Aumento Bollette: le misure anti crisi del Decreto Sostegni Ter

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Risparmia oltre 633 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora e Risparmia oltre 633 € all'anno o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

Misure anti crisi Bollette.
Tutte le misure del Decreto Sostegni contro l'aumento delle bollette.

L’esecutivo a guida Mario Draghi ha varato il nuovo Decreto Sostegni, contenente ulteriori misure contro gli aumenti in bolletta di luce e gas: tanti gli interventi previsti, dal taglio degli oneri di sistema a un nuovo credito d'imposta. Vediamo tutti i dettagli.


Il Consiglio dei Ministri di venerdì 21 gennaio 2022 ha varato il nuovo Decreto Sostegni, operazione da € 3,5 miliardi che tra le altre cose include misure per mitigare l’impatto del caro bollette e i maggiori costi dell’energia. Scopriamo subito quali sono gli interventi principali:

Decreto Sostegni Ter: le misure per l'energia
Intervento Descrizione
 Lotta al caro bollette Stanziamento di ulteriori € 1,7 miliardi per il periodo gennaio/marzo 2022
 Azzeramento oneri di sistema Annullamento degli oneri di sistema per il primo trimestre 2022 per le utenze con potenza pari o superiore a 16,5 kW
Contributo d'imposta Le imprese "energivore" potranno godere di un credito d'imposta a compensazione dei costi in più sostenuti per l'energia
Profitti extra delle rinnovabili Le imprese che producono energia rinnovabile - non vincolata ai rincari degli ultimi mesi - dovranno versare un contributo di comprensazione

Analizziamo uno per uno i provvedimenti coinvolti.

Decreto Sostegni 2022: gli interventi sul caro bollette

Ci si aspettava interventi sul fronte del caro bollette, e il Decreto Sostegni 3 ha mantenuto le promesse. Ai € 3,8 miliardi già stanziati per il primo trimestre si aggiungono ulteriori € 1,7 miliardi. Nel totale del periodo gennaio/marzo 2022, allora, la cifra complessiva degli interventi per mitigare il costo dell’energia ammonta a € 5,5 miliardi.

Un provvedimento necessario, se si pensa che per via dei rincari luce/gas da record a Gennaio 2022 si è assistito a un balzo in avanti del 55% per l’energia e del 41,8% per il metano.

La misura, però, riguarda soprattutto il mondo delle imprese, che sta vivendo un periodo particolarmente complicato a causa del grande rialzo dei prezzi. Non a caso, nel comunicato stampa diffuso dal Governo a seguito dell’approvazione del Decreto, sono stati identificati i settori maggiormente in difficoltà in questo periodo:

  • Parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici;
  • Attività di organizzazione di feste e cerimonie, wedding, hotellerie, ristorazione, catering, bar-caffè e gestione di piscine;
  • Commercio dei prodotti tessili, della moda, del calzaturiero e della pelletteria, articoli di abbigliamento, calzature e articoli in pelle;
  • Turismo, alloggi turistici, agenzie e tour operator, parchi divertimenti e parchi tematici, stabilimenti termali;
  • Discoteche, sale giochi e biliardi, sale Bingo, musei e gestioni di stazioni per autobus, funicolari e seggiovie;
  • Spettacolo, cinema e audiovisivo;
  • Sport.

Rimani aggiornato con il canale Telegram di Selectra!Segui il canale Telegram di Selectra e scopri le ultime novità del mercato luce e gas. Clicca qui per unirti al canale!

Il Decreto Sostegni 3 taglia gli oneri di sistema

Altro provvedimento particolarmente atteso era quello relativo al taglio degli oneri di sistema. Si tratta di voci che contribuiscono ad aumentare i costi in bolletta e sulle quali il Governo ha potere decisionale sicuramente maggiore rispetto ad altri capitoli di spesa.

Secondo quanto riferito dall’esecutivo a guida Mario Draghi, allora, ARERA provvederà ad annullare le aliquote degli oneri generali di sistema applicate agli utenti con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW. Il provvedimento, da € 1,2 miliardi, riguarda anche:

  • Utenze connesse in media, alta e altissima tensione;
  • Impianti di illuminazione pubblica;
  • Stazioni di ricarica di veicoli elettrici in luoghi accessibili al pubblico.

Ricordiamo che gli oneri di sistema erano stati già azzerati per tutti i clienti domestici, con potenza impegnata minore, da 3 kW fino a 10 kW, per tutto il primo trimestre dell'anno, gennaio-marzo 2022.

Chi è ARERA? ARERA è l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente. Si tratta dell’ente pubblico che, riguardo al mercato energetico e gas, gestisce dinamiche cruciali come regolazione tariffaria, accesso alle reti, funzionamento dei mercati e tutela dei consumatori.

Credito d’imposta per le utenze energivore

Le imprese cosiddette “energivore”, ovvero che consumano molta elettricità, sono state particolarmente colpite dal recente caro bollette. Per andare in loro soccorso, il Governo introduce un nuovo credito d’imposta a compensazione dei costi extra sostenuti in questo periodo. Il fondo ammonta a € 540 milioni.

Il provvedimento riguarda le aziende che hanno sostenuto un incremento del costo per kWh superiore al 30% rispetto allo stesso periodo del 2019. A queste imprese, pertanto, viene riconosciuto un contributo straordinario, sotto forma di credito di imposta, in misura pari al 20% delle spese sostenute per l’acquisto e l’effettivo utilizzo della materia energia nel primo trimestre 2022.

Se vuoi cercare di risparmiare ulteriormente sulle utenze della tua attività produttiva, potresti pensare di passare a una offerta luce e gas più adatta alle tue esigenze. Chiama lo 06 9480 259506 9480 2595 per parlare con un esperto che ti illustrerà le tariffe più convenienti per la tua impresa.

Quante sono le imprese energivore in Italia? Secondo quanto riferito dal Ministero dello Sviluppo Economico, le imprese energivore, ad esempio siderurgiche, tessili e chimiche, che saranno coinvolte dal credito d’imposta ammontano a 3.800.

Versamenti per le imprese con profitti dalle rinnovabili

Un provvedimento che in qualche modo punta alla solidarietà tra imprese è quello che vede l’introduzione di una compensazione riguardante le aziende che producono energia rinnovabile. Nello specifico, la nuova norma vincola gli operatori che producono energia senza sopportare gli effetti dell’aumento dei costi a versare una differenza. La somma viene calcolata tenendo conto dei prezzi precedenti a questo periodo di crisi.

Si tratta, è bene dirlo, di un intervento dalla durata limitata, ovvero dal 1 febbraio 2022 al 31 dicembre 2022. Insiste sull’energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kW che beneficiano di tariffe fisse legate al Conto Energia. Si tratta quindi di costi non dipendenti dai prezzi del mercato. Allo stesso tempo, è coinvolta anche la produzione di energia elettrica derivata da impianti alimentati da energia:

In tutti questi casi, quindi, viene applicato un meccanismo di compensazione sul prezzo dell’energia che viene controllato da GSE, il Gestore dei Servizi Energetici.

Come ridurre la spesa in bolletta per le utenze domestiche?

I provvedimenti messi in campo dal Governo in questo terzo Decreto Sostegni si concentrano soprattutto sul mondo produttivo. D’altra parte, il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri si apre proprio specificando che:

L’esecutivo ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19, nonché per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico.

Comunicato Stampa del Consiglio del Ministri n. 57

Non si fa particolare menzione alle utenze domestiche, già interessate comunque da interventi precedenti (Decreto Sostegni e Decreto Sostegni Bis). Per cercare di limitare la spesa di luce e gas, in ogni caso, puoi cercare una tariffa più adatta alle tue esigenze. Qui di seguito trovi le tre offerte migliori per utenze residenziali selezionate per te da Selectra:

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di Maggio 2022
POSIZIONE NOME OFFERTA SPESA* (€/mese)
first-place

Prima Posizione
NeN Special 48 Luce e Gas

nen
LUCE: 53,7€
GAS: 93,3€

02 8295 1062 Attiva Online Sconto 96€ Attiva Online (Sconto 96€)
secondo

Seconda Posizione
Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia
LUCE: 69,4€
GAS: 111,8€

02 8295 8095 Attiva Online Buono Amazon Attiva Online (Buono Amazon)
third-place

Terza Posizione
Enel E-Light Luce Gas
enel
LUCE: 71,3€
GAS: 115€

06 9480 8228 Attiva Online Attiva Online
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteCon Sorgenia hai un Buono Amazon fino a 100€ solo se attivi OGGI luce e gas (promo non inclusa nella spesa mensile), mentre la spesa di NeN include lo sconto di 96€ in un anno in bolletta.

Se sei interessato a una di queste 3 offerte top del momento e vuoi ricevere maggiori informazioni chiama il numero 02 8295 8097.

Attualmente sono oltre 4 milioni gli italiani che lavorando da casa hanno notato un aumento nelle loro bollette di luce e gas, a febbraio 2022, secondo un'analisi di Selectra, è previsto un aumento fino al 230% in bolletta, se vuoi saperne di più puoi leggere il nostro articolo: Bolletta Alta? È (anche) colpa dello Smart Working: +230%!

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche