Bolletta Gas Gennaio: in Calo i Prezzi di Maggior Tutela e Mercato Libero (-34%)

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

Prezzo Gas Gennaio 2023.
Il prezzo del gas cala a gennaio 2023.

Pubblicato da Francesco Ursino il 3 febbraio 2023  ||  ⏳ tempo di lettura 6 min.

Finalmente buone notizie: a gennaio il costo del gas per maggior tutela e mercato libero cala considerevolmente, con un -34,2% a cui dovrebbero corrispondere bollette del metano più leggere. A certificare la riduzione del prezzo all’ingrosso è ARERA: vediamo allora di interpretare le parole dell’Autorità e di capire quali sono i motivi di questo ribasso così marcato.

Aggiornamento 03/03/2023: Bollette Gas di Febbraio, continuano a scendere del -13%!

Prezzo gas PSV gennaio 2023
Mese Prezzo €/MWh Prezzo €/Smc
Gennaio 2023 68,374 €/MWh 0,731 €/Smc

Febbraio si apre nel modo giusto. ARERA certifica infatti un “deciso calo” per le bollette del metano a gennaio 2023, con una riduzione marcata del costo della componente del prezzo del gas rispetto a dicembre 2022. Andiamo ad approfondire tutti i temi di maggiore interesse.

La Bolletta Gas a gennaio 2023 si fa più Leggera

  • ARERA, mercato libero e tutelato, PSV: cosa sono?
  • ARERA: si tratta dell’acronimo di Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, organismo che punta ad agevolare lo sviluppo di mercati concorrenziali e stabilisce le condizioni dei contratti luce e gas nella maggior tutela;
  • Maggior Tutela:il regime tariffario regolato da ARERA. Se non ha mai cambiato fornitore rientri in questo scenario;
  • Mercato libero: nel mercato libero è possibile scegliere il fornitore di energia elettrica e metano basandosi sulle offerte delle varie compagnie;
  • PSV: il prezzo del gas all'ingrosso italiano, collegato con i mercati internazionali. Il PSV è l'indice utilizzato dal mercato di maggior tutela e da molti fornitori del mercato libero per il calcolo delle tariffe gas.

Nel mese di gennaio 2023, il prezzo della materia prima gas (CMEMm) è stato pari a 0,731 €/Smc. Lo specifica il consueto comunicato stampa di inizio mese di ARERA, dove si legge di una diminuzione del 34,2% rispetto al mese precedente per la famiglia tipo (con consumi medi di gas di 1.400 metri cubi annui). Decisamente una boccata d’ossigeno dopo l’impennata della bolletta gas a dicembre 2022, risultata a sua volta più alta del 23,2% rispetto a novembre 2022.

La sigla CMEMm, è sempre bene specificarlo, va a indicare la componente del prezzo del gas a copertura dei costi di approvvigionamento. Viene calcolata da ARERA come media mensile del prezzo sul mercato all'ingrosso italiano (il PSV day ahead), e pubblicata entro i primi due giorni lavorativi del mese successivo a quello di riferimento. Il suo calo è una buona notizia anche per gli utenti del mercato libero, visto che il PSV è l'indice di riferimento di buona parte delle tariffe indicizzate in Italia. Ecco il dettaglio delle quotazioni del PSV mese per mese:

Il prezzo medio gas PSV in €/Smc
Mese PSV
medio mensile
gennaio 2023 0,731 €/Smc
dicembre 2022 1,247 €/Smc
novembre 2022 0,975 €/Smc
ottobre 2022 0,835 €/Smc
settembre 2022 1,963 €/Smc
agosto 2022 2,498 €/Smc
luglio 2022 1,849 €/Smc
giugno 2022 1,098 €/Smc
maggio 2022 0,961 €/Smc
aprile 2022 1,072 €/Smc
marzo 2022 1,355 €/Smc
febbraio 2022 0,871 €/Smc
gennaio 2022 0,920 €/Smc

Fonte: ARERA.

Come va invece il prezzo della luce? Nel primo mese dell’anno le quotazioni dell’energia elettrica sono scese considerevolmente, toccando livelli che non si vedevano dal 2021. Leggi il nostro speciale sul costo della luce a gennaio 2023 per saperne di più.

I motivi del Calo e l’impatto sulla Spesa delle famiglie

Perché si è passati, in solo mese, da un vero e proprio salasso per le famiglie a una situazione se non altro più gestibile? Le motivazioni sono tante e particolarmente complesse. Tra le altre, possiamo elencare:

  • Variazioni nella domanda, a causa ad esempio della chiusura di numerose attività economiche;
  • Variazioni nell’offerta, con l’uso politico del gas da parte dei paesi esportatori, primo tra tutti la Russia;
  • Andamento del prezzo del petrolio, che influenza direttamente le quotazioni del gas all’ingrosso;
  • Riempimento degli stoccaggi, con i maggiori Stati europei che ormai si sono assicurati riserve sufficienti per l’anno in corso;
  • Iniziative politiche, come il tetto al prezzo del gas europeo, che finora ha avuto un impatto oltre le previsioni sull’andamento dei mercati energetici;
  • Clima mite, le temperature miti degli scorsi mesi hanno portato ad una minore richiesta di gas per il riscaldamento degli ambienti;
  • Comportamenti virtuosi di risparmio, nel 2022 c'è stato un risparmio pari al 23%, arrivando ai minimi storici di consumo degli ultimi vent'anni;
  • Diminuzione del termoelettrico, ossia il gas necessario per la produzione di energia elettrica.

L’equilibrio creatosi in questi ultimi giorni, in ogni caso, è piuttosto fragile, e dipende anche dall’azione dei grandi paesi sulla scena internazionale. A questo proposito, Gionata Picchio, vice-direttore di Staffetta Quotidiana, segnala che il rinnovato sforzo della Cina nell’acquisto di GNL (Gas Naturale Liquefatto) potrebbe rimettere in tensione il mercato, e quindi le bollette.

Scopri Il Prezzo Indice Selectra Selectra, in collaborazione con Staffetta Quotidiana, ha creato il primo Indice del Prezzo del mercato libero dell’energia e del gas. Consulta il Prezzo Indice Selectra per saperne di più.

ARERA, inoltre, tiene a sottolineare come il calo di gennaio 2023 non vada a rimediare del tutto alla difficile situazione dei mesi scorsi. In uno dei passaggi più significativi del comunicato stampa a cui abbiamo accennato in precedenza, infatti, si legge:

La riduzione per il mese di gennaio, in termini di effetti finali, ancora non contrasta del tutto gli alti livelli di prezzo raggiunti nell'ultimo anno, con la spesa gas per la famiglia tipo nell'anno scorrevole (febbraio 2022-gennaio 2023) che risulta di circa 1.769 euro, +36% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente (febbraio 2021- gennaio 2022).

ARERAComunicato stampa “Gas: bolletta in deciso calo (- 34,2%) per i consumi di gennaio 2023”

La situazione, pertanto, è tutt’altro che rosea. Spetta al Governo il compito di arginare nuovi, possibili aumenti del metano. Lo sottolinea Marco Vignola, responsabile settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori, che invoca interventi urgenti:

Per una famiglia tipo in tutela, se il 34,2% significa spendere su base annua 722 euro in meno, la spesa totale nel 2023 (non, quindi, secondo l’anno scorrevole, ma dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2023, nell’ipotesi di prezzi costanti) resta alla cifra stellare di 1.391 euro, che sommati ai 1.434 della luce già scattati determinano una stangata complessiva di 2.825 euro. Se il prezzo del gas crolla del 34,2% rispetto a quello di dicembre 2022 e del 27,6% su gennaio 2022, rispetto al periodo pre-crisi, (ossia nel confronto con gennaio 2021) è sempre più caro del 40,6%. Rispetto poi alla spesa annua del 2020, pari a 975 euro, nel 2023 si pagheranno 416 euro in più solo per il gas. Il governo deve rinnovare tutti gli sconti in scadenza al 31 marzo, dall’azzeramento degli oneri di sistema all’Iva sul gas al 5 per cento

Marco VignolaCorriere.it, articolo “Bollette del gas, taglio del 34,2% a febbraio: fino a quando dureranno i prezzi bassi?”

Anche tu, però, puoi agire per diminuire il costo delle bollette. Scegliendo l’offerta più conveniente, infatti, hai modo di tagliare il prezzo di luce e gas, o quantomeno di avvicinarlo maggiormente alle tue abitudini di consumo. Se vuoi una mano a orientarti tra promozioni e tariffe, telefona pure allo 02 8295 809702 8295 8097prendi un appuntamento. Avrai a tua disposizione un Esperto Energia che ti aiuterà con una consulenza del tutto gratuita e senza impegno.

La soddisfazione del Governo e i piani per scongiurare Nuovi Aumenti

Il Ministro dell'economia e delle finanze, Giancarlo Giorgetti, si è espresso con soddisfazione riguardo al considerevole calo del prezzo gas, ancora prima del comunicato ufficiale di ARERA. Intervenuto durante una manifestazione a cui partecipavano anche altri esponenti della Lega, il Ministro ha spiegato:

Non è il 40% [calo auspicato da Giorgetti nei giorni scorsi, n.d.r] ma siamo vicinissimi e questo è un primo tangibile segnale. Questo già vale per gennaio ma vuol dire che a febbraio ci sarà un ulteriore riduzione e quindi vuol dire che, auspicabilmente, ci indirizziamo verso un sentiero di normalità a beneficio delle famiglie.

Giancarlo GiorgettiIl Messaggero.it articolo “Bollette, arriva l'aggiornamento Arera, Giorgetti: «Si riducono, si va verso la normalità»”

L’azione del Governo, in ogni caso, dovrebbe procedere verso ulteriori iniziative volte a stabilizzare i prezzi per le famiglie. Lo stesso Giorgetti spiega:

Stiamo anche lavorando a un meccanismo per il quale si paghi a un prezzo che ho definito “politico” i consumi in linea con i precedenti e con prezzi che seguono il mercato le eccedenze, per premiare i virtuosi e chi risparmia nei consumi.

Giancarlo GiorgettiIl Sole24Ore.it articolo “Gas, Giorgetti: da inizio febbraio taglio prezzo del 40%

Insomma, le prospettive tracciate dal Governo Meloni sembrano promettere un minimo di tranquillità, sempre considerando le mutevoli dinamiche dei mercati (e soprattutto quelle geopolitiche). Anche ARERA, in ogni caso, tiene a sottolineare le iniziative messe in campo a sostegno degli utenti finali. Vengono ricordati, ad esempio, interventi come:

  • Il taglio degli oneri generali di sistema;
  • La riduzione dell’IVA sul gas al 5%;
  • La componente negativa UG2 per i consumi gas fino a 5.000 Smc/anno (riferita ai costi di commercializzazione della vendita del gas al dettaglio).

Scegli la Migliore Offerta Gas per Risparmiare in Bolletta!

Iscriviti al canale Telegram di Selectra!Con il nostro canale Telegram puoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie del mercato luce e gas. Clicca qui per iscriverti ora!

Le ultime variazioni del prezzo del gas non fanno che sottolineare la grande volatilità del mercato, frutto di un periodo particolarmente turbolento sulla scena internazionale. Appare ancora più importante, allora, poter contare su una offerta gas veramente conveniente.

Per cercare la proposta più giusta per te, non devi fare altro che individuare il pacchetto di prezzo, vantaggi e condizioni contrattuali più vicino alle tue esigenze. Ti sembra troppo complicato? Un buon punto di inizio è rappresentato dalla tabella che trovi qui in basso, aggiornato alle proposte top del momento:

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di Febbraio 2024
POSIZIONENOME OFFERTASPESA* (€/mese)
first-place


Prima Posizione

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia
Tariffa indicizzata
LUCE: 46,8€
GAS: 80€

02 8295 8095 Attiva online Sconto 60€ Attiva online (Sconto 40€)
secondo


Seconda Posizione

NeN Special 48 Luce e Gas

a2a
Tariffa prezzo fisso
Esclusiva online
LUCE: 49,5 €
GAS: 85,2 €

Attiva online Sconto 96€ Attiva online (Sconto 96€)
third-place


Terza Posizione

Eni Plenitude Trend Casa luce e gas
a2a
Offerta a prezzo indicizzato
LUCE: 51,7 €
GAS: 83,4 €

02 8295 8093 Attiva online Sconto 12€ Attiva online (Sconto 12€)
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata con una stima del prezzo medio del PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno realizzata dall'Autorità e con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteNen ti regala un bonus di 96€ mentre con Sorgenia lo sconto è di 150€ se attivi luce, gas e fibra, di 30€ attivando solo due forniture tra luce, gas e fibra. 

Ti potrebbe interessare anche