Clienti Gala: quale sarà il nuovo fornitore?

SicurinsiemeSicurinsieme

Risparmia sulle Bollette Luce e Gas con SicurInsieme!

Unisciti al Gruppo d'Acquisto SicurInsieme! Pre-iscrizione gratuita e nessun vincolo: più siamo, più risparmiamo!

SicurinsiemeSicurinsieme

Risparmia sulle Bollette Luce e Gas con SicurInsieme!

Unisciti Gruppo d'Acquisto SicurInsieme! Pre-iscrizione gratuita e nessun vincolo: più siamo, più risparmiamo!


Il fornitore Gala è in contenzioso con alcune società di distribuzione ed i clienti sono passati ad un altro operatore nel servizio di ultima istanza o di salvaguardia.
Scopri cosa è successo e come fare per risolvere la situazione.

Sei un cliente Gala passato in ultima istanza o in salvaguardia?Contatta il numero 010.848.01.61 (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18) per passare ad un nuovo fornitore di tua scelta.

La storia di Gala

prese

Cosa succede ai clienti di Gala?

Gala è nata nel 2001 a seguito della liberalizzazione del mercato e nel 2013 inizia la sua attività nel settore domestico del mercato libero.
Nel 2014 la società viene quotata in borsa, sul mercato alternativo del capitale AIM Italia.
Nel 2015 Gala risulta il quarto gruppo per vendite di energia ai clienti finali (fonte: Relazione annuale 2016 dell'Autorità per l'energia e gas).
Gala è il principale operatore italiano nella fornitura di energia elettrica alla Pubblica Amministrazione, essendosi aggiudicata diversi appalti Consip.
Negli ultimi tempi la società ha attraversato fasi difficili e si è trovata in grandi difficoltà finanziarie.
Nei primi mesi del 2017 è emersa una perdita di quasi 15 milioni, da aggiungersi ai risultati negativi degli esercizi precedenti. Ad aprile 2017 Gala chiede un concordato preventivo per cercare di gestire la crisi, che secondo i vertici della società è temporanea.

Info offerte luce

010.848.01.61

Il contenzioso: cosa è successo a Gala?

Gala è rimasta inadempiente verso alcune società di distribuzione, in particolare con E-distribuzione (gruppo Enel), Areti (ex Acea), Inrete (gruppo Hera), Unareti (gruppo A2A) e Italgas.

In seguito ai mancati pagamenti le società di distribuzione hanno risolto il contratto con Gala.

A giugno 2017 E-distribuzione, il principale distributore della luce in Italia, ha risolto il contratto con Gala con effetto dal 18 luglio, per inadempienza contrattuale. 
Alla base del disaccordo c'è la questione del pagamento degli oneri di sistema, che secondo Gala non sarebbero dovuti. Gala ha corrisposto tali oneri per sette anni per poi interrompere il pagamento, sostenendo che gli oneri di sistema sono para-fiscali e quindi diversi da quelli previsti dal contratto con E-distribuzione, che sono di natura fiscale. Il Tribunale di Roma non ha accolto la tesi di Gala e E-distribuzione ha così potuto rescindere il contratto.
Attualmente il contenzioso è in corso e non è possibile stipulare un nuovo contratto di fornitura con Gala nelle zone di competenza dei distributori. Ma cosa succede a coloro che erano già clienti di Gala?

Le conseguenze per i clienti di Gala: ultima istanza o salvaguardia

Il contratto tra il distributore locale e Gala è indispensabile per poter garantire la fornitura di luce e gas ai propri clienti finali.

Senza un contratto con i distributori Gala si trova impossibilitata a svolgere la propria attività di vendita.
E' per questo motivo che l'Acquirente Unico, in qualità di gestore del Sistema Informativo Integrato (SII), ha inviato una comunicazione ai clienti di Gala per informarli del cambiamento. In ogni caso i clienti sono stati tutelati e la fornitura di energia elettrica o gas non ha subito alcuna interruzione.

I clienti di Gala sono quindi passati automaticamente al servizio di maggior tutela, al mercato di ultima istanza oppure al servizio di Salvaguardia, in base alla tipologia di utenza.

Questi servizi sono gestiti da fornitori prestabiliti per un certo periodo di tempo (Enel Energia e Hera Comm) e le condizioni economiche sono fissate con tariffe diverse, a volte superiori, rispetto a quelle che erano state stipulate con Gala. I consumatori finali hanno sempre la possibilità di cambiare gestore e scegliere un'altra offerta del mercato. Per informazioni su altre tariffe di luce e gas chiama lo 010.848.01.61.

Per le aziende a partita IVA che erano con Gala il servizio passa automaticamente nel mercato di default o di salvaguardia, a seconda delle forniture e delle dimensioni della società. La continuità del servizio è sempre garantita ma con prezzi mediamente più elevati rispetto alle normali tariffe disponibili sul mercato.
Anche per le società naturalmente è sempre possibile rientrare dal mercato di tutela/salvaguardia nel mercato libero con tempistiche da definire caso per caso (generalmente un mese).

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche