Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Luglio 2019: Bolletta Gas a -6,9% , rincaro della Luce a +1,9%

L'ARERA pubblica gli aggiornamenti delle tariffe per il III trimestre 2019 che riguarderà i mesi da luglio a settembre. Buone notizie in bolletta gas con un prezzo in ribasso del -6,9%; in rincaro invece il prezzo dell'energia elettrica del +1,9%.

A differenza del trimestre precedente, che vedeva luce e gas in leggero calo, stavolta non sarà lo stesso per la tariffa luce che subirà un aumento di circa 2 punti percentuale. Si può invece tirare un respiro di sollievo per la tariffa gas in discesa già dallo scorso aprile.

Bolletta Luce nel III Trimestre 2019

L'ARERA annuncia gli aggiornamenti parlando di un andamento complessivamente favorevole sia per luce che per gas. Ed in effetti ha ragione, considerando che il III Trimestre dello scorso anno aveva visto rincari dell'energia elettrica del +6,5%. Il 2019 vede solo un leggero aumento della luce, con un prezzo di 0,2027 €/kWh (prezzo di riferimento dell’energia elettrica per il cliente tipo, con consumo annuale di 2.700 kWh e contatore di potenza impegnata pari a 3 kW). Il prezzo è composto da:

  • Spesa per la materia energia
    0,0711 €/kWh (35% del totale della bolletta luce) per i costi di approvvigionamento dell’energia in rincaro del 7% rispetto al trimestre precedente;
    0,017 €/kWh (9%) per la commercializzazione al dettaglio, invariato rispetto allo scorso trimestre;
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore:  
    0,039 €/kWh (19%) per i servizi di distribuzione, misura, trasporto, perequazione della trasmissione e distribuzione, qualità;
  • Spesa per gli oneri di sistema
    0,048 €/kWh (19%) per gli oneri generali di sistema, fissati per legge con una riduzione del 2,76% rispetto al II trimestre 2019;
  • Imposte
    0,026 €/kWh  (13%) per le imposte che comprendono l’IVA e le accise.

Bolletta Gas nel III Trimestre 2019

La diminuzione del prezzo in bolletta gas sarà del -6,9% ed è da ricercare nel ribasso dei costi di approvvigionamento che riflette il calo delle quotazioni all'ingrosso nei mercati dell'energia in Italia e in Europa.

Dal 1° luglio 2019, il prezzo di riferimento del gas per i clienti tipo sarà di 0,7122 €/Smc, tasse incluse, così ripartito:

  • Spesa per la materia gas naturale:
    0,201 €/Smc (pari al 28% del totale della bolletta) per l’approvvigionamento del gas naturale e per le attività connesse, con una diminuzione del 18% circa rispetto al passato trimestre;
    0,05 €/Smc (7%) per la vendita al dettaglio, invariata rispetto al trimestre scorso;
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore:
    0,146 €/Smc (20,5%) per i servizi di distribuzione, misura, trasporto, perequazione della distribuzione, qualità, in diminuzione dello 0,06%;
  • Spesa per oneri di sistema:
    0,032 €/Smc (3,5%) per gli oneri generali di sistema, fissati per legge, anche questi invariati;
  • Imposte:
    0,28 €/Smc (39%) per le imposte che comprendono le accise (21%), l’addizionale regionale (2,8%) e l’IVA (15%).

Perché sono Cambiati i Prezzi di Luce e Gas

Le tariffe della luce e del gas sono determinate dalla variazione dei prezzi all'ingrosso nel mercato dell'energia, sia nazionale che internazionale. L'aumento del prezzo luce è dovuto al rincaro del costo dell'acquisto dell'energia elettrica e al conseguente aumento (+2,65%) della spesa per la materia energia. Da segnalare che tale rialzo è stato leggermente ridotto dalla diminuzione dello 0,75% degli oneri generali di sistema.

L'abbassamento del costo del gas, invece, c'era da aspettarselo da un punto di vista stagionale: di norma il prezzo del gas subisce una diminuzione in corrispondenza delle stagioni calde e viceversa un rialzo durante l'inverno. La causa è da ricercare nell'aumento dei consumi elettrici durante i periodi estivi (si pensi all'accensione del condizionatore o dei ventilatori).

Come continuare a pagare meno l'Energia Elettrica?

L'aggiornamento dell'ARERA riguarda le famiglie ed i piccoli consumatori del MercatoTutelato: per essere più precisi, la variazione del costo della materia prima luce e gas riguarderà esclusivamente i clienti del mercato regolamentato; viceversa i costi riferiti agli oneri (trasporto e gestione del contatore, oneri di sistema, imposte, ecc.) riguarderanno tutti i clienti indistintamente (cioè anche i clienti del mercato libero).

Ricorda che presto il Servizio di Maggior Tutela non esisterà più La fine del tutelato è alle porte: scopri cosa succederà quando il mercato libero sarà l'unica alternativa possibile

Circa il 39% delle famiglie italiane (fonte Monitoraggio Retail ARERA, 21/12/2018) affida le proprie utenze al mercato libero dell'energia. Tali clienti possono godere di offerte a prezzo bloccato dagli uno ai tre anni. In parole povere, molte delle offerte del mercato libero mettono i consumatori al riparo da bruschi aumenti del prezzo all'ingrosso di luce e gas. Se anche tu vuoi scoprire i vantaggi del mercato libero e del confronto offerte, contatta un nostro consulente al numero  010 848 01 61 oppure o fatti ricontattare (servizio gratuito).