Rincari in bolletta 2018: c'è davvero una nuova tassa occulta?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta le offerte Luce e Gas e risparmia 247€ all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Per l'anno 2018 sono previsti rincari sulla bolletta dell'energia elettrica e del gas, ecco come correre ai ripari per scongiurare una stangata sulla spesa energetica.


Rincari nella bolletta 2018?

Le notizie del 2018 che riguardano le bollette di luce e gas degli italiani non sono delle migliori.
Da gennaio di quest'anno c'è stato un aumento sulla spesa sia della luce sia sul gas metano, dovuto anche ad un rincaro dei prezzi stabiliti dall'Autorità per il mercato tutelato.
Oltre a questo si deve aggiungere che sono stati aggiornati gli oneri regolati dall'Autorità, che tutti gli italiani pagano indifferentemente dal gestore.
Dal 2019 partirà anche l'ultimo step della riforma della tariffa, che ricadrà sui clienti con bassi consumi, cosa fare per evitare questi aumenti della bolletta?


Gli aumenti in bolletta da gennaio 2018

Info offerte

010.848.01.61

Per il primo trimestre dell'anno l'aumento della spesa nel servizio di tutela è pari al +5,3% per le forniture elettriche e del +5% per il gas, rispetto al trimestre precedente.
Tra aprile 2017 e marzo 2018 l'aumento della spesa per l'energia elettrica è stato del 7,5% in più rispetto all'anno precedente (stima di una famiglia tipo con 2700 kWh di consumo e 3 kW di potenza).
Anche per il gas metano l'aumento rispetto ai 12 mesi precedenti è pari al 2,1% (consumo di 1400 Smc).

Le cause della crescita risiedono sia in un aumento dei prezzi all'ingrosso (per i clienti nel tutelato), sia negli aggiornamenti delle componenti della bolletta regolate dall'Autorità.
Queste voci sono gli oneri di sistema ed i costi per la gestione ed il trasporto del contatore, che non cambiano da un gestore all'altro.
Per cercare di abbassare la spesa di luce e gas è possibile scegliere un'offerta a prezzo basso e bloccato nel tempo. Per una consulenza gratuita sulle tariffe contatta lo 010.848.01.61 (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18) o utilizza il servizio di richiamata gratuita.
Ecco un breve video che ti spiega come è composta la bolletta dell'energia elettrica.

 

A cosa sono dovuti i prossimi aumenti della spesa?

E' stata la stessa Autorità a lanciare l'allarme qualche tempo fa e a chiedere di rinviare la riforma della tariffa per evitare aumenti significativi.
La riforma in atto è partita già nel 2016 e prevede gradualmente l'eliminazione della progressività della bolletta. Questo si ripercuoterà sulle utenze domestiche, in particolar modo sui clienti che hanno dei bassi consumi. Per evitare un aumento rilevante dei costi l'Autorità ha rimandato di un anno il completamento della riforma, che avremo quindi dal primo gennaio del 2019.

Inoltre un altro provvedimento che potrebbe dare un contributo a questi aumenti è la cosidetta norma energivori. Con questo decreto le imprese con alto consumo di energia elettrica avranno delle agevolazioni, riducendo la differenza di prezzo che pagano le aziende italiane rispetto alle concorrenti europee. Anche questa legge potrebbe ricadere su tutti gli altri contribuenti.

Ricordiamo che la maggior tutela termina a luglio 2019, ecco tutti gli aggiornamenti previsti per la fine del mercato tutelato dei clienti domestici.

Le associazioni dei consumatori denunciano gli aumenti

Le associazioni dei consumatori, sempre sensibili al tema dei rincari delle bollette, alzano la voce. Emilio Viafora, presidente della Federconsumatori, sottolinea come tutti i consumatori pagano nelle bollette gli oneri di sistema:

  • per la dismissione delle centrali nucleari
  • per le agevolazioni alle imprese energivore
    aumentate recentemente per la "norma energivori"
  • per i regimi tariffari speciali a favore delle ferrovie
  • per gli incentivi alle fonti rinnovabili

Il Codacons afferma che gli aumenti sono sproporzionati e che avranno un impatto elevato sui nuclei familiari numerosi e sulle famiglie con reddito medio-basso.
Il Presidente di Adiconsum Carlo De Masi ha dichiarato che ritiene ingiustificati i rincari del nuovo anno.

Questi rincari di luce e gas li riteniamo ingiustificati, sia perchè i consumatori italiani pagano l'energia più cara d'Europa, sia per via di oneri e accise impropri che andrebbero complessivamente rivisti.

Ci sono molte famiglie che vivono in povertà energetica e non riescono a pagare le bollette di luce e gas. Secondo Masi è necessario rivedere completamente l'assetto del sistema elettro-energetico italiano, in merito all'approvvigionamento e ai costi dell'energia.
La struttura della tariffa della bolletta deve essere rimodulata per contenere i costi dell'energia a carico di cittadini e consumatori.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche