Perché installare le valvole termostatiche con i ripartitori e quali sono le multe previste?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta le offerte e risparmia 150€ all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

L'installazione delle valvole termostatiche è obbligatoria nei condomini con il riscaldamento centralizzato. Scopri come utilizzarle al meglio e quali sono le multe previste per coloro che non si adeguano in tempo.


Risparmia con le valvole

A breve parte la stagione invernale ed è il momento di accendere gli impianti di riscaldamento.
Da quest'anno la novità riguarda l'obbligo delle valvole termostatiche nei condomini che hanno la caldaia centralizzata. 
In realtà l'obbligo è scattato dal 1° luglio 2017 e con l'avvio dell'autunno sono partiti i primi controlli e le sanzioni. La data per accendere il riscaldamento in molte zone di Italia è già passata quest'anno, tuttavia in parecchi edifici ancora non sono stati installati i contabilizzatori.
Ecco i motivi per cui installare le valvole, come utilizzarle al meglio per risparmiare sul gas ed evitare un'eventuale multa.


A cosa servono le valvole e perché devono essere installate?

L'obbligo della contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati è imposto da una direttiva europea sull’efficienza energetica 2012/27/CE, recepita in Italia dai decreti legislativi n. 102/2014 e n. 141/2016.

Il sistema delle valvole e contabilizzatori cerca di coniugare i benefici degli impianti centralizzati, ossia una maggiore efficienza energetica della caldaia, con il pregio degli impianti autonomi: accendere e spegnere la caldaia in base alle proprie esigenze senza rendere conto ad altri.

Con le valvole infatti ogni condomino ha la possibilità di regolare la quantità di calore che richiede per ciascun termosifone.

Contabilizzatore

In questo modo possiamo chiudere completamente la valvola di una stanza che non usiamo oppure chiudere tutti i termosifoni se non siamo presenti in casa per un periodo di tempo prolungato.
I contabilizzatori sono degli apparecchi che consentono la misura del calore effettivamente consumato da ogni appartamento per ripartire la spesa in base ai reali consumi.
La bolletta totale del gas del condominio sarà ripartita in questo modo:

  • una quota parte fissa
    in base ai millesimi di competenza dell'abitazione, in genere il 30% del totale
  • una quota variabile
    in base all'effettivo consumo realizzato dall'utenza, il 70% del totale

Le percentuali del 30% e 70% sono indicative e il condominio ha comunque la possibilità di deliberare in assemblea per modificarle. Gli orari di accensione della caldaia centralizzata sono comunque stabiliti dall'assemblea condominiale.
Se vuoi risparmiare sul gas metano, chiama lo 010.848.01.61  costo di una chiamata nazionale oppure fatti richiamare gratuitamente ed un nostro consulente ti aiuterà nella scelta.

Info offerte gas

010.848.01.61

Come vengono installate le valvole e i contabilizzatori?

La decisione per i contabilizzatori deve essere approvata con la maggioranza semplice dell'assemblea, ossia un terzo dei condomini che rappresentino almeno un terzo del valore dell'edificio. 

L’installazione delle termovalvole può avvenire solo se l’impianto è scarico di acqua, quindi la caldaia deve essere spenta.

E' facile immaginare che le operazioni devono essere realizzate prima che inizi la stagione invernale e l'impianto venga avviato. Per questo motivo in alcuni casi l'accensione è stata rinviata per poter terminare i lavori necessari.
Tutti i condomini devono essere disponibili il giorno prefissato in cui verranno eseguiti i lavori negli appartamenti. I termosifoni dovranno essere accessibili per velocizzare il lavoro dei tecnici che sostituiscono la vecchia valvola con i nuovi modelli con i livelli di temperatura e installano il ripartitore.

Come vengono effettuati i controlli?

Il sistema per le verifiche sugli impianti è lo stesso che regola le ispezioni dell'efficienza energetica (bollino blu) delle caldaie. Il controllo con il rilascio del bollino blu deve essere effettuato in genere ogni anno per le caldaie condominiali (la frequenza dipende dalla tipologia e dalla potenza termica della caldaia).
Le ispezioni vengono effettuate a campione e sono organizzate dalle Province e dai Comuni sopra i 40mila abitanti, che di solito incaricano altri organismi, mentre le sanzioni spettano all’ente regionale.

Quant'è la multa prevista per chi non ha installato le valvole?

Per chi non si è adeguato alla normativa e ancora non ha installato le apparecchiature per la contabilizzazione sono previste delle sanzioni.
La responsabilità per la mancata installazione ricade sul proprietario dell'immobile e non sull'inquilino affittuario. Questo è valido anche se è il condominio che non ha deliberato una decisione o non ha fatto eseguire in tempo i lavori.

La multa per chi non è in regola con l'installazione di valvole e contabilizzatori parte da 500 euro fino a 2.500 euro per unità immobiliare.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche