Bollette luce e gas: 5 consigli per risparmiare più di 700€ l'anno

SicurinsiemeSicurinsieme

Risparmia sulle Bollette Luce e Gas con SicurInsieme!

Unisciti al Gruppo d'Acquisto SicurInsieme! Pre-iscrizione gratuita e nessun vincolo: più siamo, più risparmiamo!

SicurinsiemeSicurinsieme

Risparmia sulle Bollette Luce e Gas con SicurInsieme!

Unisciti Gruppo d'Acquisto SicurInsieme! Pre-iscrizione gratuita e nessun vincolo: più siamo, più risparmiamo!

Ogni anno le famiglie italiane spendono in media circa € 1.600 euro per i consumi energetici. Selectra ha messo a punto una guida di 5 consigli utili che possono far risparmiare più di € 700 l’anno i consumatori sulle bollette di luce e gas.


Ecco il vademecum.

1. Controllare se si ha la tariffa residente (D2) - solo per l’energia elettrica

  • Per accedere alla tariffa agevolata per i residenti bisogna avere un potenza massima del contatore di 3 kW e avere la residenza anagrafica nel luogo della fornitura di energia elettrica.
  • Molto spesso ci si dimentica di comunicare al fornitore di essere residenti nell'abitazione per la quale viene fornita l'energia elettrica oppure si ha un potenza contrattuale maggiore delle proprie necessità.
  • Il risparmio che si può ottenere da un contratto con tariffa non residente a uno con tariffa residente è di circa € 250 l’anno.

2. Verificare di avere un potenza del contatore adeguata a propri bisogni - solo per l’energia elettrica

  • Molto spesso si subentra ad un contratto di fornitura esistente e non ci si preoccupa di verificare se la potenza contrattuale è in linea con le proprie esigenze. È possibile che l'inquilino precedente avesse bisogno di un potenza maggiore rispetto alla nostra, questo fa aumentare il costo della bolletta nelle voci relative alla quota potenza e agli oneri di rete e di distribuzione. Ridurre la potenza da 6kW a 3 kW consente un risparmio di circa € 70 all’anno.

3. Confrontare il prezzo dell'energia che si sta pagando - per energia elettrica e gas

  • Le offerte del mercato variano di continuo, infatti negli ultimi mesi è stato registrato un forte calo dei prezzi, per cui, oggi, può risultare conveniente stipulare un contratto a un costo fisso. Per esempio passare da una vecchia offerta di energia elettrica con una componente energia a 7 c€/kWh a una recente a 4,5 c€/kWh può far risparmiare fino a € 80 in un anno.
  • Invece per il gas passare da una vecchia offerta a € 0.32 a smc a una recente a € 0.22 a smc può far mettere da parte fino a € 115 in 12 mesi.

Sul comparatore Luce-Gas.it è possibile confrontare le offerte più vantaggiose.

4. Attivare la domiciliazione sul conto bancario e l'invio delle bolletta via email - per energia elettrica e gas

  • Il pagamento tramite addebito sul conto corrente ha diversi vantaggi: tutti i mesi non dobbiamo andare presso gli uffici postali o gli esercenti autorizzati a pagare le bollette con il bollettino; non rischiamo gli interessi di mora per non averla saldata in tempo; è economico: infatti il pagamento tramite bollettino costa € 1,5 ad operazione, più in media € 2 per ricevere la fattura cartacea a casa. Calcolando a bimestre per la luce e il gas si spendono in più € 42 l'anno. Per maggiori informazioni sui pro e contro del pagamento delle bollette tramite RID bancario, ti consigliamo di guardare il nostro video:
 

5. Bonus sociale - per energia elettrica e gas

  • Il bonus sociale è uno sconto sulle bollette di luce e gas destinato, per legge, alle famiglie numerose, a quelle in condizione di disagio economico e fisico. Nel 2015 soltanto il 34% degli aventi diritto ha richiesto il bonus energia elettrica e solo il 27% quello del gas. Per dare un'idea dell'ammontare del bonus per un famiglia di 3-4 persone per l'energia elettrica è di € 94 all'anno e per il gas € 100 in un anno.

Calcolatrice alla mano!

Se il consumatore può applicare tutti e 5 i consigli, quindi avendo diritto al bonus sociale, allora in totale risparmia in 1 anno € 751.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche