Boom consumi elettrici: potenziali rincari in bolletta da autunno 2017

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta le offerte e risparmia 150€ all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.


Il caldo record d'agosto spinge in alto il consumo di energia elettrica facendo aumentare il prezzo del chilowattora. Famiglie, piccole imprese e negozi risentiranno del rincaro nella bolletta di autunno.
In fondo all'articolo una soluzione su come proteggersi dagli aumenti.

...

Ad agosto in rialzo le quote del kWh

Per il momento a soffrirne sono le imprese ad alta domanda di energia che acquistano direttamente sulla Borsa elettrica dove le quotazioni del chilowattora hanno subito un raddoppio durante la sola prima settimana di agosto. 

Di quanto aumentano i consumi di energia in estate?

Secondo Terna, la società che gestisce la rete elettrica in Italia, a luglio 2017 la domanda di energia elettrica è stata di 29,3 miliardi di kWh, in aumento del +0,5% rispetto ai volumi dello stesso mese dell’anno precedente. Il trend di crescita riguarda i primi sette mesi del 2017, in cui si assiste ad un aumento di +1,2% rispetto al corrispondente periodo del 2016. 
Tra le principali cause dell'impennata del fabbisogno di energia elettrica è da annoverare il caldo torrido di agosto ed il conseguente uso prolungato di climatizzatori, frigoriferi e banchi frigo.

Per tutta risposta, l'aumento delle quotazioni del chilowattora all’ingrosso è stato facilitato da un'offerta che stenta a seguire il ritmo della domanda. Il caldo infatti influisce negativamente sia sul tasso di rendimento delle centrali termoelettriche, a causa della riduzione del salto termico, sia sulla capacità delle centrali elettriche, che soffrono il caldo con l'aumento del rischio blackout di interi quartieri.
Per non parlare delle centrali idroelettriche affannate dall'allarme siccità che riguarda gran parte del territorio nazionale.  

Per fortuna, l'abbassamento delle temperature sta già dando i suoi risultati. Se il fabbisogno energetico agli inizi di agosto si attestava attorno ai 55.655 MW, la previsione di oggi 24 agosto 2017 si aggira attorno ai 40.636 MW come si legge sul sito di Terna.

Secondo quanto si legge in un articolo del Sole24Ore del 4 agosto, gli esperti stimano che per ogni grado in più sopra i 25° la domanda elettrica cresce tra 800 e 1000 megawatt.

Quali le conseguenze sul prezzo all'ingrosso?

...

Mercato del giorno prima, andamento prezzo di vendita.
Fonte: Gestore Mercati Energetici

Da marzo fino a luglio, le quotazioni medie erano stabili intorno ai 45 €/MWh. Agli inizi di agosto, la media ha toccato quota 85 €/MWh.

Cosa succede oggi?

Come detto in precedenza, l'abbassamento delle temperature ha frenato l'aumento della domanda e conseguenzialmente del prezzo. Oggi giovedì 24 agosto, la media è di 51 €/MWh che si esprime con una quotazione minima di 43€ (per i consumi tra le 4 e le 5 di mattina) e con una quotazione massima di 67€ (per i consumi tra le 21 e le 22).

Aumenteranno le bollette nei prossimi mesi? 

Le variazioni dei prezzi di luce e gas per i cunsumatori finali sono il risultato dell'andamento dei prezzi nel mercato all'ingrosso. Ecco perché i rialzi dei prezzi sulla Borsa Elettrica, iniziati da luglio scorso ed intensificatisi in agosto, lasciano presagire un aumento della bolletta per il prossimo autunno.

Già in aprile, l'aggiornamento del III trimestre delle condizioni economiche per le famiglie e i piccoli consumatori in regime di Maggior Tutela, aveva previsto un aumeto di circa il 3% in bolletta luce nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2016 e il 30 settembre 2017. 

Come proteggersi dai rincari in bolletta

Info risparmio in bolletta

010.848.01.61

Erroneamente a quanto si potrebbe pensare la spesa in bolletta non è completamente in balia dell'andamento del mercato. La scelta dell'offerta in aggiunta a comportamenti virtuosi possono fare la differenza. In particolare per proteggersi dalle imprevedibili oscillazioni dei mercati, è possibile attivare offerte a prezzo fisso che bloccano la componente energia per un dato periodo di tempo. Dunque una soluzione c'è!
Attivare un'offerta a prezzo bloccato garantisce una serie di vantaggi tra cui: 

  • Prezzo invariato solitamente per 1 o 2 anni ed al riparo da aumenti stagionali
  • Spesa in bolletta più prevedibile lontana dalle influenze del mercato all'ingrosso.

Diversi fornitori propongono offerte con il prezzo della componente energia fisso in aggiunta ad altre agevolazioni, quali sconti sulle quote fisse o premi fedeltà. Il tutto sta nel saper scegliere la più adatta alle proprie esigenze di consumo oltre che di prezzo.
Contattando un nostro consulente al numero 010.848.01.61 otterrai una consulenza gratuita ed una guida imparziale per scegliere la migliore tariffa luce e metterti al riparo dai rincari della bolletta del prossimo autunno.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche