Fine tutelato e bonus energia: cosa succede alle agevolazioni?

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Info su Chiusura Servizio di Maggior Tutela 2024

La tutela luce finirà a luglio 2024. Parla ora con un esperto, servizio gratuito.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Info su Chiusura Servizio di Maggior Tutela a luglio 2024

Confronta le offerte o prendi un appuntamento per info su scelta fornitore e offerte di luce e gas a prezzo bloccato. Servizio gratuito.

bonus energia per utenti vulnerabili
Percepisci un Bonus Energia? Cosa accadrà con la fine del mercato tutelato?

Pubblicato da Marina Lanzone il 12 ottobre 2023  ||  ⏳ tempo di lettura 6 min.

La Fine del mercato tutelato comporterà necessariamente la perdita dei Bonus Energia per tutti coloro che lo ricevono? Assolutamente no! La scadenza del regime di maggior tutela non implica la perdita improvvisa dei requisiti necessari per l'ottenimento di questa agevolazione in bolletta. 

La fine del mercato tutelato per i clienti domestici si sta avvicinando (gennaio 2024 per il gas e luglio 2024 per la luce). L'arrivo di questa scadenza porta con sé dubbi e paure: il mercato libero, con migliaia di offerte e operatori, è ancora visto con sospetto da quasi la totalità degli utenti ancora in maggior tutela (circa 10 milioni di consumatori). Il timore di perdere qualsiasi forma di "salvaguardia" è dietro l'angolo, come abbiamo potuto constatare anche noi del team di Luce-gas.it. 

Diversi utenti, infatti, hanno chiamato i nostri esperti energia per chiedere che cosa accadrà al loro Bonus Sociale con la fine del tutelato: lo perderanno se decidono di rimanere nel "nuovo" mercato regolamentato? Cosa succede, invece, se passano al mercato libero? 

Attenzione: i percettori del Bonus Sociale sono vulnerabili Coloro che vivono in condizioni di disagio economico (come appunto i percettori dei bonus energetici) rientrano nella categoria dei vulnerabili. Per loro il mercato tutelato non finirà realmente a gennaio 2024 o ad luglio 2024: nel caso del gas verrà sostituito con il Servizio di Tutela della Vulnerabilità. Lo stesso servizio verrà offerto anche per i clienti vulnerabili della luce (ancora non si conosce il nome ufficiale del "nuovo" mercato tutelato dell'energia). Per tutti questi clienti, quindi, si aprirà una doppia possibilità: potranno decidere di accedere al mercato libero o rimanere in tutela

Per conoscere la risposta alle domande precedenti, guarda questa tabella. 

Fine Maggior Tutela: quali Bonus sono previsti?
Bonus Energia Chi può riceverlo? È necessario richiederlo?
Bonus Luce e Gas disagio economico Utenti vulnerabili con:
  • ISEE fino a 15mila euro;
  • ISEE fino a 30mila euro nel caso di famiglie numerose (almeno 4 figli a carico);
  • percettori del reddito o pensione di cittadinanza.
No, lo riceverai direttamente in bolletta, se rispetti almeno un requisito. 
Bonus Luce disagio fisico Per clienti domestici affetti da grave malattia o presso i quali abiti un soggetto malato che necessita dell'utilizzo di apparecchi elettromedicali per sopravvivere , presso gli uffici comunali o i CAF autorizzati. 

Entriamo adesso nel cuore della notizia e analizziamo punto per punto.

Voglio rimanere nel mercato tutelato: che bonus sono previsti per me?

Come accennato poco più su, solo gli utenti vulnerabili possono decidere di rimanere in tutela, dopo la scadenza. Tutti gli altri, potranno passare al mercato libero o attivare un'offerta Placet per il gas o vedere trasferita la propria utenza luce al Servizio a Tutele Graduali (STG). 

Dobbiamo, però, chiarire un concetto: restare nel mercato tutelato non implica necessariamente la ricezione di un bonus

🔥 Il Bonus Sociale Gas è un'agevolazione prevista solo per coloro che vivono in condizioni di disagio economico

Quali requisiti deve possedere un richiedente del Bonus Gas nel 2023?

  • Isee non superiore a 15mila euro.
  • Nel caso di famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico) la soglia Isee è stata alzata a 30mila euro
  • Titolari reddito o pensione di cittadinanza

Per approfondire questo argomento, ti consigliamo di leggere il nostro articolo guida sul Bonus Sociale 2023.

Il Bonus Energia per disagio economico, quindi, non viene dato in automatico a tutti i vulnerabili, ma solo a quelli che rispondono a queste caratteristiche.

Questi requisiti sono validi per il 2023, ma il prossimo anno potrebbero cambiare! Per rimanere aggiornato, potresti iscriverti alla nostra Newsletter: pubblichiamo news sui bonus, sulle bollette e prezzi luce e gas. Inoltre, iscrivendoti, potrai ricevere uno sconto esclusivo del 30% sull'acquisto di tutti i prodotti TADO, azienda tedesca, leader nella climatizzazione smart.

💡 Il Bonus Elettrico, invece, è previsto per persone che vivono in condizioni di disagio economico o fisico. Nel primo caso, le condizioni sono le stesse elencate per il gas. Richiede un chiarimento ulteriore, invece, il secondo punto: cosa si intende esattamente per "disagio fisico"? A questa domanda risponde direttamente l'ARERA (Autorità di Regolazione Energia, Reti e Ambiente), che sul suo sito internet, nella pagina dedicata ai Bonus sociali per disagio fisico scrive: 

"Possono ottenere il bonus tutti i clienti domestici affetti da grave malattia o i clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, che richiede l'utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita".

  • Quali apparecchi danno diritto al bonus?
  • Macchinari di supporto per le funzioni cardio-respiratorie.
  • Dispositivi di supporto all'alimentazione.
  • Apparecchi di supporto alla funzione renale.
  • Dispositivi per la prevenzione e cura delle piaghe da decubito.
  • Strumenti per il sollevamento e trasporto dei disabili.

Basta, quindi, essere un soggetto con disabilità ai sensi dell'articolo 3 legge 104/92 per percepire il Bonus Sociale? La risposta è: no. Il criterio che determina la percezione o meno di questa agevolazione per disagio fisico è la presenza di apparecchi elettromedicali presso l'indirizzo a cui è collegata la fornitura, non la disabilità in quanto tale. 

Attenzione: quali differenze esistono tra i Bonus Sociali? I Bonus Energia per disagio sociale o fisico sono differenti, in quanto il primo viene concesso in automatico a tutti coloro che rispecchiano i requisiti, mentre il secondo è necessario richiederlo agli uffici comunali dedicati o ai CAF abilitati.

E per gli altri requisiti di vulnerabilità sono previsti bonus?

Se sei un over 75enne, vivi in una struttura abitativa di emergenza (soluzione prevista a seguito di eventi calamitosi, come i terremoti) o su un'isola minore non collegata alla rete nazionale elettrica, sei indubbiamente un soggetto vulnerabile e potrai rimanere nel mercato tutelato.

Purtroppo, però, non esistono delle agevolazioni economiche sulle bollette di luce e gas per queste categorie di utenti. 

Non sai se sei vulnerabile o meno 👴🏻💉⛺? Leggi il nostro articolo di approfondimento per capire quali sono i requisiti indispensabili per essere identificato da un fornitore luce e gas come utente vulnerabile.

Se passo al mercato libero, perdo il Bonus Sociale?

Analizziamo questo caso specifico: sono un cliente domestico, percepisco il Bonus Energia e potrei decidere di passare al mercato libero (opzione sempre valida per tutti i clienti, sia vulnerabili, sia non-vulnerabili). In questo cambiamento, rischio di perdere i bonus che mi spettano

Nel passaggio dal mercato tutelato al libero mantieni i requisiti che ti hanno permesso di accedere a questa agevolazione e quindi non esiste nessun motivo per cui dovresti perdere ciò che ti spetta per diritto. Lo stesso accade qualora dovessi cambiare fornitore nel mercato libero

Alla luce di queste notizie, il mercato libero dell'energia farà sicuramente meno paura del previsto. Oltretutto, a differenza della offerte del mercato tutelato, quelle del libero prevedono spesso la presenza di bonus e servizi aggiuntivi inclusi nel pacchetto, che vengono assegnati a tutti i clienti a prescindere dal loro stato economico o di salute.

Scopri i più interessanti grazie a questa tabella con le migliori offerte dual del momento

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di Aprile 2024
POSIZIONENOME OFFERTASPESA* (€/mese)
first-place


Prima Posizione

NeN Special 48 Luce e Gas

a2a
Tariffa prezzo fisso
Esclusiva online
LUCE: 45,8 €
GAS: 76,5 €

Attiva online Sconto 96€ Attiva online (Sconto 96€)
secondo


Seconda Posizione

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia
Tariffa indicizzata
LUCE: 43€
GAS: 76€

02 8295 8095 Attiva online Sconto 60€ Attiva online (Sconto 40€)
third-place


Terza Posizione

Eni Plenitude Trend Casa luce e gas
a2a
Offerta a prezzo indicizzato
LUCE: 49,8 €
GAS: 80,5 €

02 8295 8093 Attiva online Sconto 12€ Attiva online (Sconto 12€)
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata con una stima del prezzo medio del PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno realizzata dall'Autorità e con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteNen ti regala un bonus di 96€ mentre con Sorgenia lo sconto è di 150€ se attivi luce, gas e fibra, fino a 60€ attivando solo due forniture tra luce, gas e fibra. 

Mensilmente, noi del team Selectra selezioniamo le offerte più convenienti. Per rimanere aggiornato e scoprire quelle dei prossimi mesi, iscriviti al nostro canale Telegram. Oltre alle tariffe migliori, pubblichiamo anche aggiornamenti sul settore e sui bonus energia e gas. 

Le news aggiornate del mercato energia: