Energia elettrica dal sale: un progetto dell'Unipa

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta le offerte Luce e Gas e risparmia 247€ all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Hai mai pensato di poter accendere una lampadina con l’acqua di mare? Grazie ad un progetto completamente made in Italy, realizzato in soli 4 anni di ricerca, d’ora in poi sarà possibile.


Energia elettrica dalle saline siciliane

Un team di ingegneri e tecnici dell'Università di Palermo ha messo a punto un nuovo prototipo in grado di produrre energia elettrica attraverso il sale presente nelle saline siciliane.

Il punto di forza del prototipo pensato dagli studiosi dell’Unipa è che la produzione di energia elettrica avverrà in maniera del tutto alternativa rispetto alle classiche fonti energetiche, con un impatto ambientale pari a zero ed un bassissimo costo di produzione.

Lo sfruttamento dei gradienti salini può consentire la produzione di energia elettrica per una quantità dell'ordine di 100 Gigawattora, più o meno quanto cento centrali termoelettriche, che producono energia ma con risultati molto meno sostenibili.

Spiega Giorgio Micale, docente di Teoria dello sviluppo dei processi chimici.

Attiva un'offerta verde! Chiama lo 010.848.01.61  (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18)  o fatti richiamare gratuitamente.

Ma nello specifico, di cosa si tratta?

Energia a zero impatto ambientale

Il primo obiettivo del team era quello di riuscire a produrre una importante quantità di energia elettrica attraverso una tecnica innovativa, chiamata elettrodialisi inversa.

L’energia ottenuta si origina dalla miscelazione di due soluzioni saline a diversa concentrazione: mescolando questi composti diversamente concentrati, si genera un flusso di ioni che può essere catturato e sfruttato per produrre elettricità. In questo caso l'energia elettrica prodotta (quasi 1kW) viene generata dalla miscela di acqua di mare con quella delle salamoie siciliane che possiedono una salinità molto elevata. Gli ioni vengono imprigionati attraverso speciali membrane che ne impediscono la fuoriuscita e permettono il continuo flusso di energia elettrica.

Questo prototipo è una grandissima svolta nel mondo della tecnologia ed è il primo al mondo a generare energia elettrica da salamoie di salina e acqua salmastra, senza produrre alcun tipo di emissioni inquinanti nell’ambiente. Il progetto è molto ambizioso, ma rappresenta delle soluzioni altamente innovative per il nostro sistema e il nostro pianeta.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere aggiornamenti sul mondo dell'energia e rimani in contatto seguendoci sulla pagina Facebook!

Expert's name
...
aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche