Bonus Bollette 200 euro a chi spetta? Le 10 cose che devi sapere

bonus bolletta 200
Il Bonus Bolletta da 200€ interessa a circa 31,5 milioni di cittadini, cerchiamo di rispondere alle domande più richieste!

Il bonus bolletta da 200€ una tantum, emanato nel Decreto Aiuti, si riceverà nella busta paga di luglio, ma i dubbi a riguardo sono tanti, qui cerchiamo di chiarirne il più possibile!


Prima di iniziare, le cose fondamentali da avere in mente sono quali categorie possono accedere al bonus bolletta 200€

Bonus bolletta 200 Euro: come richiederlo?
A chi spetta Come richiederlo Quando viene erogato
  • Lavoratori dipendenti con un reddito non superiore a 35.000€/annui
Tramite la compilazione di un modulo
A partire da luglio 2022 (a meno di eccezioni legate a specifiche categorie).
  • Impiegati pubblici, Pensionati e percettori di Reddito di cittadinanza
Verrà accreditato in automatico
  • Lavoratori autonomi e professionisti con reddito non superiore a 35.000€/annui
Non è ancora stato stabilito
Per Info e Confronto Offerte 02 8295 8097Per Info e Confronto Offerte 02 8295 8097
Scopri le Migliori Offerte Energia

I bonus statali come questo diventeranno sempre più importanti nel prossimo trimestre del 2022 (da luglio a settembre) se le previsioni Nomisma sugli aumenti dei prezzi di luce e gas si rivelano veritiere.

Le 10 domande più richieste sul bonus bollette 200€

Di seguito trovi le domande più frequenti sul Bonus Bollette 200€ che sono emerse in questi giorni sul web. Alcuni punti sono meno chiari di altri, motivo per cui abbiamo raccolto i focus che creavano più confusione e abbiamo provato a dare la risposta più esaustiva per tutte le categorie di richiedenti e non. 

1. Quali sono i beneficiari che non devono presentare il modulo?

Le categorie che non devono presentare alcuna autocertificazione per il bonus bolletta 200€ sono le seguenti:

  • Dipendenti pubblici;
  • Pensionati;
  • Percettori di reddito di cittadinanza;
  • Lavoratori autonomi e professionisti

2. Tirocinanti e Stagisti possono accedere al bonus bolletta 200€?

No, tutti coloro che hanno all'attivo un percorso di formazione interno all'azienda, come stagisti e tirocinanti non rientrano nelle categorie designate dal bonus come possibili richiedenti.

Il contratto di stagista, per la legge italiana viene inteso come un contratto di formazione, per cui è escluso dai bonus dedicati ai lavoratori e dipendenti.

3. Chi avrà il bonus di 200 euro?

Per ricevere il bonus di 200€ è necessario rientrare nelle seguenti categorie:

  • Dipendenti;
  • Pensionati;
  • Disoccupati;
  • Titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;
  • Percettori del reddito di cittadinanza;
  • Collaboratori domestici;
  • Lavoratori a tempo determinato, stagionali, intermittenti;
  • Lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo;
  • Lavoratori autonomi occasionali ex art. 2222 codice civile;
  • Lavoratori autonomi;
  • Liberi professionisti.

Ma non basta rientrare in queste categorie per ricevere il bonus. Se rientri in una di questa sopra elencate, affinché tu possa ricevere il bonus bolletta da 200€, dovrai rispettare anche questi requisiti:

  • Aver beneficiato per almeno una mensilità nel primo quadrimestre del 2022 dell’esonero sulla quota dei contributi previdenziali dovuti, pari allo 0,8 per cento e prevista a favore dei lavoratori dipendenti dalla legge di bilancio 2022;

Non sai se hai beneficiato di questa agevolazione? Per scoprirlo ti basterà consultare la tua busta paga, se ne avrai beneficiato troverai l'apposita voce rid.0,80%.

  • Avere un reddito lordo annuo inferiore ai 35 mila euro, ad esempio se si ha un contratto a 13 mensilità, allora non bisogna percepire più di 2.692€ lordi al mese.

Bonus Bolletta 200 per partita iva. Come richiederlo? Sono arrivate le nuove direttive sul modus operandi da seguire per richiedere il bonus bolletta 200€ ad ottobre per tutte le categorie.

4. Quando arrivano i 200 euro in busta paga?

Verranno accreditati 200€ in busta paga a luglio 2022. Ci potranno essere dei ritardi per i lavoratori autonomi e i professionisti poiché non sono ancora state designate le modalità di richiesta. A questo proposito, per i detentori di partita IVA si è ancora in attesa di un apposito decreto attuativo.

Oltre ad ottenere il bonus di 200€ una tantum, con la giusta offerta di luce e gas, puoi risparmiare fino a 888 € all'anno. Nella tabella sottostante trovi le offerte più convenienti del mercato libero.

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di Gennaio 2023
POSIZIONE NOME OFFERTA SPESA* (€/mese)
first-place

Prima Posizione
NeN Special 48 Luce e Gas

a2a
Tariffa prezzo fisso
Esclusiva online
LUCE: 62 €
GAS: 106,3 €


Attiva online Sconto 96€ Attiva online (Sconto 96€)
secondo

Seconda Posizione
Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia
Tariffa indicizzata
LUCE: 79,9€
GAS: 144,9€


02 8295 8095 Attiva online Sconto 180€Attiva online (Sconto 180€)
third-place

Terza Posizione
A2A Easy Luce e Gas

a2a
Tariffa indicizzata
Esclusiva online
LUCE: 84,2 €
GAS: 131,5 €


Attiva online sconto 75€ Attiva online (Sconto 75€)
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata con una stima del prezzo medio del PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno realizzata dall'Autorità e con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteNen ti regala un bonus di 96€, A2A ti offre 3 mesi di contributo fisso gratis pari a 75€, mentre con Sorgenia lo sconto è di 180€ se attivi luce, gas e fibra, di 80€ attivando solo due forniture tra luce, gas e fibra. 

5. Chi percepisce l'assegno sociale ha diritto al bonus di 200 euro?

Si, coloro che percepiscono l'assegno sociale, di invalidità, trattamenti di accompagnamento alla pensione e pensionati, compresi le pensioni di invalidità e reversibilità. Tutte queste categorie sopra elencate non dovranno farne richiesta ma sarà l'INPS ad occuparsi dell'accredito di 200€ sui conti correnti dei beneficiari.

6. Il bonus di 200€ in busta paga può essere anticipato?

Come riportato dal messaggio 2505 dell'INPS, sì, in alcuni casi (ad esempio, part-time ciclici) si può erogare il bonus di 200€ nel mese di luglio, seppure di competenza del mese di giugno 2022.

7. Come fare la domanda per il bonus 200€?

I dipendenti con contratto determinato e indeterminato dovranno compilare un'autocertificazione in cui si dichiara di rientrare nei parametri designati dal Decreto Aiuti. Dopo aver compilato e firmato il modulo andrà consegnato al datore di lavoro.

Qui puoi scaricare in formato pdf un fac simile del modulo di autocertificazione per richiedere il bonus bollette.

8. Per chi è part-time il bonus 200 euro è intero o dimezzato?

Anche coloro che posseggono un contratto di lavoro in part-time rientrano nella categoria di coloro a cui spetta il bonus interno, quindi non dimezzato.

9. Chi fa solo ricevute di lavoro autonomo occasionale e non possiede la partita IVA può ricevere il bonus?

Sì, i lavoratori occasionali possono accedere al bonus di 200€, ma per farlo devono rispettare due ulteriori requisiti: essere iscritti alla gestione separata Inps e aver versato almeno un contributo mensile nel 2021.

10. Quanti bonus 200€ si possono ricevere nello stesso nucleo familiare?

Nello stesso nucleo familiare si può ricevere più di un bonus nel caso in cui due persone siano lavoratori e rientrino entrambi nelle categorie designate. Diverso è se qualcuno in famiglia percepisce il reddito di cittadinanza o la pensione, in quel caso sarà solo uno a ricevere il bonus 200€.

Questo bonus bollette 200€ si va quindi a sommare alle altre iniziative prese dallo Stato per sostenere i cittadini dall'aumento dei costi del gas, uno tra gli ultimi è il Decreto Caro Bollette 2022.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche