 Ottieni sconti, bonus e servizi di benvenuto: se passi dal mercato tutelato ad una offerta luce con prezzi indicizzati del mercato libero i costi in bolletta resteranno simili, ricevendo però sconti e bonus di benvenuto dal nuovo fornitore e servizi extra a titolo gratuito o a tariffa agevolata;
  2. 🏅 Sei in pole position per il risparmio futuro: quando il prezzo dell'energia elettrica diminuirà nel mercato all'ingrosso sarai tra i primi a risparmiare in bolletta luce o gas. Andiamo incontro all'estate e generalmente il prezzo del gas metano diminuisce nelle stagioni calde per via della minor richiesta di materia prima dovuta al riscaldamento.

Quando torneranno le offerte a prezzo fisso?

Ad oggi non ci è dato sapere quando e in che misura torneranno le offerte a prezzo fisso con i principali fornitori del mercato libero italiano, però è certamente possibile ipotizzare uno scenario positivo nel breve periodo: con l'arrivo dell'estate e il diminuire dei prezzi della materia prima del gas, una delle fonti primarie di produzione per l'energia elettrica in Italia, la possibilità che i fornitori possano aprirsi nuovamente ad un ventaglio di offerte luce e gas a prezzo fisso non è così remota come nei mesi precedenti.

Come evolverà il mercato di luce e gas nei prossimi mesi? Scoprilo su Telegram!Il canale Telegram di Selectra ti offre le ultime novità del mercato energetico. Clicca qui per unirti al canale! Ricorda però che per poterci seguire dovrai aver scaricato gratuitamente l'app di Telegram dal tuo store online iOS o Android.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche