Crisi Gas e Bollette: nuovo accordo con l'Algeria. Sarà sufficiente?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Risparmia oltre 268 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora e Risparmia oltre 268 € all'anno o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

Nuovo accordo per le importazioni gas con L'Algeria
Quanto gas servirà all'Italia per diventare indipendente dalle risorse russe?

L'11 aprile 2022 il Presidente del Consiglio Mario Draghi si è recato ad Algeri e ha firmato un nuovo accordo per l'aumento dell'importazione del gas metano dalla conduttura Transmed: 3 miliardi di metri cubi subito, altri 6 dal 2023.


Il bonus di gas non basta però per renderci indipendenti dalla Russia. Cosa fare e dove orientarsi per colmare questo gap di materia prima?

Aggiornamento del 20 aprile 2022: nuova intesa Italia-Angola!In data 20 aprile la delegazione italiana formata dal ministro Di Maio (Affari Esteri), il ministro Cingolani (Transizione Ecologica) e l’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi ha sottoscritto un nuovo accordo con l'Angola per aumentare l'export di gas verso il nostro paese e ridurre ulteriormente la dipendenza dal gas russo.

Leggi anche la news di maggio: "Eni pagherà in rubli il gas russo?"

Nuove forniture di gas dall'Algeria

Con i nuovi accordi per la Transmed il Governo Draghi continua il percorso verso l'indipendenza dai gasdotti russi, a fronte del conflitto bellico tra Russia e Ucraina. L'Italia comincerà a ricevere 3 miliardi di metri cubi di gas bonus rispetto a prima (15 mld), e a partire dal 2023 si arriverà a 9 miliardi bonus.

Questa, la presentazione per il nuovo piano d'importazione del governo ai media italiani, direttamente dalle parole di Mario Draghi:

Il Governo vuole difendere i cittadini e le imprese dalle conseguenze del conflitto. Voglio ringraziare i Ministri Di Maio e Cingolani e l'ENI per il loro impegno su questo fronte. [...] Italia e Algeria vogliono rafforzare la cooperazione anche in altri settori. All'incontro di oggi seguirà il quarto Vertice Intergovernativo che - ho il piacere di annunciare - si terrà qui ad Algeri il prossimo 18 e 19 luglio. [...] Prima del Vertice Intergovernativo incontrerò, nuovamente, con il massimo piacere, il Presidente Tebboune, in occasione della sua visita di Stato in Italia a fine maggio".

Mario DraghiDichiarazioni riportate da ANSA.

Il ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio continua intanto il percorso diplomatico con altri stati africani per ampliarne ulteriormente le forniture: Qatar, Angola, Congo, Mozambico e Azerbaigian si sono infatti dimostrati disponibili ad ampliare le risorse di gas destinate all'Italia.

Quanto gas serve all'Italia e da dove arriva?

Il fabbisogno annuo di gas italiano nel 2021 è stato di 76 miliardi di metri cubi e, estraendone in casa nostra appena il 4,4% è evidente la necessità di importarne grandi quantità, circa il 95,6% del totale consumato annualmente.

La provenienza del gas importato è suddivisa in macro aree di riferimento:

  • Il gasdotto TAG (Trans Austria Gas) della Russia, che importa 28,5 miliardi di metri cubi l'anno, passando in Ucraina, Slovacchia e Austria. Il gas russo arriva anche da ulteriori condutture: la Turkstream e la Blue Stream, che passano dal Mar Nero e arrivano in Europa tramite la Turchia, e la Nord Stream 1, gasdotto sottomarino più lungo al mondo e che, passando dal Mar Baltico trasporta quasi il 40% del gas che arriva in Europa;
  • La conduttura Transmed, secondo importatore per il nostro paese che collega l'Algeria all'Italia attraversando la Tunisia fino a Mazara del Vallo, scopo dei recenti viaggi di Draghi e Di Maio;
  • Il Greenstream dalla Libia, realizzato da Saipem, società del gruppo Eni;
  • Il gas proveniente dal Nord Europa attraverso la Transitgas e la Trans Europa Naturgas Pipeline;
  • Il GNL, o gas naturale liquefatto, viene importato attraverso navi metaniere e poi ritrasformato in forma gassosa tramite impianti locali di rigassificazione, proveniente principalmente da Qatar, Algeria, USATrinidad e Tobago.

Da dove arriva il Gas in Italia?

Nazione di provenienza Gas importato
Miliardi di metri cubi
% del consumo italiano
Russia 28,9 38,2%
Algeria 22,5 29,6%
Azerbaijan 7,2 9,4%
Libia 3,2 4,2%
Norvegia 1.9 2,5%
Qatar 6,8 8,9%
Stati Uniti 0,8 1%
Produzione Nazionale 3,3 4,4%
Altri 1,4 1,8%

Fonte: Bilancio Gas Naturale anno 2021 - MISE.

Puoi vedere una elaborazione grafica dei dati appena riportati per comprenderli appieno.

Fonte: Bilancio Gas Naturale anno 2021 - MISE.

Da maggio 2022 parte il Bonus Teleriscaldamento Iren!A partire dal maggio 2022 Iren ha disposto per i suoi clienti in difficoltà economica uno sconto per il teleriscaldamento per l'anno corrente. Scopri come aderire al bonus nel nostro articolo "Bonus Teleriscaldamento Iren 2022".

È possibile diventare indipendenti dalla Russia?

È quindi possibile diventare indipendenti dal gas russo? La risposta è , ma potranno volerci fino a 3 anni per essere completamente indipendenti dalla Russia, a seconda dei vari scenari possibili nel prossimo futuro e delle disposizioni governative in merito.

Il governo risulta fermo nella decisione di renderci indipendenti dai gasdotti russi, arrivando anche a ipotizzare periodi di "magra" dal punto di vista energetico, come riportato dalle parole del Premier:

Io credo che la questione sia fra la pace e il funzionamento del termosifone, o dell’aria condizionata in estate, penso che sia questa la domanda che dobbiamo farci e che faccio anche io.

Mario Draghi, Presidente del Consiglio dei Ministri"Volete la pace o il condizionatore?" di Affari Italiani.

Nel frattempo, si lavora a diversi piani d'azione per renderci indipendenti entro 24-30 mesi, almeno secondo le stime del Ministro Cingolani (Ministero della Transizione Ecologica).

Quali sono le alternative al gasdotto russo?

Molti sono i percorsi che l'Italia sta intraprendendo per l'indipendenza energetica dalla Russia, ed è possibile procedere complementarmente su più strade.

Innanzitutto, la prima nota che vede di comune accordo tutti i principali decision makers è aumentare l'estrazione interna di gas metano e le relative strutture di stoccaggio. Il punto di partenza a tal proposito è già stato stabilito nel PiTESAI, il nuovo Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee, che già dal 12 febbraio ha reso pubbliche le nuove direttive per l'estrazione sul territorio nazionale e la riqualificazione di precedenti impianti di estrazione in impianti di stoccaggio. Le aree in cui sarà maggiore la presenza di impianti attivi risultano nel Mare Adriatico, principalmente a sud, in Basilicata ed in Sicilia.

Da ottobre 2022 per tutte le famiglie della Basilicata il costo della materia prima gas sarà azzerato in bolletta, scopri perché sul nostro articolo "Gas Gratis in Basilicata"

I nuovi impianti di stoccaggio potrebbero fare coppia con gli impianti di rigassificazione galleggianti per il GNL, il Gas Naturale Liquido che, come sottolineato dal Ministro Cingolani, hanno un ampio potenziale di crescita in tempi relativamente brevi:

[...] Hanno la fortuna di essere mobili questi oggetti, quindi si mettono in prossimità delle tubazioni e possono trasformare in mare il gas liquido e poi costruiremo altre infrastrutture nei prossimi 12-24 mesi.

Roberto CingolaniMinistro alla Transizione Ecologica.

In campo c'è anche la proposta del presidente USA Biden, il quale si dichiara propenso ad un ampliamento delle quantità di GNL importato dalle proprie risorse.

Prezzo Gas: in Spagna e Portogallo al via il tetto massimo. E l'Italia?Per far fronte al caro bollette, Spagna e Portogallo impongono un tetto massimo al prezzo del gas metano. Scopri come mai l'Italia non ha impiegato questo piano all'interno della nostra news.

Essendo il gas metano una delle risorse primarie anche per la produzione di energia elettrica in Italia, anche l'ampliamento delle fonti rinnovabili acquista ulteriore valore per il Paese, non solo quindi come focus ambientale.

In ultima ipotesi, attualmente bocciata dal Ministro Cingolani se non per situazioni estreme attualmente non in discussione, poiché assolutamente divergente da quanto appena proposto, c'è anche la possibilità di riattivare le centrali a carbone per la produzione elettrica, ma l'impatto ambientale, specie locale, di una scelta del genere fa scartare quasi automaticamente questa soluzione.

Vuoi approfondire le alternative a livello europeo e italiano per arriva all'indipendenza gas dalla Russia? Leggi la nostra news sulle "Azioni per diminuire la dipendenza da gas metano russo".

Come risparmiare sulla bolletta Gas?Scopri qual è il fornitore di gas metano più conveniente. Abbiamo selezionato le migliori offerte gas di Novembre 2022 per far fronte al rincaro prezzi in bolletta.
Migliori Offerte Gas

Resta aggiornato sui cambiamenti del mercato di luce e gas

Se sei interessato ai temi legati al mercato energetico italiano e internazionale puoi approfondire l'argomento con le nostre news. Ti basterà cliccare sul titolo di riferimento in tabella per scoprire tutto ciò che c'è da sapere sulla notizia.

📰 Le news sul mercato energetico
La guerra Russia - Ucraina arriva in bolletta da aprile 2022 Decreto Bollette 2022: le riforme intraprese per far fronte al caro prezzi.
Nuovi poteri ad ARERA per combattere il prezzo del gas: fino a -40% in bolletta! 7 consigli per risparmiare in bolletta luce
Extra Bonus Energia per il 2022: scopri i provvedimenti del Lazio e delle altre regioni Stop aumenti in bolletta dal 1 aprile 2022

Iscriviti al canale Telegram di Selectra!Con il canale Telegram di Selectra puoi scoprire tutte le ultime novità del mercato luce e gas. Clicca qui per unirti al canale!

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche