Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Soluzione oneri di sistema proposti dall'Antitrust

Gli oneri di sistema nella bolletta di luce e gas sono una tematica molto ricorrente in questo 2017. L'Authority ha presentato una serie di proposte per poter migliorare la situazione soprattutto per i gestori di energia elettrica e metano.

...

Cosa sono gli oneri di sistema

Tra le varie voci presenti nella bolletta della luce e del gas troviamo la spesa per gli oneri di sistema: questi pesano per circa il 19% del totale nella bolletta della luce e per il 3% nella fattura del gas metano.

Gli oneri di sistema vanno a coprire diverse attività legate al sistema elettrico e del gas: se vuoi conoscere nel dettaglio tutte le voci che sono incluse sotto la voce “oneri di sistema” visita il nostro articolo dedicato.

Scopri l'offerta luce conveniente

010.848.01.61

Soluzioni proposte dall’Antitrust

L’Authority si è posta come portavoce dei fornitori, cercando di esporre quelli che sono attualmente le problematiche relative agli oneri di sistema. Prima di tutto, attualmente esiste l’obbligo dei gestori di luce di versare gli oneri di sistema presenti in bolletta al distributore, anche se il cliente è un cattivo pagatore e è incorso in problemi di morosità. In questo caso, quindi, i fornitori devono pagare al distributore una somma che in realtà non hanno mai ricevuto da parte del cliente, subendo così un danno economico.

In questo modo, quindi l’Antitrust vuole denunciare un sistema che scarica sui fornitori di energia elettrica l’intero peso della morosità, mentre il distributore non se ne fa carico in nessun modo. Chi trae vantaggio da tutto ciò? Considerando il fatto che E- Distribuzione controlla circa l'85% della rete è evidente che a giovare maggiormente di questo meccanismo è la società di distribuzione del Gruppo Enel.

L'AGCM ha, quindi concluso sollecitando un intervento serio sul tema  e, di conseguenza, l'esclusione della “necessità di una loro specifica trattazione nell'ambito delle pattuizioni tra venditori e distributori”:

Proposta dell'Antitrust per gli oneri di sistema Quello che l'Antitrust propone in alternativa è una diversa distribuzione del rischio finanziario derivante da una morosità dei clienti finali per gli oneri di sistema, in modo che venga ripartito tra tutti i protagonisti del mercato elettrico e non solo sui fornitori.

Oneri di sistema: cos'è cambiato nel 2017

Nel 2017 è stata approvata la delibera 582/2015/R/eel, con cui l'Autorità prevede l'abolizione della progressività, l'introduzione della tariffa TD (sono state abolite le tariffe D2 e D3) e alcune novità relative agli oneri di sistema. Per quanto riguarda gli oneri di sistema, questa riforma del'AEEGI ha previsto una distinzione tra clienti residenti e non residenti: gli oneri di sistema infatti vengono addebitati a tutti i clienti domestici residenti e non residenti. La differenza è che:

  • ai clienti domestici residenti vengono applicati in quota energia (calcolata in € al kWh e varia in base al consumo del cliente),
  • mentre i non residenti li pagano sia in quota fissa che in quota energia. Quindi per le seconde case e le case vacanza gli oneri di sistema sono più alti rispetto a quelli che si pagano nella bolletta della luce nella casa in cui si è residenti. 

Per maggiori informazioni sugli oneri di sistema, ti consigliamo il nostro video tutorial:

È possibile risparmiare in bolletta per una seconda casa?

La risposta è si, basta solo fare attenzione ai dettagli:

  1. Attiva una tariffa monoraria o bioraria in base alla tua tipologia di consumi
  2. Scegli la potenza del contatore giusta
  3. Passa ad un'offerta più conveniente: chiama lo 010.848.01.61 fatti richiamare gratuitamente per trovare le offerte migliori per le seconde case
  4. Presta attenzione all'efficienza energetica degli impianti e degli elettrodomestici