Banda Ultra Larga: il grande ritorno di Enel nelle Telco?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta le offerte Luce e Gas e risparmia 142€ all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Banda Ultra Larga: Enel porta la fibra a casa

Sarà Enel a portare la fibra nelle case degli italiani?

Il piano "Banda ultralarga" prevede 10,6 miliardi di € di investimenti, di cui 6 saranno pubblici tra finanziamenti europei e nazionali. L'obiettivo, in linea con l'agenda digitale europea, è di garantire, entro il 2020, internet (super) veloce per tutti:

  1. ADSL con 30 Megabit per il 100% della popolazione
  2. 100 Megabit per l'85% della popolazione

     

Piano Fibra: come saranno usati i fondi pubblici?

I fondi pubblici saranno utilizzati dando priorità al Sud e alle zone rurali e meno sviluppate dove la capacità d'investimento dei privati è limitata. In queste zone il finanziamento pubblico coprirà fino all'85% dell'investimento, a differenza dei grandi centri urbani del Centro-Nord, dove coprirà al massimo il 50% dell'investimento.

Il Governo intenderebbe affidare la realizzazione di questo grande progetto infrastrutturale ad un gruppo pubblico, quindi non a Telecom Italia ormai totalmente privatizzata.

Il grande ritorno di Enel nelle telecomunicazioni?

Enel, e in particolare il suo reparto dedicato alla gestione delle reti, è il candidato numero uno per la realizzazione dei lavori, e questo per i seguenti motivi:

  • un gruppo controllato dallo Stato Italiano, che rimane il primo azionista del gruppo energetico
  • una rete di distribuzione capillare che copre più dell'85% del territorio

Il colosso energetico si è già dichiarato interessato e pronto ad impegnarsi nella fase d'installazione della rete senza però inserirsi nella gestione del servizio. Così Enel non tornerà nelle telecomunicazioni, un settore nel quale ha lasciato la sua impronta con la creazione di Wind nel lontano 1997 ma da cui si è ritirata con la cessione della stessa nel 2005.

Se confermato, l'affidamento della costruzione della rete ultra veloce a Enel Distribuzione segnerebbe una diversificazione importante con l'aggiunta di un'altra attività di rete e la fine di un focus esclusivo sull'energia. Un passo in più verso una maggiore autonomia della filiale esperta di reti rispetto al resto del gruppo dedicato all'energia?

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche