COP25 a Madrid: la Conferenza sul Clima

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta e risparmia 150€ su Luce e Gas, è Gratis!

Esistono tanti modi per risparmiare in bolletta, confronta le migliori offerte del mercato o, se preferisci, parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

Cambio di programma per la prossima COP25: dopo la rinuncia del Cile la conferenza sul clima si terrà a Madrid. La capitale spagnola accoglierà l'evento più importante riguardante i temi di sostenibilità, energie rinnovabili e rispetto dell'ambiente. Tematiche calde che verranno affrontate dai più grandi esponenti mondiali ma saranno anche dibattito di tavole rotonde di appassionati e giornalisti. Scopriamo di più!

L'energia muove il mondo, diceva un vecchio saggio. Ma è la stessa energia che sta pian piano debilitando il nostro pianeta. La situazione è complessa: le emissioni di CO2 stanno portando ad un lento innalzamento delle temperature medie della Terra. Comportando una serie di problemi non solo agli esseri umani ma anche a flora e fauna. Le energie rinnovabili sono il futuro: tra impianti fotovoltaici, pannelli solari, auto elettriche il mondo sembra essersi tinto di verde. Ma la strada è ancora molto lunga: alla prossima COP25 a Madrid si tratteranno tutti i principali temi relativi all'implementazione delle energie verdi, decarbonizzazione e risultati da portare avanti entro il 2030.

Cos'è la Conferenza sul Cambiamento Climatico?

La COP25, organizzata dalla Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC),nasce come prodotto della Conferenza sull'Ambiente e sullo Sviluppo delle Nazioni Unite (UNCED). È nota anche come Summit della Terra, ed è l'evento internazionale più importante per ciò che riguarda i temi relativi alla salute del pianeta Terra. Un evento attuale e quanto mai indispensabile visti i recenti sviluppi sul riscaldamento globale. La venticinquesima edizione della COP si terrà a Madrid: la capitale spagnola, dopo un valzer di rifiuti e cambiamenti di ultima ora, ha accettato di accogliere l'evento più green del mondo per affrontare temi di scottante attualità.

COP25 e Green New DealLa COP25 riprenderà tutti i temi affrontati nel cosiddetto Green New Deal. Trattasi di un programma socioeconomico nato negli Stati Uniti ma condiviso dalla maggior parte dei Paesi, volto ad incentivare lo sviluppo delle energie rinnovabili e della decarbonizzazione totale entro il 2030.

Perché la COP25 si terrà a Madrid?

La COP25 sembra aver finalmente trovato la location definitiva. La prima defezione è sta quella del Brasile che, dopo la Polonia nel 2018, avrebbe dovuto organizzare la conferenza di quest'anno. Il dietrfront di Jair Bolsonaro nasce dal suo essere essenzialmente climatoscettico proprio come Donald Trump. Per questo si è pensato immediatamente al Cile: il Paese è tra i più green al mondo, sostenendo soprattutto la mobilità elettrica. Purtroppo, visti i recenti sviluppi politici, il Paese ha dovuto rinunciare all'organizzazione dell'evento. Da Pedro Sanchez, presidente del Consiglio spagnolo, è arrivato l'invito a trasferire la conferenza nella capitale iberica. Ed è così che la COP25 si terrà a Madrid dal 2 al 13 dicembre nel Recinto Ferial de IFEMA. A ridosso del Natale la Spagna si tinge di verde, approfondendo temi cardine legati all'energia ed analizzando i risultati del famoso Accordo di Parigi.

Programma della COP25 di Madrid

Michal Kurtyka, Presidente della COP, lo scorso 1 novembre ha comunicato tramite Twitter che la nuova sede dell'edizione 25 della Conferenza sull'Ambiente sarebbe stata Madrid. Nonostante il cambio di location l'organizzazione dell'evento resta sotto la guida del Cile e nella fattispecie di Carolina Schmidt, Ministro dell'Ambiente del Cile, che presiederà la conferenza.

La COP25 di Madrid si terrà nello spazio relativo a fiere ed eventi chiamato IFEMA. Una vera e propria città nella città che accoglierà circa 25.000 persone provenienti da più di 200 Paesi. I meeting, le tavole rotonde, le convention, etc saranno ripartite nel seguente modo:

  • Zona Blu: sarà lo spazio ufficiale gestito dalle Nazioni Unite. Qui verranno allestite sale riunioni dove i leader dei vari Paesi tratteranno temi relativi al riscaldamento globale e alle energie rinnovabili. Ma sarà un luogo non solo "teorico" ma anche molto attivo, con seminari pratici ed una location chiamata Action Hub adibita per tavole rotonde, etc
  • Zona Verde: sarà lo spazio destinato dedicato ad associazioni, esperti del settore, giornalisti, studenti, etc che dialogheranno in maniera costruttiva sulle tematiche relative all'ambiente. Talk attivi e formazione, in un quadro di integrazione e crescita reciproca.

Tanti, tantissimi saranno i temi affrontati durante le quasi 3 settimane di conferenza. Tra queste ritroviamo:

  • La riduzione dell'Effetto Serra
  • La decarbonizzazione totale entro 2030
  • Le energie rinnovabili nella loro totalità
  • La salvaguardia degli oceani
  • La mobilità elettrica
  • L'economia circolare
  • La biodiversità
  • Il nodo sui 100 milioni di dollari da stanziare ai Paesi più poveri
  • L'aumento non oltre i 2 gradi Celsius della temperatura terrestre entro la fine del secolo

Il Ruolo dell'Italia nel quadro della COP25

L'Italia, in tutto il suo "verde" splendore, sarà presente alla COP25 di Madrid. Sono arrivate centinaia di proposte da parte di aziende da tutto il Paese per partecipare attivamente all'evento più importante e verde del globo. Il Belpaese è uno dei paesi più all'avanguardia per ciò che concerne le energie rinnovabili. Partendo dal cosiddetto Patto dei Sindaci, passando per progetti autoctoni come il Microfotovoltaico a Spina, sino agli incentivi per le auto elettriche e l'azione sempre più importante di Enel Green Power e di Enel X.

Cos'è il Decreto FER1?Il quadro delle politiche verdi italiane trova il suo climax nel Decreto FER1, firmato da Di Maio e da Costa, e che incentiva attivamente la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il tutto per raggiungere i target europei del prossimo 2030 definiti nel Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC).

Caso Greta Thunberg: come arriverà a Madrid?

La giovane attivista Greta Thunberg era partita alla volta del Cile, lo scorso 23 settembre, a bordo del Malizia, uno yacht da regata di 18 metri a emissioni zero. Ora che i piani sono cambiati e che la COP25 si terrà a Madrid, Greta si dice molto dispiaciuta di non poter visitare il Cile e la sua gente. Ma soprattutto si trova alla ricerca attiva di aiuto. Dovrà tornare indietro e solcare l'Atlantico alla volta dell'Europa: chi potrà darle una mano in questo viaggio senza emissioni nocive per l'ambiente?

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche