Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Perché Enel non ha una email?

Cerchi una email per contattare Enel? Probabilmente dovrai ripiegare su altre modalità di contatto, come l'area clienti o la live chat perché Enel non ha una email dedicata al servizio clienti. In Italia, Enel è la più grande società di energia elettrica e gestisce gran parte della rete di distribuzione del Paese, offrendo la fornitura di luce e gas a 31 milioni di clienti.


Come inviare una email a Energia?

I numeri importanti per Enel non finiscono qui: opera nel campo della produzione di elettricità da impianti termoelettrici e rinnovabili con quasi 31 GW di capacità installata. Di questi, più di 3 GW sono costituiti da impianti di generazione da fonti rinnovabili gestiti attraverso Enel Green Power.

email enel servizio elettrico
Non sarebbe comoda una email per il servizio clienti?

Insomma, parliamo di un pezzo grosso. E non gli mancano i numeri giusti. Così come non mancano anche ai suoi clienti che, di fatto, per contattare Enel hanno a disposizione esclusivamente i numeri di telefono e di fax. Questo riguarda sia Enel Energia per il mercato libero, che Servizio Elettrico Nazionale, per la maggior tutela. Niente email, ma solo call center o al massimo fax, canali social ed area clienti! Ed in questa mancanza digitale, Enel non è solo: anche altri impotanti fornitori di energia elettrica in Italia tardano ad adattare il loro servizio clienti alle nuove esigenze dei consumatori 2.0.

Dal 2016, anno di pubblicazione di questo articolo, non ci sono ancora cambiamenti in merito ed Enel continua a non avere una email dedicata al servizio clienti. Ciò non significa che non può essere contattata via web: Enel mette infatti a disposizione dei propri clienti un form di contatto per l'invio di richieste e moduli, nonché un'area clienti ed un'applicazione utilizzabile tramite smartphone.

Enel ancora senza email per il servizio clienti

Una decina di anni fa non se ne sarebbe accorto nessuno. Ma ad oggi, nel pieno della rivoluzione digitale non passa inosservato il fatto che la prima società di distribuzione di energia elettrica e gas in italia non metta a disposizione dei propri clienti una email attraverso cui inoltrare assistenza ed informazioni.

Enel ha una mail?

Lo sfogo, raccolto sul web, di Massimo non lascia dubbi: i clienti Enel si sono accorti di questa mancanza. Soprattutto perché alcune società elettriche, sia grandi che piccole, si sono già da tempo attrezzate con un servizio clienti rintracciabile via email.

L'app di Enel Energia: basterà?

Enel Energia si è però impegnata a presiedere il web e gli smartphone. In particolare ha messo a disposizione un'app per tutti i suoi clienti per la gestione del contratto luce e gas tramite cellulari e tablet. Ma la strada per un servizio clienti digitale sembra essere ancora lunga e complessa. Si pensi al caso di un nuovo cliente in attesa della prima bolletta e non ancora registrato all'area clienti online e dunque impossibilitato ad accedere anche alla stessa app Enel.

D'altro canto però, sono molti i commenti positivi degli utenti rispetto all'app. A quanto pare c'è solo qualche accorgimento da fare insieme all'implementazione di alcuni servizi all'interno dell'applicazione. Come ad esempio la possibilità di inviare reclami, che non rientra nelle funzionalità dell'app riportate sul sito di Enel Energia. 

Dunque c'è un lavoro da fare per migliorare e rendere efficiente il servizio clienti online, e non solo di Enel, sia chiaro!

Servizio clienti via email: serve un aggiornamento anche dell'Autorità

È la stessa Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas ad obbligare i fornitori a munirsi di call center di cui ne monitora il servizio stilando una classifica. Quindi è arrivato il momento che anche l'Autorità apra gli occhi ed inizi a valutare il servizio clienti online e tramite email. Di sicuro questo sarà un incentivo in più a mettersi al passo con i tempi sia per Enel che per tutti gli altri fornitori.

Voglia di un mercato energetico più digitale

La digitalizzazione ha mutato le esigenze dei consumatori finali. Le code al telefono, le code agli sportelli non sono più ben accette quando c'è da risolvere un problema. E la rintracciabilità on-line dei fornitori di energia elettrica non deve essere un lusso, ma una realtà.

Per fortuna, accanto alla mancanza di email di Enel Energia ed Servizio Elettrico Nazionale, figurano vecchi e nuovi fornitori che rispondono alle esigenze dei consumatori 2.0. Un esempio valido è Wekiwi che addirittura premia gli utenti che non utilizzano il call center, concedendo loro uno sconto sul prezzo dell'energia.

Insomma la scelta della digitalizzazione, oltre ad essere un'esigenza chiamata a gran voce della naturale evoluzione sociale, apre alle società di fornitura nuovi segmenti di mercato e possibilità di best practice. Di solito però, sono le grandi ed esperte compagnie ad aprire le porte all'innovazione, ed invece sembra proprio che nel settore energetico italiano sono le società di fornitura più giovani a cogliere le nuove esigenze dei consumatori.

Per contattare Enel non resta che telefonare

Devi inviare un reclamo ad Enel Energia o Servizio Elettrico Nazionale tramite email, sei sulla strada sbagliata. Puoi però affidarti ai classici numeri di telefono Enel se sei un cliente del mercato libero; ed ai numeri del Servizio Elettrico Nazionale per i clienti del mercato tutelato. Ma non demordere: quando Enel deciderà (e si spera lo faccia) a mettere su un servizio clienti via email, saremo i primi a fartelo sapere!